HOME - Igiene e Prevenzione
 
 
14 Ottobre 2015

Stomatite da protesi. Uno studio inglese ha studiato le origini indicando I 5 fattori favorenti

di Davis Cussotto


La  Candida è da sempre ritenuta la  responsabile delle stomatiti nei portatori di protesi totale. Un recente studio pubblicato su PLOS evidenzia che la situazione è più complessa e si può parlare di un vero e proprio microbioma (l'insieme dei microganismi simbiotici del canale alimentare) caratteristico del  portatore di protesi mobile.

Lindsay E. O'Donnell, della the Glasgow Dental School, ha guidato un gruppo di ricercatori Olandesi e Britannici nello studio che ha confrontato le differenze nel microbioma orale tra i portatori e i non portatori di protesi mobile.

La stomatite da protesi è una affezione che colpisce dal 30 al 70% dei portatori di protesi mobile ha 5 fattori favorenti:

1) L' instabilità del manufatto protesico che causa traumi alle mucose
2) La  riduzione del flusso salivare
3) L'uso di farmaci sistemici
4) Il fumo
5) L'abuso di alcoolici trova nella Candida Albicans il fattore eziologico principale

Per realizzare lo studio i ricercatori hanno coinvolto 123 pazienti, 80 donne e 43 uomini con età media di 70,7 anni.
Di questi, due terzi è portatore di protesi totale superiore mentre i rimanenti di protesi parziale con almeno un dente naturale ancora presente in bocca.

Il 37 % del campione ha avuto episodi di stomatite.

I ricercatori hanno   incluso nell' indagine:

A) Campioni di flora batterica prelevata dalla protesi mobile con ultrasuoni poi coltivati su appositi terreni di cultura

B) Lo studio dei peptidi antimicrobici o AMP un gruppo diversificato di molecole attive nella   prima risposta immunitaria contro i patogeni; prelevati dalla saliva sono stati titolati con  le tecniche ELISA.

La scoperta di rilievo è che i campioni provenienti dalle protesi erano costituiti prevalentemente da Bacilli e Actinobatteri che  costituiscono solo una frazione limitata(30%) nella placca batterica "fisiologica" della cavità orale. La titolazione degli AMP non ha mostrato alcuna correlazione con la stomatite.

La dentatura naturale residua, anche se presente in pochi siti, influenza la composizione del microbioma che tende a modificarsi nei casi di edentulia completa.
Questa indagine, che necessita di ulteriori approfondimenti, può certamente portare a cambiamenti dei protocolli terapeutici.

A cura di: Davis Cussotto, odontoiatra libero professionista Twitter @DavisCussotto

Articoli correlati

Nel giorno (ieri 7 giugno) in cui il Consiglio Regionale della Lombardia ha accettato le dimissioni di Fabio Rizzi, l'ex consigliere coinvolto nello scandalo sugli appalti per i servizi odontoiatrici...


L'aspettativa di vita della popolazione è in aumento nei paesi sviluppati, di conseguenza diventa fondamentale il miglioramento della salute generale e quindi anche della salute orale per una...


FederAnziani Senior Italia attraverso il suo Centro Studi SIC Sanità in Cifre ha passato sotto la lente di ingrandimento 3.200 questionari rivolti agli over 60 per redigere il I Rapporto su...


L'overdenture su impianti è una scelta affidabile, funzionale ed esteticamente valida per la riabilitazione della mandibola edentula? Per rispondere a questa domanda Berardini e Di Iorio,...


Nel 2013 GSK, azienda leader nell'Oral Care e con il marchio Polident nei prodotti dedicati al portatore di protesi mobile, aveva evidenziato come i dentisti non dedicassero il tempo necessario a...


Altri Articoli

Si chiama “Costituente delle Idee” il progetto presentato dal PD che lo definisce “uno strumento per chiamare a raccolta una parte del Paese che vuole combattere”. “Dovrà essere una...


Dopo aver raccolto più di 400 reclami dai propri iscritti, di cui quasi 200 arrivati nel primo semestre 2019, AltroConsumo ha deciso di rivolgersi all’Autorità Garante della Concorrenza e Mercato...


“Bene la flat tax delle famiglie, ma non lasciamo a metà il lavoro fin qui fatto su professionisti e partite Iva. Bisogna infatti allargare il regime agevolato anche agli studi professionali,...


La FNOMCeO prende atto della delibera dell’AGCM sulle quote societarie delle StP ma ritiene che l’interpretazione letterale della norma di cui all'art. 10, comma 4, lett. b), legge n....


In queste settimane su gruppi Facebook, ma anche alcuni di voi lettori ci hanno scritto, vi interrogate su come mai ci siano ancora in giro pubblicità che propongono prestazioni...

di Norberto Maccagno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi