HOME - Cronaca
 
 
25 Novembre 2021

Abusivo e prestanome denunciati a Torino

Paziente si lamenta in studio per cure mal fatte, gli animi si accendono e interviene la polizia che scopre che uno dei dentisti dentista non è


Una paziente, a quanto pare non più tanto paziente, dopo essersi sottoposta nel 2020 ad un intervento di implantologia (costo 6 mila euro), comincia ad avere problemi: dolori, sanguinamenti.Nulla di importante, “suggestioni”, gli avrebbe detto il dentista che l’ha curata, stando alla ricostruzione fatta dalla stampa locale. Il presunto dentista sarebbe un uomo di 58 anni che lavora nello studio di un vero dentista di 72 anni iscritto all’Ordine di Torino. 

I problemi continuano fino a quando la protesi si “stacca”, la paziente trona dal dentista che non sembrerebbe riuscire a risolvere il problema, così la donna si rivolge anche al pronto soccorso dell’ospedale dove le consigliano di richiedere la cartella clinica e la documentazione sulle cure ricevute. Tornata nello studio la paziente si vede proporre un nuovo lavoro a patto che sottoscriva una liberatoria con il quale sollevasse da responsabilità i due medici: ovviamente la signora si è rifiutata di sottoscrivere il documento.

A questo punto, e siamo ai giorni scorsi ricorda sempre la stampa locale, la paziente sbotta e litiga con il personale fino a rendere necessario l’intervento di una pattuglia della Polizia. Sentite le varie parti in causa e fatti i dovuti accertamenti, gli agenti scoprono che l’uomo di 58 anni non era un dentista e che, con il vero odontoiatria titolare dello studio, erano già stati denunciati nel 2020 sempre per esercizio e concorso in esercizio abusivo della professione medica.

I due sono stati nuovamente denunciati e lo studio posto sotto sequestro. 

Articoli correlati

Fino a quattro cinque anni fa, Odontoiatria33 pubblicava almeno una o due notizie di cronaca legate a abusivi e prestanome denunciati a settimana. Da sempre ho deciso di...

di Norberto Maccagno


Avrebbe realizzato una protesi direttamente al paziente nel suo laboratorio. Dovrà anche risarcire il paziente


Immagine di repertorio

Scoperto dalla Guardia di Finanza di Foligno. Durante la perquisizione rinvenuta anche della marijuana. Guarda il video


In provincia di Vicenza denunciato per esercizio abusivo un dentista che nonostante fosse sospeso dall’Ordine continuava a lavorare. Sequestrato anche lo studio


A Vicenza denunciato un dentista sospeso perché non vaccinato con la terza dose sorpreso a lavorare. La giustificazione: non sapeva del provvedimento dell’Ordine


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi