HOME - Lettere al Direttore
 
 
24 Giugno 2019

Può un comportamento budget oriented essere compatibile con un comportamento etico? Il pensiero del prof. Carlo Guastamacchia


Caro Norberto, 

la domanda  che tu poni, in fondo al tuo DiDomenica, è una domanda che si pone qualunque uomo che intraprenda un lavoro (mestiere, professione, impegno imprenditoriale e/o aziendale): "fino a che punto il mio comportamento budget oriented (profitto) è perfettamente coerente con il comportamento (e lo spirito) etico? Etico, in questo caso, quale significante rispettoso delle necessità intrinseche del destinatario”?   

Come dentista, iscritto ad un Ordine, per praticare una professione perfettamente delineata da un Codice Deontologico, non posso aver dubbi: devo rispettare il Codice e, per la precisione, in primis et ante omnia, il suo Articolo 20, che stabilisce quale mio scopo primario quello di realizzare con il paziente una “alleanza” che si concreta con lo strumento della “comunicazione quale tempo di cura”. 

Una volta compreso questo inderogabile punto di riferimento, tutto il resto è chiarissimo: non si può concepire alcun comportamento che non rispetti questo Articolo 20…e se questo appaia semplice vuol dire che non si è compreso nulla della professione.  

Dico questo perché impostare l’alleanza partendo dal concetto di comunicazione-come-cura significa una tal massa di doveri entro i quali il “budget oriented” è veramente il fanalino di coda; meglio: il profitto è la certissima conseguenza logica dell’etica, mentre anteponendolo ad essa ecco che l’etica diviene un traguardo difficilissimo, se non impossibile, da raggiungere. 

Come testimonianza personale, infine, ecco perché tutti i miei corsi partono mettendo in doveroso secondo piano il marketing, il bilancio, il “rendiconto” economico di qualunque studio dentistico, sia esso mono-, poli-, pluri- professionale.. avanti avanti fino al “centro” dentale. 

Così facendo si mette il carro davanti ai buoi… e tanti saluti all’etica.    

Prof. Calo Guastamachia 

Articoli correlati

Marin (ANTLO): ognuno a caldeggiare le proprie necessità, perché non si è fatto fronte comune? Davanti alla salute, misero rivendicare distinguo sindacali


Considerazioni del dott. Mele che critica alcuni medici che hanno “pervicacemente cercato di spiegare quello che non sapeva e non spiegare quello che sapeva”


L’esperienza positiva, non solo in tema di vaccinazioni, del Friuli Venezia Giulia tra Regione, CAO e professione


Serena (CAO FVG): risultato è frutto di un’importante sinergia delle CAO regionali che hanno ricevuto l’appoggio della componente medica della FROMCeO 


Per il dott. Miranda non si deve sempre porre l’attenzione sull’offerta di cure ma puntare a ridurre le cure puntando sulla salute


Altri Articoli

Mentre il Parlamento europeo si interroga su di un possibile “passaporto sanitario” necessario per poter viaggiare tra gli Stati, in sanità si sta cominciando a discutere...

di Norberto Maccagno


Con un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate viene posticipata la scadenza dell’invio dei dati per fatture emesse, e rimborsate, nel 2020


Marin (ANTLO): ognuno a caldeggiare le proprie necessità, perché non si è fatto fronte comune? Davanti alla salute, misero rivendicare distinguo sindacali


Classificazione, rapporto con i pazienti e come le nuove tecnologie possono aiutare la cura, sono tra gli argomenti affrontati nel video incontro con la dott.ssa Morena Petrini


AIO chiama i tavoli ministeriali: ‘’fare presto con la legge’’. Odontoiatri a rischio convenzionamento con ASL


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La nuova visione della parodontologia: sempre più correlata alla salute generale