HOME - Approfondimenti
 
 
28 Aprile 2021

Una buona salute orale può prevenire una forma grave di Covid-19

Una ricerca ipotizza che il virus penetri nel corpo attraverso naso e bocca, si raccolga nella saliva della bocca ed entri nella placca dentale sotto le gengive e tramite i vasi sanguigni si sposti verso le arterie polmonari


In un lavoro recentemente pubblicato sul Journal of Oral Medicine and Dental Research[1] viene delineato come un buono stato di salute delle gengive possa ridurre la gravità della malattia legata al Covid-19.  

Il lavoro è successivo alle evidenze pubblicate all’inizio dell’anno sul Journal of Clinical Periodontology, pubblicazione ufficiale dell’European Federation of Periodontology (EFP), secondo cui i pazienti con Covid-19 avevano tre volte più probabilità di avere complicazioni se avevano anche malattie gengivali[2].

La malattia gengivale, o parodontite, è una condizione comune che colpisce fino alla metà degli adulti in tutto il mondo[3].

Rispetto agli studi attuali sul percorso attraverso il quale la sindrome respiratoria acuta grave SARS-CoV-2 viene trasmessa ai polmoni, dove causa la malattia polmonare Covid-19, gli autori ipotizzano che il virus penetri nel corpo attraverso le vie aeree superiori (naso e bocca), si raccolga nella saliva della bocca ed entri nella placca dentale sotto le gengive. Quindi attraverso le gengive e i vasi sanguigni si sposti verso le arterie polmonari.

Inoltre, gli autori hanno avanzato l’idea che le gengive malate o danneggiate potrebbero indebolire la barriera mucosa della bocca e consentire al virus di entrare più facilmente nel flusso sanguigno.

Se confermato, questo modello ipotetico può fornire un fondamento logico per capire perché alcuni individui sviluppano la malattia polmonare Covid-19 e altri no” si afferma nel documento. Cambierebbe anche fondamentalmente il modo in cui viene gestito il Covid-19, fornendo una nuova linea di esplorazione nei trattamenti mirati alla fonte del serbatoio virale, la bocca”.

Gli autori aggiungono che, se corrette, “semplici misure di igiene orale antimicrobica potrebbero essere attuate non solo con l’obiettivo di ridurre il rischio di trasmissione tra individui ma anche come mezzo per mitigare il rischio di sviluppare malattie polmonari, e quindi la forma più grave della malattia”.

Il documento conclude: “Fino a prova o confutazione, l’igiene orale quotidiana e altre misure per il controllo della placca, insieme all’assistenza sanitaria orale, dovrebbero essere prioritarie per il pubblico in generale, poiché queste misure non solo migliorano la salute e il benessere orale, ma potrebbero anche essere potenzialmente salvavita nel contesto della pandemia.” 

Che cosa si può fare per prevenire le malattie gengivali

  • Lavarsi i denti con cura più di una volta al giorno utilizzando uno spazzolino manuale o elettrico.
  • Pulire quotidianamente gli spazi interdentali utilizzando uno spazzolino interdentale (o il filo interdentale se gli spazi sono troppo stretti).
  • Risciacqui orali specifici o dentifrici possono essere utilizzati in aggiunta alla pulizia per ridurre l’infiammazione.
  • Non fumare, mantenere un peso sano, seguire una dieta equilibrata, fare esercizio fisico, ridurre lo stress.
  • Nei soggetti diabetici, controllare il livello di zucchero nel sangue.

L’EFP ha recentemente editato il cortometraggio di animazione “Gum disease and Covid-19 complications”, che è pubblicamente disponibile sul canale YouTube dell’EFP a questo link.


Bibliografia

1.   Lloyd-Jones G, Molayem S, Pontes CC, Chapple I. The COVID-19 pathway: A proposed oral-vascular-pulmonary route of SARS-CoV-2 infection and the importance of oral healthcare measures. J Oral Med and Dent Res 2021;2(1)-S1.

2.   Marouf N, Cai W, Said KN, et al. Association between periodontitis and severity of COVID-19 infection: a case-control study. J Clin Periodontol 2021. doi:10.1111/jcpe.13435.

3.   Nazir MA. Prevalence of periodontal disease, its association with systemic diseases and prevention. Int J Health Sci 2017;11:72-80.


Articoli correlati

In uno studio in vitro, pubblicato sul Journal of Oral Microbiology, gli autori hanno valutato l’efficienza dell’acqua ossigenata 0,5 vol%, inserita nei circuiti idrici di riuniti...

di Lara Figini


La mozione sollecita il Governo ad attuare le procedure di risarcimento alle famiglie dei 360 medici ‘caduti’ sul campo. La posizione OMCeO di Milano in occasione del Consiglio Regionale di oggi


Uno studio italiano ha dimostrato la validità contro il Covid, il prof. Gagliani, che utilizza la sistematica, ha notato che funziona anche per le problematiche settiche in chirurgia orale

di Massimo Gagliani


I dati del FOPI indicano nell’ultimo mese un aumento del 600% di contagiati, ma nessuno è grave. L’ipotesi è che il livello di immunizzazione cominci a calare tra i primi vaccinati 


Il Ministero indica le nuove tempistiche e regole. Per il personale sanitario nessuna quarantena anche dopo contatti ad alto rischio mentre rimane la sorveglianza sanitaria


Altri Articoli

La denuncia arriva dal Congresso SIdP di Rimini. Spese che si possono ridurre con una più attenta gestione della propria igiene orale e regolari visite di controllo


Magenga (SIASO): il Contratto Collettivo Nazionale Studi Professionali è estremamente chiaro, lo stipendio deve essere corrisposto anche se lo studio è chiuso


SUSO ed il Reparto di Ortognatodonzia della Dental School Lingotto di Torino hanno dedicato un ricordo alla figura di uno dei loro fondatori


Interventi per le famiglie ma anche per imprese e studi professionali con utenze a bassa tensione. Ridotti alcuni oneri di sistema e l'iva per il gas


“Chirurgia parodontale plastica e rigenerativa” di Daniele Cardaropoli raccoglie in maniera organica le conoscenze più attuali in tema di chirurgia parodontale. Domani...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 

Annunci


CERCO
OFFRO
24 Settembre 2021
Cerco odontoiatra
23 Settembre 2021
Cerco odontoiatra
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio