HOME - Cronaca
 
 
17 Settembre 2019

Caritas italiana e DentalPro avviano un progetto di odontoiatria sociale

I centri dentistici DentalPro collaboreranno con la rete degli Empori Solidali delle Caritas diocesane per offrire cure gratis a determinati pazienti


Caritas Italiana e DentalPro hanno presentato ieri a Roma il progetto “Aiutiamo le persone in difficoltà a ritrovare il sorriso”.
Il progetto, frutto di un protocollo di intesa tra le due organizzazioni, si articolerà attraverso la rete degli Empori Solidali delle Caritas diocesane in coordinamento con gli oltre 165 centri dentistici di DentalPro presenti in 13 regioni (55 province).

Gli Empori Solidali, 186 in tutta Italia, collegati alle Caritas diocesane nell’80% dei casi, sono spazi organizzati come piccoli market, in cui le persone possono scegliere i prodotti di cui hanno bisogno, ritirandoli gratuitamente, accedendo a beni di prima necessità mediante tessere a punti. A quelli aderenti al progetto con DentalPro, si aggiungeranno, nelle prossime settimane, prestazioni odontoiatriche pro bono.

Quello avviato da DentalPro, si legge in una nota, è un “percorso di responsabilità sociale e d’impresa a favore delle fasce più deboli della società” intrapreso con Caritas Italiana.

Il progetto si articolerà in due fasi:

1) Nella prima fase, DentalPro prevede l’erogazione di cure dentistiche pro bono gratuite che si aggiungono all’attività primaria degli Empori Solidali, integrando i servizi accessori già forniti da questi enti alla collettività (sostegno nella ricerca del lavoro, sostegno scolastico, tutela legale, ecc.). Le prestazioni odontoiatriche pro bono verranno erogate all’interno di 51 Centri DentalPro coinvolti nella prima fase, individuati dal Gruppo in base ad una logica di prossimità con le sedi degli Empori Solidali. Beneficeranno del progetto 255 persone bisognose di cure e aventi diritto sezionate da Caritas Italiana. Per garantire la massima assistenza, a ogni centro DentalPro coinvolto verranno affidati alle cure 5 persone per centro (due anziani, due adulti e un bambino). 

2) La seconda fase dell’accordo ha come obiettivo, una volta completata la prima fase, di estendere il programma ad altri centri DentalPro non inclusi nella prima fase così da aumentare progressivamente il numero dei beneficiari.

Per Francesco Soddu, Direttore di Caritas Italiana, “Il progetto arricchisce la prospettiva di inclusione assunta dagli Empori per 100.000 famiglie negli ultimi dieci anni. È fondamentale incrementare opportunità di accesso a spazi e prestazioni sanitarie preclusi alle famiglie povere, la cui spesa per la salute corrisponde solo a 1/5 di quella delle famiglie non povere. Saranno i Centri di Ascolto, che accompagnano le persone sostenute dagli Empori, ad orientarle presso i centri DentalPro. Come altri servizi promossi dalle Caritas, anche a livello parrocchiale, gli Empori si caratterizzano come terminale di un sistema che provvede all’aiuto materiale nell’ambito di interventi fortemente relazionali”.

“Siamo fieri, insieme a Caritas, di aver contribuito a questo importante progetto” dichiara Michel Cohen, Fondatore e Amministratore Delegato di DentalPro “garantire l’accessibilità alle cure è uno dei valori fondamentali del Gruppo. Faremo leva sulla capillarità territoriale dei nostri centri presenti in tutta Italia, per offrire cure pro bono ai pazienti che verranno indirizzati da Caritas presso i nostri centri, offrendo loro le cure necessarie secondo i nostri alti standard di qualità”.

Articoli correlati

Landi (CAO Lodi): inconcepibile escludere i dentisti dalla distribuzione degli strumenti di protezione, si mette a rischio la loro salute e quella dei pazienti


Lo racconta via Skype Matteo Groppi, odontoiatra titolare di studio a Codogno. Queste le criticità sociali e professionali, ma c'è anche qualche aspetto positivo


Ai medici e dentisti sussidio sostitutivo e sospensioni dei contributi previdenziali. Intanto anche il Governo proroga i versamenti per i tributi


Rimandati i congressi IAO, SIDP, il test del San Raffaele a medicina ed odontoiatria ed il Congresso in occasione dei 30 anni della Scuola di specializzazione in Ortognatodonzia di Roma 


Lei era titolare della società intestataria dello studio e lui curava i pazienti ma non aveva la laurea, scoperti a Paestum


Altri Articoli

Antonio De Falco

De Falco (CIMO): i medici nelle ore che dovrebbero dedicare alla formazione, devono svolgere le funzioni aziendali per sopperire alle carenze di personale


Landi (CAO Lodi): inconcepibile escludere i dentisti dalla distribuzione degli strumenti di protezione, si mette a rischio la loro salute e quella dei pazienti


Lo racconta via Skype Matteo Groppi, odontoiatra titolare di studio a Codogno. Queste le criticità sociali e professionali, ma c'è anche qualche aspetto positivo


Il SIASO rassicura i colleghi: sicure le normali procedure adottate dagli studi per la sicurezza sul lavoro. Ecco i casi in cui ci si può assentare dal lavoro e quelli non consentiti


Ai medici e dentisti sussidio sostitutivo e sospensioni dei contributi previdenziali. Intanto anche il Governo proroga i versamenti per i tributi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Ecco come vive un dentista nella Zona Rossa del Coronavirus