HOME - Cronaca
 
 
25 Giugno 2018

Confprofessioni incontra il Ministro del lavoro Di Maio

Ghirlanda (ANDI), chiede interventi per regolamentare la pubblicità in sanità


Anche la pubblicità sanitaria tra i temi dell’incontro avvenuto oggi tra il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio ed una delegazione di Confprofesisoni, composta dal presidente Gaetano Stella, Leonardo Pascazio, delegato al lavoro di Confprofessioni; dal presidente di Confprofessioni Lombardia, notaio Giuseppe Calafiori; da Franco Valente, direttore di Confprofessioni; da Francesco Monticelli, responsabile Centro studi; e da Carlo Ghirlanda, presidente ANDI.

“La partecipazione attiva di ANDI –si legge in una nota dell’Associazione- conferma la volontà nel creare una forte coesione e comunione di intenti nel quadro del comparto di riferimento, coerentemente alla dichiarata discontinuità di azione della nuova presidenza nazionale”.

Secondo quanto riportato nei comunicati stampa di ANDI e Confprofessioni, il presidente ANDI Carlo Ghirlanda “ha ribadito l’esigenza improrogabile di regolamentare efficacemente la pubblicità sanitaria e di procedere con la necessaria semplificazione delle norme amministrative e legislative in ambito odontoiatrico”.

Tema quello della pubblicità che il Ministro Di Maio (nello specifico sul gioco d’azzardo) aveva indicato tra i punti da inserire nel Decreto Dignità di prossima presentazione, che a questo punto potrebbe interessare anche regolamentare quella sanitaria, come Odontoiatria33 aveva ipotizzato.

Presidente Ghirlanda, che ha anche sottolineato l’importanza di avviare iniziative politiche attive per incentivare il lavoro odontoiatrico e favorirne il ricambio generazionale, confermando il modello di erogazione del servizio odontoiatrico tradizionale, così come storicamente presente in Italia.

“Abbiamo raccolto la disponibilità del Ministro Di Maio su numerosi temi che abbiamo sollevato: dalla lotta alla precarietà all’occupazione giovanile, dal dumping sociale al professionista 4.0”, afferma il presidente Confprofessioni Gaetano Stella. “Finalmente abbiamo trovato ascolto su un tema, quello dello split payment (strumento che scinde il pagamento del corrispettivo dal pagamento dell’Iva nelle prestazioni rese alla Pubblica amministrazione NdR) sul quale ci siamo da subito battuti per eliminare un’ingiustizia che ci colpisce direttamente. Il MISE è il luogo più idoneo per affrontare i problemi dei professionisti che innovano, investono e creano occupazione– ha aggiunto Stella. Il Ministro Di Maio ha riconosciuto la centralità delle professioni nell’economia del Paese. I liberi professionisti vogliono svolgere un ruolo di primo piano per riportare al centro del dibattito i temi del lavoro, della conoscenza e dello sviluppo”. 

Articoli correlati

Sulla questione della pubblicità e dell’informazione sanitaria, sono molte gli Ordini e le Associazioni odontoiatriche europee ad interrogarsi sulle regole che si dovrebbero indicare ipotizzando...


In queste settimane su gruppi Facebook, ma anche alcuni di voi lettori ci hanno scritto, vi interrogate su come mai ci siano ancora in giro pubblicità che propongono prestazioni...

di Norberto Maccagno


La CAO Nazionale ha approvato e reso pubbliche, inviandole ai presidenti provinciali CAO, le “raccomandazioni nell’interpretazione del messaggio informativo in odontoiatria”. “Il...


Il problema della pubblicità in sanità è sentito in tutta Europa. Il CED (Council of European Dentists), nell’ultima Assemblea Generale ha approvato un documento in cui traccia le linee per...


Non Linee guida come precedentemente ipotizzato ma Raccomandazioni per guidare le CAO provinciali nel valutare la correttezza dei messaggi informativi. Raccomandazioni che saranno raccolte in un...


Altri Articoli

Tra i temi di stretta attualità su cui il Governo (o parte di esso) dice di voler intervenire -comunque lo annuncia- c’è quello del salario minimo. Che è di fatto la copia...

di Norberto Maccagno


Quando non si ha la possibilità di utilizzare trapano, anestesia, materiali per otturazioni, tra le tecniche ed i prodotti a disposizione per trattare la carie dei denti da latte, e non solo, in...


“Apprendo con grande stupore a mezzo stampa di una presunta querela che sarebbe stata sporta nei miei confronti da parte dell’ANDI – dichiara Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e...


La Regione Toscana, con la Legge regionale n° 50, ha modificato la L.R. 5 agosto 2009 n°51 "Norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie: procedure e requisiti autorizzativi...


Avevano permesso ad un non laureato ed abilitato di curare i loro pazienti e per questo il giudice di Lucca ha condannato tre iscritti all’Albo per concorso in esercizio abusivo della...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi