HOME - Protesi
 
 
28 Luglio 2015

Correlazione tra protesi mobili e lesioni della mucosa orale. Colpa della protesi o dell'igiene orale?

di Lara Figini


L'aspettativa di vita della popolazione è in aumento nei paesi sviluppati, di conseguenza diventa fondamentale il miglioramento della salute generale e quindi anche della salute orale per una migliore qualità della vita (QoL). Una delle maggiori finalità in odontoiatria è quello di diminuire
l'edentulia e aumentare la percentuale di popolazione con dentatura naturale, dal momento che i pazienti edentuli sembrano essere più a rischio per molteplici disordini o patologie di quelli non edentuli ( Fiske 2000; Felton 2011). Diversi studi in letteratura hanno riportato che molte
lesioni orali della mucosa (OML) sono correlate con l'utilizzo di protesi mobili (MacErtee 1998, Gendreau 2011) totali o parziali. Nello specifico queste lesioni orali protesi- dipendenti sono : stomatiti, iperplasia, cheliti angolari, e ulcere traumatiche.

Ma qual è la prevalenza di lesioni della mucosa orale in pazienti portatori di protesi parziali o totali rimovibili e quanto queste lesioni sono correlate con l'igiene orale?

Di questo se ne parla in uno studio di Ercalik-Yalcinkava pubblicato sul Journal of Prosthodontics di giugno 2015. Gli autori hanno esaminato clinicamente le lesioni della mucosa orale di 400 pazienti consecutivi (252 donne, 148 uomini), di età compresa tra i 29 e 86 anni, tra gennaio 2009 e gennaio 2011. Sono state raccolte informazioni sul tipo di protesi mobile e età della protesi, sul livello di igiene orale , la frequenza e lo stile di pulizia delle protesi, l'uso durante la notte di queste, le condizioni di conservazione e manutenzione, e le eventuali malattie sistemiche.
Sono state identificate le lesioni della mucosa orale protesi-dipendenti. I risultati ottenuti dagli autori sono stati i seguenti: dei 400 pazienti analizzati il 21,5% erano portatori di protesi parziali rimovibili e il 52,5% di protesi mobili totali. Il 25,8% erano portatori sia di protesi mobili parziali che totali. Il 32% dei pazienti erano soliti pulire le loro protesi una volta al giorno.

Spazzolare la protesi con spazzolino e sapone / dentifricio è risultato essere la più comune pratica di
regime di pulizia (85,8%). Più della metà (64,5%) dei pazienti portava le protesi anche durante la notte.
Tra tutti i pazienti il 37,8% hanno manifestato una lesione della mucosa orale protesi-dipendente. Le più comuni lesioni della mucosa orale si sono rivelate essere la stomatite Newton di Tipo II (nel 46%) e di tipo III (nel 38%). Si è visto che la frequenza di lesioni della mucosa orale è risultata più elevata in pazienti portatori di protesi mobili totali rispetto ai portatori di protesi parziali mobili (p <0,05). Si è anche visto da questo studio che l'uso delle protesi mobili durante la notte (p = 0,003, OR: 13,65; 95% CI: 1,7-109,3), l'età delle protesi (p = 0.017, OR: 1,72; IC 95%: 1,1-2,7), e la loro cura mediante immersione in acqua o in soluzione (p =0,023, OR: 1.13; 95% CI: 0,02-1,02) influenzava l'incidenza delle lesioni della mucosa orale in modo significativo.

L'ipertensione è risultata essere la malattia sistemica più comune (31,5%).

Portare delle protesi mobili sia parziali che totali predispone all'insorgenza di lesioni della mucosa orale in maniera significativa, principalmente di stomatiti. Una buona e costante igiene orale e manutenzione delle protesi però può aiutare a ridurre l'insorgenza di queste lesioni. Dato che l'aspettativa di vita va sempre più allungandosi la strategia vincente per migliorarne parallelamente anche la qualità di vita è quella di fare di tutto per conservare il più possibile la propria dentizione naturale ritardando o evitando l'edentulismo e le protesi mobili.

A cura di: Lara Figini, Coordinatore Scientifico Odontoiatria33

Bibliografia:

- Fiske J, Griffiths J, Jamieson R, et al: Guidelines for oral health care for long-stay patients and residents. Gerodontology2000;17:55-64

- Felton D, Cooper L, Duqum I, et al: Evidence-based guidelines for the care and maintenance of complete dentures: a publication of the American College of Prosthodontists. J Prosthodont 2011;20:S1-S12

- MacEntee MI, Glick N, Stolar E: Age, gender, dentures and oral mucosal disorders. Oral Dis 1998;4:32-36

- Gendreau L, Loewy ZG: Epidemiology and etiology of denture stomatitis. J Prosthodont 2011;20: 251-260

- Association between Oral Mucosal Lesions and Hygiene Habits in a Population of Removable Prosthesis Wearers. Ercalik-Yalcinkaya S, Özcan M. J Prosthodont. 2015 Jun;24(4):271-8. doi: 10.1111/jopr.12208. Epub 2014 Sep 17.

Articoli correlati

Stefano Granata presenta le procedure utilizzate basate sulla integrazione tra ottima clinica tradizionale e nuove tecnologie. Guarda la video relazione


Per il prof. Gagliani la nuova via che l’odontoiatria di qualità deve percorrere è molto semplice: utilizzare materiali biocompatibili, tollerabili, duraturi nel tempo e facili da utilizzare

di Massimo Gagliani


In uno studio che verrà pubblicato prossimamente sul Journal of Prosthetic Dentistry, gli autori hanno valutato l'effetto del pre-trattamento della superficie sulla forza di ritenzione delle...

di Lara Figini


Il nuovo MUA che può rappresentare il punto di partenza di un flusso digitale sempre più moderno


Immagine di repertorio

In uno studio sul Journal of Dentistry, gli autori hanno valutato se esiste una differenza significativa tra il rapporto di usura delle corone in disilicato di litio su impianto e i loro...

di Lara Figini


Altri Articoli

Fiorile: viene ribadito quanto da sempre sosteniamo, la pubblicità sanitaria può essere solo informativa e vigilata dall’Ordine


A ricordarlo è il presidente Cacioppo (RAD) sottolineando come la sentenza (erroneamente) insinua che l’attività odontoiatrica sia limitata alla sola terapia e che invece la diagnosi sia...


Quali i rischi e quali le precauzioni che dovrebbero essere adottate nella pratica clinica per prevenire il rischio di osteonecrosi

di Arianna Bianchi


La prof.ssa Milena Cadenaro è stata eletta presidente. È a prima donna italiana a ricoprire questo incarico nella Accademia con sede a San Digo (USA)


TePe Italia si tinge di rosa e sceglie di unirsi alla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori per promuovere l’iniziativa “LILT for Women - Campagna Nastro Rosa”


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi