HOME - Cronaca
 
 
25 Giugno 2019

Invio dei dati del reddito ad ENPAM, ANDI chiede una proroga della scadenza


Se entro fine mese il Senato approverà senza modifiche il Decreto Crescita, già approvato alla Camera, tra le misure che entreranno in vigore anche la proroga dei termini dei versamenti delle tasse per i soggetti tenuti a inviare i dati previsi dagli ISA (Indici Sintetici di Affidabilità).

La scadenza prevista era il 1 luglio, la proroga posticiperebbe il pagamento al 30 settembre mentre si avrebbe tempo fino al 30 novembre per presentare la dichiarazione dei redditi. Se sembra chiaro che in caso di proroga a beneficiarne saranno i soggetti ai quali si applicano gli ISA, non altrettanto per i titolari di partita IVA in regime forfettario e dei minimi. Non sarebbe chiaro se la nuova scadenza vale anche per loro, essendo esclusi dal presentare la documentazione ISA. 

Altro problema è quello che ANDI ha posto ad ENPAM attraverso una nota ufficiale inviata ieri 24 giugno, ma lo stesso problema si pone anche per tutti i professionisti soggetti ad ISA che versano a casse private

“In data 3 giugno 2019- scrive ANDI all’Ente di previdenza di medici e dentisti- l’ENPAM ha pubblicato nell’Area Previdenza del sito istituzionale l’obbligo di comunicare entro il 31 luglio 2019 il reddito derivante dall’esercizio dell’attività medica/odontoiatrica, prodotto nel 2018”.   

Siccome il DDl Crescita potrebbe posticipare la scadenza e quindi consentire ai contribuenti ed ai loro consulenti di completare la dichiarazione dei redditi entro il 30 settembre, ANDI ritiene “necessario un differimento dei termini anche per l’invio all’ENPAM del reddito derivante dall’esercizio dell’attività medica/odontoiatrica, prodotto nell’esercizio 2018”. 

ANDI fa anche notare come il mancato invio nei termini previsti dei dati entro il 31 luglio ad ENPAM attraverso le modalità previste, prevede una sanzione di 120 euro. 

Articoli correlati

Dopo le richieste avanzate anche da sindacati di settore, l’ENPAM ha deciso di rinviare al 30 settembre il termine per presentare il modello D per tutti i medici e gli odontoiatri...


C'è un traguardo che per molti medici e odontoiatri potrebbe essere davvero difficile da raggiungere: i 150 crediti per l'aggiornamento professionale (Ecm o educazione continua in medicina) per il...


Fino 30 settembre 2019 è possibile fare domanda per ottenere una borsa di studiodi 5 mila euro per contribuire a pagare la retta di uno dei 49 collegi universitari di merito (a questo link...


Il nuovo regolamento dell’inabilita temporanea a favore dei liberi professionisti ha rappresentato un cambio di paradigma: ha spostato questo tipo prestazioni dall’alveo di quelle assistenziali a...


“Esistono caratteristiche comuni tra la curva demografica degli odontoiatri in Italia e quella dei medici, ma siamo lontani dal potere ipotizzare un parallelo con la situazione allarmante della...


Altri Articoli

Da oltre mezzo secolo l’Acse, l’ambulatorio dei Padri Comboniani, di via del Buon Consiglio a Roma, rappresenta un punto di riferimento per tutte quelle persone costrette ai margini della vita...


Riconoscere, per legge, una valenza specialistica alla Laurea in Odontoiatria, in modo che i laureati possano partecipare ai concorsi per i ruoli dirigenziali di competenza nel Servizio Sanitario...


Henry Schein ha annunciato oggi che Henry Schein One ha acquisito Elite Computer Italia S.r.L. (Elite), un’azienda di software a servizio completo in grado di offrire soluzioni all’avanguardia...


Sulla questione della pubblicità e dell’informazione sanitaria, sono molte gli Ordini e le Associazioni odontoiatriche europee ad interrogarsi sulle regole che si dovrebbero indicare ipotizzando...


Quando la tecnologia elide l'imperfezione, nel rispetto dell'idea di tempo ben speso, è allora che la sintesi tra intelligenza artificiale e umana conquista vette altissime. Altrimenti si riduce ad...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi