HOME - Cronaca
 
 
25 Giugno 2019

Invio dei dati del reddito ad ENPAM, ANDI chiede una proroga della scadenza


Se entro fine mese il Senato approverà senza modifiche il Decreto Crescita, già approvato alla Camera, tra le misure che entreranno in vigore anche la proroga dei termini dei versamenti delle tasse per i soggetti tenuti a inviare i dati previsi dagli ISA (Indici Sintetici di Affidabilità).

La scadenza prevista era il 1 luglio, la proroga posticiperebbe il pagamento al 30 settembre mentre si avrebbe tempo fino al 30 novembre per presentare la dichiarazione dei redditi. Se sembra chiaro che in caso di proroga a beneficiarne saranno i soggetti ai quali si applicano gli ISA, non altrettanto per i titolari di partita IVA in regime forfettario e dei minimi. Non sarebbe chiaro se la nuova scadenza vale anche per loro, essendo esclusi dal presentare la documentazione ISA. 

Altro problema è quello che ANDI ha posto ad ENPAM attraverso una nota ufficiale inviata ieri 24 giugno, ma lo stesso problema si pone anche per tutti i professionisti soggetti ad ISA che versano a casse private

“In data 3 giugno 2019- scrive ANDI all’Ente di previdenza di medici e dentisti- l’ENPAM ha pubblicato nell’Area Previdenza del sito istituzionale l’obbligo di comunicare entro il 31 luglio 2019 il reddito derivante dall’esercizio dell’attività medica/odontoiatrica, prodotto nel 2018”.   

Siccome il DDl Crescita potrebbe posticipare la scadenza e quindi consentire ai contribuenti ed ai loro consulenti di completare la dichiarazione dei redditi entro il 30 settembre, ANDI ritiene “necessario un differimento dei termini anche per l’invio all’ENPAM del reddito derivante dall’esercizio dell’attività medica/odontoiatrica, prodotto nell’esercizio 2018”. 

ANDI fa anche notare come il mancato invio nei termini previsti dei dati entro il 31 luglio ad ENPAM attraverso le modalità previste, prevede una sanzione di 120 euro. 

Articoli correlati

Appello all’Europarlamento da parte di AdEPP: no alla deregolamentazione delle professioni il rischio è la liberalizzazione si trasformi in deregolamentazione creando problemi ai cittadini


Un piano di base e 4 piani integrativi a seconda delle proprie esigenze. Iscrizioni entro fine di giungo 2020, ma per i nuovi Iscritti che versano il premio entro fine dicembre la possibilità di...


cronaca     03 Dicembre 2019

ENPAM, patrimonio verso 23 miliardi

Approvato il bilancio di previsione 2020. Oliveti: continueremo a esercitare la massima attenzione al rigore dei conti


Ravennate, medico di medicina generale, è stato eletto con un’ampia maggioranza. Affiancherà il presidente Oliveti ed il Vice presidente Vicario Malagnino


Malagnino: "un giusto principio che va a compensare, in parte, quanto sottratto alla professione. Ora lavoreremo per sollecitare i controlli verso chi non ha versato"  


Altri Articoli

L’On. Nevi presenta un emendamento alla Legge Milleproroghe che punta ad abrogare l’obbligo del pagamento con mezzi tracciati per le prestazioni sanitarie rese dai privati, ecco il testo  


Fiorile, una norma che crea disagi ad anziani e famiglie e va nella direzione opposta chiesta da AIO


Per la presidente siciliana è il quarto andato consecutivo. “Lavoreremo all’insega della continuità consolidando la nostra identità volta a promuovere l’aggiornamento su tutto il territorio...


Una presidenza all’insegna della continuità promuovendo la formazione per gli odontoiatri ma anche l’informazione verso ai pazienti. Il neo presidente svela i progetti 


Un passo importante nella forte espansione dell'attività in segmenti strategici del mercato odontoiatrico


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni