HOME - Approfondimenti
 
 
27 Settembre 2019

Gli strumenti già a disposizione del Fisco per scovare i cattivi contribuenti

In attesa della manovra fiscale e dell’annunciata stretta contro gli evasori, quali sono gli strumenti già operativi in mano all’Amministrazione finanziaria per controllare?

Norberto Maccagno

Come molti Governi, per trovare i fondi necessari per investire su servizi e riduzione delle tasse, anche il “Conte due” ha annunciato di voler combattere l’evasione per recuperare parte del sommerso che, se recupero completamente, potrebbe azzerare il nostro debito pubblico. Se le promesse, o minacce a seconda di quale sia il vostro “modello di contribuente”, si concretizzeranno lo sapremo già nella prossima bozza di manovra finanziaria.  

A margine dell'Assemblea Generale Onu il Premier Giuseppe Conte ha evocato un "patto con i contribuenti" e "meccanismi incentivanti della moneta elettronica", ma in realtà i suoi predecessori hanno già dato all’Amministrazione finanziaria strumenti per controllare il nostro gradi di “buoni contribuenti”. 

ISA 

Ne abbiamo parlato più volte in queste settimane, hanno sostituito gli studi di settore ma di fatto hanno lo stesso obiettivo, consentire attraverso l’elaborazione di una serie di dati forniti dal contribuente, di valutare chi sono i contribuenti a rischio ed eventualmente andare a verificarli.In questi giorni il MEF ha ribadito che i controlli non sono automatici. Le Entrate hanno chiarito che in presenza di un punteggio tra fra i 6 e 7,99 non dovrebbe esserci il rischio di un controllo.Se il punteggio è insufficiente, l’Amministrazione finanziaria potrebbe prima effettuare altre verifiche e poi attivare l’attività di controllo. In una recente circolare le Entrate spiegano, come motivare il voto insufficiente, invitando a compilare le “note aggiuntive” e “fornire elementi esplicativi” che saranno valutati prima di decidere se proseguire nell’accertamento o lasciare perdere.  

L’evasomentro 

E’ il vero “grande fratello” a disposizione del Fisco per verificare e controllare la regolarità fiscale attraverso un intreccio di dati tra cui i movimenti bancari. Se sulla base dei calcoli eseguiti risulta che un contribuente ha effettuato delle spese eccessive rispetto ai redditi comunicati, scattano gli accertamenti veri e propri attraverso la Guardia di finanza. 

Sotto osservazione, ovviamente, i risparmi, i conti correnti e le carte di credito, le obbligazioni, i prodotti finanziari, i conti deposito, le giacenze medie, i saldi iniziali e finali annuali e i flussi mensili di entrata e uscita. 

Ovviamente al contribuente verrà richiesto di motivare eventuali irregolarità presunte, in base alle motivazioni potrà scattare o meno la sanzione o un ulteriore accertamento.

Articoli correlati

Nessuna norma per l’odontoiatria ma vengono approvati due Ordini del Giorno, quello proposto dall’On. Nevi che impegna il Governo a prorogare la prima scadenza del DPCM sul profilo ASO e quello...


Stretta sulle procedure per utilizzare in compensazione i crediti tributari. Ecco cosa prevede la norma e i consigli dei consulente fiscale AIO


L’Agenzia delle Entrate è intervenuta sul tema facendo distinguo soprattutto sui dispositivi proveniente da paesi extra UE. I chiarimenti del Consulente Fiscale SUSO


Giudicati inammissibili quelli sui pagamenti tracciabili e sul profilo ASO. Ora, per risolvere la problematica delle Assistenti non rimane che la modifica del Decreto


Abolita la tassazione agevolata per chi fattura fino a 100 mila euro, confermate quelle per gli incassi fino a 65mila. I consulenti AIO spiegano come funziona il nuovo regime forfettario


Altri Articoli

Antonio De Falco

De Falco (CIMO): i medici nelle ore che dovrebbero dedicare alla formazione, devono svolgere le funzioni aziendali per sopperire alle carenze di personale


Landi (CAO Lodi): inconcepibile escludere i dentisti dalla distribuzione degli strumenti di protezione, si mette a rischio la loro salute e quella dei pazienti


Lo racconta via Skype Matteo Groppi, odontoiatra titolare di studio a Codogno. Queste le criticità sociali e professionali, ma c'è anche qualche aspetto positivo


Il SIASO rassicura i colleghi: sicure le normali procedure adottate dagli studi per la sicurezza sul lavoro. Ecco i casi in cui ci si può assentare dal lavoro e quelli non consentiti


Ai medici e dentisti sussidio sostitutivo e sospensioni dei contributi previdenziali. Intanto anche il Governo proroga i versamenti per i tributi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Ecco come vive un dentista nella Zona Rossa del Coronavirus