HOME - Endodonzia
 
 
26 Febbraio 2019

Restauri diretti o indiretti per denti trattati endodonticamente?

di Lorenzo Breschi


I denti trattati endodonticamente sono più suscettibili al fallimento biomeccanico rispetto ai denti vitali, principalmente a causa della quantità di struttura interna del dente che viene rimossa durante il trattamento endodontico e la perdita di tessuto duro coronale.

Il modo migliore per ripristinare i denti trattati endodonticamente è stato ampiamente discusso, ma è ancora controverso riguardo al miglior tipo di restauro finale.

Tipologia di ricerca e modalità di analisi
Una revisione sistematica pubblicata sul Journal of Adhesive Dentistry del marzo 2018 ha confrontato i risultati del trattamento di restauri permanenti diretti e indiretti, analizzando la sopravvivenza e il successo restaurativo ed endodontico, con l'obiettivo di fornire suggerimenti clinici.

Gli autori hanno esaminato, dopo una ricerca su diversi database di articoli in lingua inglese, 3497 studi, di cui solo 9 hanno soddisfatto i criteri di inclusione.Tradizionalmente, la maggior parte degli odontoiatri preferisce optare per l’esecuzione di corone in caso di denti trattati endodonticamente; tuttavia, queste potrebbero non essere sempre necessarie.

Secondo alcuni studi sui denti vitali, dopo un esteso danno causato dalla carie o dal trattamento endodontico, le corone sono ancora cruciali per fornire sufficiente protezione coronale nei denti trattati endodonticamente.

I restauri diretti in composito sono principalmente indicati per i denti con perdita della struttura dei denti minima o moderata. Tuttavia, la decisione se posizionare una corona o un restauro a copertura parziale dovrebbe dipendere anche dai requisiti funzionali e dalla quantità di struttura del dente rimanente.

Conclusioni
Sulla base delle prove attuali, vi è una scarsa raccomandazione nella scelta dei restauri diretti nel caso di denti trattati endodonticamente, in particolare per quelli con ampio danno coronale.

I restauri indiretti, principalmente costituiti da corone, hanno una sopravvivenza a breve termine (a 5 anni) e a medio termine (a 10 anni) superiore rispetto ai restauri diretti. Anche i restauri indiretti hanno mostrato migliori proprietà estetiche, funzionali e biologiche, ma nessuna differenza nel successo restaurativo a breve termine (≤5 anni) o nel successo endodontico.

Per approfondire
Shu, Xin, Mai, Qing-qing, Blatz Markus, Price Richard, Wang Xiao-dong, Zhao Ke. Direct and indirect restorations for endodontically treated teeth: A systematic review and meta-analysis. J Adhes Dent 2018;20(3):183-94.

Al link l'approfondimento in lingua inglese su Dentistry33

Articoli correlati

In campo endodontico, i ritrattamenti stanno aumentando di numero. La percentuale media di successo è quasi dell’80%, ma la diversa impostazione clinica, le dimensioni della...

di Massimo Gagliani


ObiettiviIllustrare l’esecuzione di un intervento di endodonzia microchirurgica attraverso un approccio di tipo mininvasivo, accurato e sotto controllo operativo in tempo reale...


Antonella Polimeni

La prof.ssa Antonella Polimeni presenta la seconda edizione di un testo didattico in cui vengono esaminati tutti gli aspetti relativi al trattamento dei pazienti in età evolutiva


Arnaldo Castellucci incontrerà venerdì a Bologna i lettori per presentare la sua nuova pubblicazione sull’Endodonzia Microchirurgica


Intervista al presidente SIE alla vigilia del Congresso Nazionale. Vittorio franco: è una delle più importanti branche dell’odontoiatria che merita di essere “specialità” 


Altri Articoli

La Consulta Nazionale dei CAF chiede un intervento del Ministero delle finanze per evitare criticità per contribuenti e prestatori di servizi


Ammessi solo quelli che riguardavano proroghe. L’On leghista prova anche la carta del ricorso ma senza successo. Tenterà altre strade


Poco più di 62 mila il numero totale, meno di 800 il saldo attivo dei nuovi iscritti nel 2019. Tra questi molte le donne


Avviso di richiamo per una serie di lotti di Abutment di guarigione Certain® BellaTek® Encode® 


Abbiamo sottoposto al componente odontoiatra della Commissione nazionale ECM Alessandro Nisio alcuni dubbi e quesiti posti dai nostri lettori. Ecco le sue indicazioni e i consigli


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni