HOME - Normative
 
 
22 Ottobre 2018

Separatore d’amalgama, i chiarimenti del Ministero della Salute

Nor. Mac.

Con una nota firmata dal Segretario Generale del Ministro della Salute Giuseppe Ruocco vengono chiariti alcuni aspetti del Regolamento (UE) 2017/852 sul mercurio che prevede, all'articolo 10, “misure per la gestione sostenibile dell'amalgama dentale in odontoiatria” e sulla circolare del 6 agosto del Ministero dell'Ambiente. 

La nota -inviata agli organismi competenti oltre che ad Ordine e sindacati odontoiatrici, e concordata con il Ministero dell’Ambiente- intende, chiarisce il dott. Rucco, “fornire una serie di precisazioni relativamente alla tematica in oggetto, anche in relazione ad alcune interpretazioni non corrette della medesima che pure sono state riprese da organi di informazione specializzati del settore”.  

In particolare, il Ministero ribadisce che a decorrere dal 1° gennaio 2019, l'utilizzo di amalgama dentale o la rimozione di otturazioni contenenti amalgama dentale ovvero di elementi dentali con tali otturazioni, devono essere effettuate esclusivamente con l'utilizzo di riuniti odontoiatrici dotati di separatori di amalgama (conformi ai requisiti tecnici indicati dal medesimo Regolamento 852) al fine di trattenere e raccogliere le particelle di amalgama generate dalle attività sopraindicate.  

Ministero che specifica che, sempre dal primo gennaio 2019, gli studi e le strutture odontoiatriche" in cui l'amalgama dentale "viene utilizzata e/o rimossa sono obbligati a dotarsi di separatori di amalgama”.  

Come aveva anticipato Odontoiatria33 il Ministero chiarisce che negli studi in cui viene utilizzata o rimossa l’amalgama dentale, secondo le indicazioni di legge, “è necessario garantire la presenza di almeno un riunito odontoiatrico dotato di separatore di amalgama; l'uso e la rimozione dell'amalgama dentale deve avvenire utilizzando esclusivamente la postazione dotata di tale separatore”.

Altri Articoli

L’On. Alberto Volponi è "il papà" di una delle leggi la cui applicazione, o la non applicazione, è da sempre alla base dello “scontro” giudiziario tra Catene, Sindacati ed anche Ordine: la...

di Norberto Maccagno


La Consulta Nazionale dei CAF chiede un intervento del Ministero delle finanze per evitare criticità per contribuenti e prestatori di servizi


Ammessi solo quelli che riguardavano proroghe. L’On leghista prova anche la carta del ricorso ma senza successo. Tenterà altre strade


Poco più di 62 mila il numero totale, meno di 800 il saldo attivo dei nuovi iscritti nel 2019. Tra questi molte le donne


Avviso di richiamo per una serie di lotti di Abutment di guarigione Certain® BellaTek® Encode® 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni