HOME - Approfondimenti
 
 
20 Gennaio 2020

Detraibilità solo per le spese tracciate, un emendamento vuole cancellare il vincolo

L’On Boldi presenta un emendamento al decreto mille proroghe che punta ad abolire la norma. Dalle carte emerge che l’obiettivo del Governo era risparmiare e non combattere il nero

Nor. Mac.

Dopo le forti critiche del settore dentale sulla norma contenuta in Finanziaria che consente di detrarre le spese sanitarie (ma non solo) solamente se pagate negli studi e nelle strutture sanitarie private con strumenti tracciabili, l’On. Rossana Boldi (Lega) cerca di porre rimedio e presenta un emendamento al decreto Mille Proroghe. 

“Questa stretta sui pagamenti in contanti, particolarmente in ambito sanitario, complica inutilmente la trafila degli adempimenti burocratici che i contribuenti italiani sono tenuti ad osservare per vedere riconosciuti i propri diritti in sede di dichiarazione dei redditi”, spiega l’On. Rossana Boldi, odontoiatra Vice presidente della Commissione Affari Sociali della Camera.  Una norma che per l’On. Boldi “nasce dal pregiudizio, intollerabileche contante significa evasione”.

Presunzione he per la parlamentare viene seccamente smentita in una lettera indirizzata dalla BCE proprio al Governo italiano dove si rammenta che, “la possibilità di pagare in contanti è particolarmente importante per taluni gruppi sociali, che il cash è rapido, agevola il controllo sulla spesa e costituisce l’unico mezzo di pagamento che non consente legalmente di imporre tariffe per il suo utilizzo”. 

L'Onorevole Boldi evidenza come la norma complichi gli adempimenti per i contribuenti, penalizzi la popolazione più anziana e favorisca le banche, inoltre –dice- il vicolo del pagamento tracciabile, che esclude il contante anche a fronte dell’emissione della fattura, “potrebbe paradossalmente avere l’effetto contrario a quanto previsto, e aumentare l’evasione”.  

“A fare le spese della misura introdotta –conclude l’On. Boldi- non sono i grandi evasori, ma la generalità dei contribuenti ed in particolare, la fascia più anziana della popolazione, che più delle altre ha la necessitá di rivolgersi ai medici ed alle strutture sanitarie per ricevere assistenza, anche in regime privato, e più delle altre ha difficoltà nell’adeguarsi ai nuovi strumenti di pagamento”. 

L’emendamento presentato e firmato oltre che dall’On. Boldi da una decina di altri parlamentari della Lega, punta ad eliminare il vincolo imposto dalla Legge finanziaria per le detrazioni, alle sole spese sanitarie

Dal testo dell’emendamento arriva la conferma di come il Governo, con questa norma punti ad un risparmio giocando sulla difficoltà di pagare le fatture con strumenti tracciabili o anche solo per mancata informazione del contribuente, come aveva ipotizzato il presidente CAO Raffaele Iandolo ad Odontoiatria33. 

Infatti nel comma 3-ter dell’emendamento, viene indicato che il mancato introito degli oneri previsti, se verrà approvato l’emendamento Boldi (215 milioni di euro per l’anno 2021 e 123 per l’anno 2022), sarà finanziato con parte delle risorse che rimangono inutilizzate da quanto previsto e finanziato per il reddito di cittadinanza.



Articoli correlati

Giudicati inammissibili quelli sui pagamenti tracciabili e sul profilo ASO. Ora, per risolvere la problematica delle Assistenti non rimane che la modifica del Decreto


Abolita la tassazione agevolata per chi fattura fino a 100 mila euro, confermate quelle per gli incassi fino a 65mila. I consulenti AIO spiegano come funziona il nuovo regime forfettario


Chi può detrarla, come ci si deve comportare per l’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria, e se il paziente è un minore? Questi i consigli del Commercialista


In Spagna sono finiti sotto la lente del Governo igienisti dentali e odontoiatri con partita iva che collaborano in un solo studio. Ma in Italia quali sono i limiti della collaborazione a partita...


L’On. Raffaele Nevi presenterà un nuovo emendamento che chiede il rinvio della norma di un anno. Sulla stessa linea le richieste dei CAF


Altri Articoli

Le vicende di alcune Catene spagnole, ed italiane, confermano che il vero problema per pazienti e non solo si chiama "finanza creativa" e non cure. Qualche settimane fa ricevo una mail da parte di un...

di Norberto Maccagno


Fiorile: scelta grave che non frena l’evasione fiscale e crea una situazione paradossale tra che si rivolge al pubblico e i pazienti che si rivolgono ad un dentista privato


Per Dentix Italia sono solo indiscrezioni di stampa ed assicura che non ci sono problemi per pazienti e collaboratori 


I problemi potrebbero nascere per coloro che sono esentate in Italia dal conseguire l’attestato di qualifica. Il Ministero intanto ha definito le modalità di riconoscimento per i titoli conseguiti...


Cronaca     14 Febbraio 2020

Medici e dentisti: è corsa al POS

La possibilità di detrarre le spese sanitarie solo se pagate con strumenti tracciabili ha costretto medici e dentisti a dotarsi del POS. 400% l’aumento di rischiste nell’ultimo mese


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni