HOME - Strumenti e Materiali
 
 
26 Luglio 2022

L’importanza di abbattere la dose radiogena emessa

È possibile adottare i nuovi protocolli a bassa dose, senza perdita di qualità diagnostica?


Negli studi Odontoiatrici sono sempre più presenti device radiologici complementari, come CBCT, ortopantomografi e radiografici intraorali, ed è sempre più importante poter acquisire immagini diagnostiche con la minor emissione di raggi e un’elevata qualità d’immagine.

Il 27 agosto 2020 sono stati introdotti nuovi principi di giustificazione, ottimizzazione e limitazione della dose radiogena, attraverso la normativa 2013/59/EURATOM.

Molti device di prima generazione non avevano protocolli a bassa dose in quanto, al tempo del loro acquisto, non esistevano normative stringenti come l’attuale. Questi device, per limitare la dose radiogena, utilizzavano FoV (Field of View o campo visivo) più piccoli.

Nelle CBCT e negli ortopantomografi moderni sono stati introdotti, invece, dei protocolli che riducono i fattori espositivi: il tempo di emissione raggi, la velocità (KV) e l’intensità dei raggi (mA).
Grazie a questi accorgimenti, riescono a limitare la dose radiogena emessa in tutti i FoV disponibili. Spesso, però, questo può comportare anche una perdita di qualità diagnostica, poiché modificando in difetto la quantità di gradi di rotazione (tempo di emissione raggi) si perde dettaglio e precisione nell’immagine acquisita.

La nuova sfida che si pone è quindi questa: come possiamo ottenere una diagnosi valida rispettando le nuove normative Euratom, garantendo una bassa dose radiogena?

Dürr Dental, da sempre attenta alle basse emissioni e alla qualità d’immagine, ha studiato un’innovativa tecnica di acquisizione con il protocollo “Pediatric & Adult Care”, che, invece di ridurre il tempo di esposizione e i gradi di rotazione, aggiunge due filtri fisici alla sorgente radiogena (uno in rame e uno in alluminio), così da ridurre alla fonte la radiazione emessa, e ottimizza in automatico i fattori espositivi (KV e mA).

Le due immagini sotto sono il confronto: 50% in meno di dose radiogena tra modalità HD e modalità PAC (Pediatric & Adult Care)

Sotto modalità HD



Sotto modalità PAC



Nelle immagini sotto, il confronto: 50% in meno di dose radiogena tra modalità HD e modalità PAC (Pediatric & Adult Care)

Sotto modalità HD



Sotto modalità PAC



Questo permette alla CBCT VistaVox di Dürr Dental di essere completamente conforme ai valori LDR (Livelli Diagnostici di Riferimento) nazionali ed europei 20/22. Il clinico potrà, dunque, eseguire esami radiografici di alto livello diagnostico tutelando al tempo stesso la salute dei pazienti.

Nella tabella sotto: confronto sulle dosi radiogene, in base all’esame diagnostico, tra LDR (livelli diagnostici di riferimento 20/22) e i valori emessi da VistaVox.






Con il contributo non condizionante di Dürr Dental Italia

Articoli correlati

Il presidente Brugiapaglia, commentando le modifiche ai controlli sugli apparecchi radiografici, ricorda il dott. Nicola Balduzzi prematuramente scomparso


Più l’età che l’esperienza mi ha insegnato che anche per le Leggi “è rigore quando arbitro fischia”, come diceva Vujadin Boskov, l’allenatore famoso per i suoi aforismi. Spesso ci...

di Norberto Maccagno


I controlli di qualità non saranno più obbligatoriamente annuali.Tra le modifiche previste: registrazione all’ISIN modificate e scadenza dell’aggiornamento della formazione più ampie


ANDI sintetizza in tre momenti il processo decisionale e descrive come dovrebbe essere elaborato il consenso informato ed il documento che accompagna la consegna delle immagini radiologiche al...


In una nota, la Società di Medicina Legale ritiene che la 101/20 non consenta l’esposizione a radiazioni ionizzanti per pratiche non mediche ed a scopi medico legali o...


Altri Articoli

Uno studio inglese indaga sulle priorità dei pazienti in tema di otturazione, il prof. Gagliani trae alcune interessanti considerazioni sul ruolo del dentista 

di Massimo Gagliani


La settimana appena conclusa ci ricorda quale sarà il tema che ci accompagnerà nei prossimi anni, quello della necessità o meno di regolamentare l’utilizzo delle tecnologie in ambito...

di Norberto Maccagno


Novità normative in tema di autorizzazioni sanitarie, tra cui la piena legittimazione delle Società tra Professionisti (StP) e ulteriori semplificazioni burocratiche


Ne ha parlato AIOP in una tavola rotonda durante il 41° Congresso Internazionale facendo anche il punto sui progetti AIOP Young e AIOP Educational


L’obiettivo aprire un tavolo di confronto con i cittadini su odontoiatria pubblica, odontoiatria sociale e tutela della salute 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Ricostruzione implantologia a distanza attraverso il paziente virtuale

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi