HOME - Approfondimenti
 
 
09 Dicembre 2019

SIOI alla Politica: investite sulla prevenzione orale materno-infantile

Presentato uno Position Paper in cui si chiedono 5 interventi indispensabile per intervenire sulla preoccupante situazione della salute odontoiatrica dei più piccoli


La ricerca presentata durante il XX Congresso SIOI sulla incidenza della carie infantile (numerosità e concause) indica come gli obiettivi posti dall’OMS -cioè niente carie per il 90% dei bambini entro il 2020- siano drammaticamente lontani nel nostro Paese confermato come vi sia un problema di salute pubblica al quale la Politica non sembra interessarsi. 

Una Tavola rotonda alla quale hanno partecipato i referenti di strutture pubbliche/convenzionate di odontoiatra pediatrica delle regioni Lombardia, Veneto, Toscana, Abruzzo, Lazio e Campania ha poi permesso di analizzare i dati ed avanzare delle proposte. I temi sono stati sintetizzati in un Position Paper che la SIOI poterà alle Istituzioni in ambito sanitario ed al Ministro della Salute chiedendo interventi mirati. 

Come Odontoiatria33 aveva informato, i dati emersi dalla ricerca SIOI evidenziano una lacuna culturale dei genitori che non considerano la carie come malattia infettiva e ignorano i principi di trasmissione verticale e orizzontale della malattia cariosa.


Poca attenzione alle pratiche dell’igiene domiciliare e ad una corretta alimentazione  che si ripercuote sulla salute dei propri figli fin dall’eruzione dei primi dentini e cresce con l’età. I dati dimostrano, infatti, come la malattia cariosa sia in aumento soprattutto nei ragazzi di 12 anni con una prevalenza del 40%. 

Nonostante i LEA (DPCM 12 gennaio 2017) prevedono che siano erogate le principali prestazioni odontoiatriche per tutti i soggetti da 0 a 14 anni, con un focus principalmente incentrato sulla prevenzione, il “pubblico” fatica da dare risposte efficaci in particolare, hanno evidenziato i partecipanti alla tavola rotonda SIOI, per questioni economiche. Ma anche per la riduzione dei centri di odontoiatria pubblica, la loro esternalizzazione e la complessa sovrapposizione di normative, regolamenti, nazionali e regionali rendano impossibile tutelare la salute orale dei bambini in Italia. 

Tra le criticità evidenziate anche quelle legate all’esclusione di trattamenti endodontici sui denti decidui, pagamento generalmente richiesto a tutte le fasce di popolazione (vulnerabili sanitari, sociali, popolazione generale) del manufatto/terapia ortodontica intercettiva, terapia ortodontica in età evolutiva (classe IONT 4°, 5° garantiti dai LEA , non coprono la necessità di trattamento di malocclusioni con prevalenza compresa tra il 60% e l’80%).  

Ricordando come l’aumento della quota della sanità pubblica è totalmente a carico dei cittadini ed è passata dal 37,3% al 40.3% nel 2019; che 12.634.000 individui sono stati costretti alla riduzione delle spese sanitarie a causa di problemi economici nel 2019; che l’odontoiatria è un indicatore dello stato di povertà, SIOI chiede alla Politica che venga preso atto della situazione di emergenza in cui versa l’assistenza odontoiatrica in età evolutiva nel nostro Paese evidenziando, anche, la disparità di trattamento e di terapie su tutto il territorio nazionale e l’esclusione dal nomenclatore di erogabilità di alcune prestazioni ritenute necessarie. 

La proposta del SIOI è quella di:

  • Ampliare l’erogazione delle terapie orto-pedodontiche intercettive comprensive dei manufatti di laboratorio in età evolutiva. 
  • Attivare programmi di prevenzione orale materno-infantile in tutto il territorio italiano.
  • Visite gratuite 18-24 mesi.
  • Applicazione gratuite dei protocolli di prevenzione a 6 anni di età (visite, sigillature, fluoroprofilassi).
  • Follow up annuali gratuiti.     

Articoli correlati

Documento INAIL fornisce indicazioni sulle corrette procedure di utilizzo dei termometri infrarossi senza contatto, utilizzati per il controllo della temperatura corporea 


Vecchiati (COI): mettiamo a disposizione del Ministero la nostra esperienza ventennale nell’organizzare ed attivare progetti di odontoiatria sociale in Italia e nel mondo


Una ricerca dell’Università di Palermo e di Foggia analizza la situazione ed ipotizza le scelte e le strategie da apportare sulla base delle peculiarità professionali. I commenti delle...


Iandolo (CAO): “Coinvolgere gli odontoiatri nella campagna, e vaccinarli per primi, insieme al personale di studio”. Chiesta anche la proroga dell’esenzione IVA sui DPI


Secondo una nuova guida emessa dai Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) degli Stati Uniti, le mascherine facciali possono proteggere chi le indossa e gli altri dall'infezione da...


Altri Articoli

Documento INAIL fornisce indicazioni sulle corrette procedure di utilizzo dei termometri infrarossi senza contatto, utilizzati per il controllo della temperatura corporea 


Anche le spese per le cure odontoiatriche concorreranno al numero di acquisti minimi necessari per ottenere il contributo del 10%. Al via la sperimentazione per il periodo natalizio. 


Finto dentista multato anche per non aver rispettato le norma anti Covid, ora al vaglio la situazione fiscale


L’American Dentist Association ha chiesto al Center for Disease Control and Prevention di includere gli odontoiatri fra i professionisti della salute a cui verrà somministrato il vaccino contro...


Il Consiglio generale della Confederazione ha eletto la nuova giunta esecutiva per il prossimo quadriennio. Alla vice presidenza il notaio Claudia Alessandrelli


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il prof. Burioni spiega come funzionano i test Covid e dà qualche consiglio agli odontoiatri ed igienisti dentali