HOME - Normative
 
 
10 Dicembre 2019

I regali natalizi dello studio e del laboratorio dal punto di vista fiscale

Quelli per i clienti e quelli ai dipendenti che si possono portare in detrazione. Come comportarsi per le cene ed altre spese di rappresentanza?

Nor. Mac.

In questo periodo pre natalizio molti studi dentistici e laboratori odontotecnici decidono di acquistare un “pensiero” per i loro “migliori” pazienti o clienti od un pensiero per i propri dipendenti. 
Ma questi regali come posso essere trattati fiscalmente? 

Come ogni anno ci viene in aiuto l’Agenzia delle Entrate che sul proprio bollettino informativo indica il modo di trattare i regali natalizi aziendali dal punto di vista fiscale 


Regali ai clienti 

Per lo studio odontoiatrico che decide di fare un regalo ai pazienti più fedeli o a quelli che nell’anno si sono affidati allo studio per cure importanti, e per i laboratori odontotecnici che decidono di acquistare un pensiero per i loro migliori clienti dentisti, la norma che regolamenta la possibilità di portare in detrazione quanto speso è la stessa. Il “Fisco” differenzia il regalo sulla base del suo costo e delle finalità.

Se il bene ha un costo inferiore ai 50 euro, non ci sono problemi e può essere portato in detrazione senza problemi anche ai fini iva, anche se questo aspetto molto spesso non interessa studi dentistici e laboratori odontotecnici.

Le spese più importanti possono essere considerate come spese di rappresentanza, che però devono sottostare ad alcune regole e non superare (l’intero importo delle spese di rappresentanze annuale) l’1% del fatturato per i lavoratori autonomi e per le piccole imprese e dell’1,5% per Srl o StP con fatturato inferiore ai 10 milioni di euro. 

Tra le spese di rappresentanza possono anche rientrare le spese sostenute per la “cena di Natale” organizzata con i dipendenti o i clienti da “coccolare” particolarmente.  


Regali ai dipendenti 

Anche questi possono essere deducibili, anche se non possono essere considerati spese di rappresentanza. Anche in questo casi vi è un limite del valore del regalo che non può superare i 258, 23 euro all’anno. Superata la cifra il regalo è comunque deducibile dallo studio o dal laboratorio ma deve essere imputato al dipendente come fringe benefit per il suo intero valore andando quindi a concorrere al suo redito complessivo.  

Sull’argomento leggi anche: 

29 Novembre 2017: Regali ai pazienti, questi gli aspetti di marketing e fiscali da considerare 

Articoli correlati

Banca d’Italia ed Agenzia delle Entrate hanno definito le regole per poter usufruire del credito d’imposta sulle commissioni pagate ai gestori di POS


Nessuna norma per l’odontoiatria ma vengono approvati due Ordini del Giorno, quello proposto dall’On. Nevi che impegna il Governo a prorogare la prima scadenza del DPCM sul profilo ASO e quello...


Stretta sulle procedure per utilizzare in compensazione i crediti tributari. Ecco cosa prevede la norma e i consigli dei consulente fiscale AIO


L’Agenzia delle Entrate è intervenuta sul tema facendo distinguo soprattutto sui dispositivi proveniente da paesi extra UE. I chiarimenti del Consulente Fiscale SUSO


Giudicati inammissibili quelli sui pagamenti tracciabili e sul profilo ASO. Ora, per risolvere la problematica delle Assistenti non rimane che la modifica del Decreto


Altri Articoli

Alessandro Baj

Test sierologici fine a se stessi o studi multicentrici di ricerca? Ne abbiamo parlato con il professor Alessandro Baj


Il Tavolo tecnico modifica il testo su mascherine e camici ed il CTS approva. Il prof Gherlone ci spiega le modifiche e parla del futuro del Tavolo Tecnico 


Alcune considerazioni del dott. Dario Bardellotto sulle possibili soluzioni per combattere gli inquinanti indoor chimici, fisici e biologici di uno studio dentistico


La Società spagnola per il diabete (SED) e la Società spagnola di parodontologia portano l’attenzione sul malato diabetico ed i rischi in questo periodo di Covid-19. Raccomandata la massima...


L’obiettivo è contenere il rischio di infezione. Il documento è rivolto a tutti coloro che sono coinvolti nell’erogazione, in ambito pubblico e privato, di prestazioni odontostomatologiche 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni