HOME - Protesi
 
 
06 Ottobre 2023

Corona singola su impianto avvitata

Caso clinico di una riabilitazione attraverso un impianto singolo, mediante tecnica avvitata utilizzando interamente tecnologie digitali

di Alessandro Preti

L’impianto singolo è certamente una tipologia di riabilitazione in cui l’utilizzo del software CEREC semplifica moltissimo i passaggi per la protesizzazione. È opportuno specificare che, con la modalità di progettazione implantare dedicata di CEREC, è possibile protesizzare solamente l’impianto singolo, mediante tecnica avvitata; questo poiché ci si avvale di blocchetti già forati in fase di produzione in fabbrica.

Anche di questo ne parlo nel libro pubblicato con EDRA  un libro dal titolo “Capire il Cerec. Il pensiero digitale innovativo per la Single Visit Dentistry”. 

L’utilizzo di questa tipologia di blocchetti è il vero vantaggio di tale tecnica, che elimina qualsiasi probabilità di errore legata alla precisione moncone-restauro, dato che questo parametro è già stato valutato e creato in fabbrica e non è possibile alterarlo.

Starà quindi a noi progettare e fabbricare un restauro senza creare problematiche a una tecnica che racchiude tutte le caratteristiche di affidabilità e precisione che ricerchiamo.

Va ricordato che:

  • il TiBase è il moncone vero e proprio, avvitato all’impianto, sul quale andrà cementata definitivamente la corona (o il pilastro) fabbricata e che possiede un sistema anti-rotazionale di riferimento;
  • lo scan body è il componente di plastica monouso che si posiziona correttamente alloggiato con il sistema anti-rotazionale e servirà solamente come riferimento al software per conoscere l’esatta posizione dell’impianto (il pin di connessione in fabbricazione, nella corona a vite, risulterà posizionato 90° in senso orario rispetto al sistema anti-rotazionale);
  • lo scan post è un ausilio che viene avvitato all’impianto, sul quale si posiziona lo scan body, allo scopo di facilitare, talvolta, la fase di acquisizione.  

Nella pagina imposta asse modello posizioniamo correttamente il nostro modello prendendo come riferimento, in questo caso, la posizione della sede dell’elemento 25 (fig. 1).


Fig. 1 Imposta asse modello: allineamento corretto considerando la posizione in sede dell’elemento 25


La pagina successiva prende il nome dall’azione necessaria, ovvero “fai clic sulla testa del corpo di scansione”; in questa pagina dobbiamo solo controllare che il software abbia riconosciuto correttamente il nostro scan body.

Come possiamo notare, la forma posizionata in testa allo scan body, che è una piramide isoscele (e, quindi, una freccia), punta in direzione distale. Considerando 90° in senso orario, ci aspettiamo, in “fabbricazione”, il pin di connessione in posizione palatale (fig. 2).


Fig. 2 Fai clic sulla testa del corpo di scansione: riconoscimento dello scan body da parte del software


In “modifica linea di base” vediamo proiettata l’immagine che spesso ci viene presentata quando passiamo da “acquisizione” a “modello”; tale immagine ci mostra il modello sezionato e una proposta automatica di morfologia di emergenza del nostro restauro (fig. 3).


Fig. 3 Modifica linea di base: “modello sezionato” attivato e linea di base anatomica


Rimuovendo il modello sezionato e aggiungendo il corpo di scansione superiore, in trasparenza possiamo valutare la corrispondenza e, quindi, il corretto matching tra il nostro scan body e il TiBase virtuale (gli anti-rotazionali devono corrispondere e la linea rossa tratteggiata deve uscire dal vertice della piramide) (fig. 4).


Fig. 4 Modifica linea di base: TiBase digitale e valutazione della corretta rilevazione digitale


Passando in “progettazione” abbiamo la prima proposta individuale biogenerica (fig. 5).


Fig. 5 Progettazione: prima proposta individuale biogenerica


Ci occupiamo subito della morfologia extra-gengivale del nostro restauro utilizzando gli strumenti “variazione biogenerica”, “circolare”, in strumenti forma macroscopico, per la chiusura di eventuali zone di spessore minimo, e “regola punti di contatto” per il molaggio selettivo occlusale e le sistemazioni mesiale e distale (figg. 6-8).


Fig. 6 Progettazione: utilizzo dello strumento “variazione biogenerica”


Fig. 7 Progettazione: strumento forma macroscopico “circolare” per la chiusura degli spessori minimi


Fig. 8 Progettazione: strumento “regola punti di contatto” per il molaggio selettivo occlusale

Articoli correlati

eventi     04 Marzo 2024

Digital Dental Week

A marzo una settimana di eventi online dedicata all’odontoiatria digitale grazie ad EDRA. Scopri gli appuntamenti e gli eventi gratuiti


La terza giornata è dedicata al digitale in estetica ed ortodonzia. Le anticipazioni delle relazioni dei dottori Poggio e Cocconi


Il paziente può richiedere il file della progettazione; insieme al dispositivo l’odontotecnico deve consegnare anche il file; quali sono i documenti per la gestione della privacy tra studio e...


Pensato per persone con disabilità è una sorta di trackpad inserito in una mascherina trasparente posizionata nell’arcata superiore e realizzata con una stampante 3D 


La terza giornata è dedicata al digitale in chirurgia ed implantologia. Le anticipazioni delle relazioni dei dottori Borgonovo e Scaringi


Citando uno studio coreano, il prof Gagliani ricorda a odontoiatri e igienisti dentali che il trattamento della perimplantite non deve essere considerata una singola procedura, ma un ciclo continuo...

di Massimo Gagliani


Nella puntata inaugurale del 2024 del Clinical Arena abbiamo deciso di affrontare una delle tematiche più richieste tra i nostri lettori ossia gli impianti in zirconio.Uno degli obiettivi della...

di Dino Re


Per la rubrica 20 Minutes Digital Workflow incontriamo la dott.ssa  Ioana Datcu per conoscere il suo approccio  alla cure mini invasive  grazie all’utilizzo delle  nuove tecnologie


Uno studio in vitro valuta l'effetto della configurazione della testina dello spazzolino da denti e dell’abrasività del dentifricio sullo sviluppo di lesioni cervicali non...

di Lara Figini


Per la rubrica 20 Minutes Digital Workflow, il dott. Alessandro Cucchi presenta alcuni casi di rigenerativa ossea in estere atrofie con deficit orizzontali e verticali utilizzando la bolla del Bichat...


Nella restaurativa diretta, prevalentemente per il trattamento del settore frontale, recentemente è stata introdotta una nuova metodica: La Injection Molding Technique, che...

di Dino Re


Immagine di repertorio

Tassi di successo e di sopravvivenza delle corone singole in metallo-ceramica a confronto con quelli dei restauri in resina composita applicati su denti devitalizzati con perni in...

di Lara Figini


Altri Articoli

Sembra una ovvietà ma non credo che questa affermazione sia un percepito di voi dentisti quando si parla di società odontoiatriche, di “Catene”.Invece l’aveva chiaro il legislatore quanto nel...

di Norberto Maccagno


Di Marco: “non sussiste alcuna subordinazione dell’Igienista dentale rispetto all’Odontoiatra, bensì vi è una proficua e paritetica sinergia nell’interesse della...


Proseguendo la collaborazione con TeamSmile per altri due anni l'azienda compie un ulteriore passo avanti verso il raggiungimento di uno degli obiettivi centrali del suo programma...


Per approfondire l’odontoiatria digitale. Scopri gli appuntamenti e gli eventi gratuiti per odontoiatri ed odontotecnici


Immagine di repertorio

Molti pazienti avevano già versato anticipi per le cure o attivato finanziamenti. Le indicazioni di Adiconsum e della CAO Oristano. Da valutare le responsabilità degli odontoiatri e del direttore...


E' online il corso FAD ECM su Medicina estetica odontoiatrica, relatore Michele Cassetta. Un corso per approfondire ma anche solo capire le possibilità che si sono aperte per lo studio odontoiatrico


In collaborazione con Curasept fino al 13 aprile un doppio appuntamento quotidiano per per raccontare i benefici dell’igiene orale e della cura della bocca


Una guida ENPAM sulle tutele previste per l’inattività temporanea, ma scattano dal 31° giorno di inattività. Per essere coperti sempre, serve anche una polizza ad hoc


Ne abbiamo parlato con la dott.ssa Maria Grazia Cannarozzo in occasione del lancio del corso FAd Edra sul tema


La terza giornata è dedicata al digitale in estetica ed ortodonzia. Le anticipazioni delle relazioni dei dottori Poggio e Cocconi


Ancora due mesi di tempo per i fabbricanti di disposivi medici su misura che devono rifare l’iscrizione al nuovo Registro telematico dei fabbricanti


Il primo italiano ad avere l’onore di aprire la Convention annuale tenendo la Buonocore Memorial Lecture, riconoscimento riservato a pochissimi professionisti al mondo


Tra coloro che soffrono di edentulia più o meno estesa, solo la metà ritiene di poterla ripristinare con una soluzione protesica, fissa o rimovibile. Discriminate il fattore culturale e sociale


Il 22 e 23 febbraio a Chicago, nel corso della settimana del Midwinter Meeting, si è svolto il 95° Congresso di American Prosthodontic Society. L’American Prosthodontic Society, fondata nel...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


12 Febbraio 2024
Vendo immobile adibito a studio odontoiatrico dal 1960

Vendita a Chiasso centro, in Svizzera, immobile adibito dal 1960 a studio odontoiatrico composto da quattro unità operative, con autorizzazione sanitaria. Per informazioni contattare Marzio Negrini: cell. whatsapp +393756589128

 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi