HOME - Gestione dello Studio
 
 
26 Marzo 2020

Coronavisrus, il futuro passerà attraverso un patto solidale tra dentista e paziente

Video lezione del prof. Antonio Pelliccia sulle conseguenze economiche del coronavirus ed i ‘’farmaci’ necessari agli odontoiatri per ripartire


“Il futuro non si immagina ma è importante saperlo interpretare per programmare”.
A dirlo è il prof. Antonio Pelliccia in una video lezione per i lettori di Odontoiatria33 per prepararsi agli scenari economici del post coronavirus sul settore odontoiatrico, ed analizza quali potranno essere "i farmaci" a disposizione per poter ripartire in uno scenario ipotetico e parzialmente diverso da quello presente quando gli studi sono stati costretti a sospendere le attività.   

Un futuro che certamente non si può oggi definire oggettivamente perché, dice, gli scenari sono direttamente proporzionali a quanto sarà più o meno lunga la durata della chiusura delle attività economiche del nostro paese e di supporti finanziari che verranno resi disponibili in aiuto dell’economia. Prof. Pelliccia che nel suo intervento trasporta i fenomeni economici che indubbiamente saranno critici al settore odontoiatrico, settore che dovrà imparare a gestire non solo con ottimismo ed energia la ripartenza, ma anche con consapevolezza e lucidità.  

E tra i temi fondamentali della ripartenza il prof. Pelliccia indica quello della solidarietà intesa come un patto per la ripresa che deve coinvolgere tutti i soggetti. E proprio il tema sociale e solidale sarà, dice, fondamentale anche nel settore odontoiatrico. “Il dentista darà una mano al paziente e viceversa. Non servirà il marketing commerciale ma una comunicazione solidale, la capacità di saper gestire ed adattare un servizio con un modello nuovo che dovrà passare, anche, attraverso una grande empatia”. 

Prof. Pelliccia che indica in solidarietàvicinanza, concretezzaobiettività, organizzazione, le parole chiave del futuro post emergenza. 

Ma non solo, nel video vengono anche indicate le possibili azioni che si dovranno attivare che il prof. Pelliccia chiama “farmaci economici”, come ad esempio l’offrire prestazioni di qualità a prezzi accessibili. E su questo, ritiene, le nuove tecnologie avranno un ruolo determinante. 


Antonio Pelliccia è professore di Economia ed Organizzazione Aziendale a c Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Policlinico Agostino Gemelli - Università Vita e Salute Ospedale S. Raffaele di Milano. Consulente di Direzione per le Strategie di Impresa e per la Gestione Strategica delle Risorse Umane Academy Member of American Marketing Association.


_______________________________________________________________________

EDRA spa (editore di Odontoiatria33), per favorire l’informazione in questo momento particolare anche per il settore, ha deciso di lasciare fruibili a tutti i contenuti prodotti. Se volete comunque sostenere la qualità dell’informazione di Odontoiatria33 

Articoli correlati

Dopo la richiesta di chiarimenti da parte delle farmacie, sulla percentuale minima di etanolo per i prodotti disinfettanti a base alcolica, arriva la risposta dell'Istituto superiore di sanità che...


La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


Ufficialmente sul sito del Ministero le “Indicazioni operative per l'attività odontoiatrica durante la fase 2 della pandemia Covid-19”


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


Altri Articoli

Secondo i dati del 2018, nessun caso certo di contagio è avvenuto nello studio odontoiatrico. Lo 0,8% dei casi notificati si erano, anche, sottoposti a cure odontoiatriche nei 10 giorni precedenti 


Il dott. Rubino ripercorre e commenta il periodo dell'emergenza sanitaria e rivolgendosi ai cittadini dice: è fisiologico voler voltare pagina per poter ricominciare, ma è disumano dimenticare o...


In un articolo sul Corriere della Sera il presidente ANDI sottolinea le forti difficoltà del settore confermate dal fatto che “le catene internazionali stiano scappando dall’Italia”


Baruch: fondamentale informare e formare i pazienti, la loro collaborazione sarà determinante in questa fase


Una nota della CAO Nazionale ribadisce che l’odontoiatra può certificare l’assenza per malattia di un lavoratore per un periodo inferiore a dieci giorni


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni