HOME - Normative
 
 
05 Settembre 2019

Versamenti (o prelievi) di contante, partite le verifiche

Bankitalia controllerà le movimentazioni sospette oltre i 10 mila euro, ma l’alert potrà scattare anche su somme più contenute


Dal primo di settembre la nostra banca, il nostro intermediario finanziario o l’ufficio postale dove abbiamo il conto, diventano “suggeritori” dell’amministrazione finanziaria essendo obbligati a comunicare, mensilmente, la movimentazione di contati (e non solo) sul nostro conto corrente. 

A chiarire come dovrà funzionare questo sistema di controllo è stata la Banca d’Italia, il 22 agosto scorso, quando sul proprio sito ha pubblicato una serie di Faq sul tema.

L’obiettivo, ovviamente, è quello di combattere l’evasione fiscale e la norma di riferimento è quella antiriciclaggio approvata nel marzo scorso. Sotto osservazione, con obbligo di segnalazione, sono i movimenti di contanti superiore ai 10.000 euro mensili.

Chi ha più conti correnti sulla stessa banca i versamenti ed i prelievi in contanti vengono sommati tra i vari conti (su di uno vengono depositati 4 mila euro in contanti, sull’altro si preleva 6 mila euro, la segnalazione scatta perché la somma fa 10 mila). Ma non sempre la soglia critica sarà quella oltre i 10 mila euro, l’attenzione, spegnano da Bankitalia, potrà scattare anche per i prelievi o i versamenti sopra i mille euro

Secondo notizie di stampa, sia la Guardia di Finanza che le Entrate, sottolineano come le segnalazioni non implicheranno controlli automatici ma potranno essere utilizzate per incrociare i dati di chi utilizza con troppa frequenza il contante. 


Limite utilizzo del contante per pagamenti o transazioni 

La nuova normativa non modifica invece quella esistente sul limite dell’utilizzo del denaro contante per transazioni che rimane a tremila euro. Oltre la soglia si deve utilizzare strumenti tracciabili.

Articoli correlati

La legge di stabilità 2016 innalza da mille a tremila euro il limite per l'uso del contante. Da gennaio di quest'anno medici e dentisti possono accettare pagamenti da pazienti, o effettuarne...


Dopo le tante polemiche nate per  la presentazione da parte del Consiglio dei Ministri della Delega fiscale ed in particolare dell'Art. 15 che introduce una sanzione dal 10 al 15% sui prelievi...


Le norme in materia di antiriciclaggio hanno imposto il divieto dell'utilizzo dei contanti per i pagamenti superiori ai 999,99 euro. Ma come si deve comportare il dentista se la fattura supera il...


L’intervento legislativo decretato dal governo “Monti”, (come già evidenziato nell’articolo del 20 gennaio), ha posto un ulteriore limite all’importo di trasferimento di denaro contante o...


Altri Articoli

La domanda lanciata nell’Agorà del Lunedì di oggi è: ci sono denti rotti da riparare più del solito? Ma prima di rispondere dovete leggere le considerazioni del prof. Gagliani


SIdP: curare l’infiammazione delle gengive fa abbassare fino al 30% e per almeno 6 mesi i principali fattori di rischio cardiovascolare ma con un buon controllo della placca batterica è...


Paglia: la prevenzione della salute orale deve prevedere un approccio materno-infantile, migliorare il benessere di madri, neonati e bambini è la chiave per la salute della prossima generazione


Quale è il valore della sentenza del consiglio di Stato e quali le implicazioni pratiche sulle due professioni? Il parere dell’avvocato Giungato


Bando della Foundation Nakao for Worldwide Oral Health: obiettivo l’assegnazione di finanziamenti per la ricerca. Candidature fino all’11 dicembre 2020


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio