HOME - Normative
 
 
25 Marzo 2022

In Gazzetta Ufficiale il Decreto riaperture

Confermato il graduale allentamento delle restrizioni per i cittadini mentre per i sanitari la fine degli obblighi viene posticipata di sei mesi


Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale entrano in vigore le norme contenute nel Decreto approvato in Consiglio dei Ministri il 17 marzo scorso e che ora passerà al vaglio del Parlamento che potrà modificarlo.

Oltre all’abolizione dello stato di emergenza previsto per il 31 marzo, il provvedimento definisce una serie di nuove tempistiche che consentiranno un lento ritorno alla normalità ridefinendo, per esempio, l’uso delle mascherine, del green pass e dell’isolamento in caso di positività o di contatto stretto con un soggetto positivo anche a scuola.

Con la fine dello stato di emergenza termia anche il lavoro del Commissario Figliuolo, ma viene istituita una unità di emergenza in capo al Ministero della Salute, verrà nominato a breve un responsabile con gli stessi poteri del Generale Figliuolo, con il compito di portare a completamento la campagna vaccinale e per l’adozione di altre misure di contrasto alla pandemia eventualmente necessarie.

Per quanto riguarda i sanitari nessuna novità, anzi l’obbligo vaccinale che sarebbe scaduto il 30 giugno 2022 viene prorogato fino al 31 dicembre 2022, così come non sono previsti allentamenti per le misure di prevenzione da adottare durante lo svolgimento della attività clinica.

Viene invece chiarito che per il sanitario sospeso perchè non vaccinato, “In caso di intervenuta guarigione l'Ordine professionale territorialmente competente, su istanza dell’interessato, dispone la cessazione temporanea della sospensione, sino alla scadenza del termine in cui la vaccinazione è differita in base alle indicazioni contenute nelle circolari del Ministero della Salute. La sospensione riprende efficacia automaticamente qualora l’interessato ometta di inviare all'Ordine professionale il certificato di vaccinazione entro e non oltre tre giorni dalla scadenza del predetto termine di differimento”.

In una nota inviata ai presidenti provinciali OMCeO e CAO il presidente Filippo Anelli sottolinea “che fino al 31 dicembre 2022 l’obbligo vaccinale per gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario costituisce requisito essenziale per l'esercizio della professione e per lo svolgimento delle prestazioni lavorative dei soggetti obbligati, salvo il caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal proprio medico curante di medicina generale ovvero dal medico vaccinatore”.    


Articoli correlati

“Tornare a una gestione ordinaria del rischio, lasciando agli Ordini le valutazioni deontologiche”. La quasi totalità dei medici e degli odontoiatri ha adempiuto all’obbligo vaccinale: meno...


In provincia di Vicenza denunciato per esercizio abusivo un dentista che nonostante fosse sospeso dall’Ordine continuava a lavorare. Sequestrato anche lo studio


In una lettera al Ministro della Salute le criticità verso l’ultima circolare sull’obbligo vaccinale per gli amministrativi e con le regole per chi è guarito


Carabinieri del Nas eseguono 10 misure cautelari: 25 gli indagati. Il medico/dentista si faceva pagare per ogni falsa attestazione


Dopo quasi 800 giorni, giovedì 31 marzo è stato dichiarato concluso lo stato di emergenza entrato in vigore il 31 gennaio del 2020 concedendo al Governo poteri per legiferare con...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi