HOME - Cronaca
 
 
22 Settembre 2017

Legionella, a breve revisione delle linee guida. Faraone (Ministero della Salute) annuncia aggiornamenti


Il tema del rischio contagio da Legionella torna di attualità grazie ad una interrogazione presentata dall'On. Vittoria D'Incecco (Pd) attraverso la quale è stata evidenziata la gravità dei danni derivanti dalla legionellosi e nello stesso tempo la facilità di adottare opportune politiche di prevenzione chiedendo un aggiornamento degli allegati tecnici delle linee guida adottate nel 2015.

A rispondere in Commissione Affari Sociali della Camera il sottosegretario al Ministero della Salute Davide Faraone che conferma come il tema della prevenzione della legionellosi, "costituisce, da lungo tempo, un fondamentale obiettivo di salute pubblica da parte del Ministero, ricordando le Linee guida elaborate nel 2.000 e l'aggiornamento del 2015.

"Le Linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi del 2015 -a detto in Commissione il sottosegretario- non costituiscono solo un aggiornamento delle precedenti, ma si propongono quale un testo generale ed unitario, contenente tutte le indicazioni già riportate nelle precedenti linee guida nazionali, sostituendole integralmente".

Sull'aggiornamento delle Linee guida il sottosegretario informa che "dopo la pubblicazione del nuovo documento, il Ministero della Salute e l'Istituto Superiore di Sanità hanno inteso rinnovare la collaborazione ai fini della revisione e dell'aggiornamento delle Linee guida, alla luce delle ulteriori indicazioni e conoscenze progressivamente comparse nella letteratura scientifica internazionale. "Anche l'allegato tecnico alle Linee guida, recante Metodi di prevenzione e controllo della contaminazione del sistema idrico -ricorda l'On. Faraone- costituisce oggetto di aggiornamento da parte del competente Gruppo di lavoro, il quale ha difatti ritenuto opportuno aggiornare periodicamente tutti gli allegati che comportano modifiche determinate dall'emersione delle nuove conoscenze scientifiche".

Ricordiamo come la pubblicazione delle Linee Guida del 2015, con una parte specifica sulla prevenzione nello studio odontoiatrico, aveva creato non pochi malumori nel settore chiedendo una revisione delle norme a carico dello studio odontoiatrico giudicate difficilmente adottabili. Il lavoro del Gruppo di lavoro potrebbe essere quindi l'occasione per rivedere quanto previsto per l'odontoiatria.

Nor.Mac.

18 Dicembre 2015: Linee guida sulla Legionella. Il Ministero pensa ad "indicazioni" e si confronta con le associazioni di categoria

Articoli correlati

Con la dott.ssa Ricci abbiamo approfondito il tema cercando di capire le regole, chi controlla, perché devono essere applicate anche in un settore dove il rischio è basso


Replica dell’Istituto Superiore di Sanità alle critiche verso le Indicazioni per la prevenzione del rischio legionellosi nello studio odontoiatrico


Il commento del dott. Mele alle nuove regole in tema di prevenzione della Legionellosi nello studio odontoiatrico


Secondo i dati del 2018, nessun caso certo di contagio è avvenuto nello studio odontoiatrico. Lo 0,8% dei casi notificati si erano, anche, sottoposti a cure odontoiatriche nei 10 giorni precedenti 


L’obiettivo è contenere il rischio di infezione. Il documento è rivolto a tutti coloro che sono coinvolti nell’erogazione, in ambito pubblico e privato, di prestazioni odontostomatologiche 


Altri Articoli

In occasione della quinta edizione del Dental Forum ad Asti, il 2 ottobre 2021, l’intervento “Il digitale e la nuova e-inclusion in odontoiatria” sarà focalizzato sui trend che stiamo...


Uno lavorava in un poliambulatorio medico, l’altro in un sottoscala, gli altri 2 arrotondavano facendo i buttafuori 


Agorà del Lunedì     27 Settembre 2021

Ripariamo i denti rotti

Partendo da un interessante lavoro scientifico tutto italiano, il prof. Gagliani ragiona sull’importanza della restaurativa conservativa

di Massimo Gagliani


Le STP sono escluse ma non tutte. Oltre 5 milioni di euro quanto incassato da ENPAM ma lo scorso anno solo il 50% delle società lo ha versato. Le sanzioni per gli inadempienti


La FNOMCeO in vista della scadenza di fine anno ricorda come ed in quali casi è possibile spsotare e recuperare i crediti acquisiti nei vari trienni


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 

Annunci


CERCO
OFFRO
24 Settembre 2021
Cerco odontoiatra
23 Settembre 2021
Cerco odontoiatra
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio