HOME - Approfondimenti
 
 
12 Ottobre 2018

Fatturazione elettronica, sempre più ''improbabile'' la proroga

Il Sottosegretario Villarosa spiega in Commissione Finanze i motivi

Nor. Mac.

Il nuovo “no” ad una proroga dell’obbligo di fatturazione elettronica anche verso i privati -previsto per il 1 gennaio 2019- è arrivato ieri dal vicesegretario all’Economia Alessio Villarosa alla V Commissione Finanze della Camera, ritenendo che “l’eventuale differimento presenta significativi impatti sul gettito, per le minori entrate derivanti dalla lotta all’evasione Iva”. Ma non solo, “l’eventuale avvio dell’obbligo con cadenze temporalmente diversificate a seconda della tipologia dei contribuenti sarebbe in contrasto con le caratteristiche proprie del sistema della fatturazione elettronica”. 

Viene infatti ricordato che la norma riguarda non solo il soggetto che emette la fattura ma anche quello che la riceve e quindi “se l’obbligo fosse limitato a specifiche categorie di operatori, si introdurrebbero elementi di notevole complessità per gli operatori stessi(e per i loro intermediari) nella gestione quotidiana delle fatture e, quindi, dei relativi processi amministrativi e contabili”.  

Sull’ipotesi di una entrata in vigore scaglionata, per esempio l’esenzione di alcuni soggetti esenti Iva come i dentisti, come aveva chiesto recentemente ANDI, la rivista telematica delle Entrate fa notare come questo introdurrebbe “elementi di notevole complessità anche per l’Agenzia delle Entrate che, infatti, si troverebbe a dover gestire la coesistenza di due adempimenti (fatturazione elettronica e spesometro) tra loro distinti per categorie di operatori Iva, disciplina e termini” aumentando il rischio di errori da parte degli operatori e le difficoltà dell’Amministrazione finanziaria di effettuare i controlli. 

Non solo notizie negative, secondo quanto anticipato questa mattina dai giornali economici, nella bozza di decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2019 vi sono alcune angolazioni e semplificazioni come  la volontà per i primi sei mesi di non applicare sanzioni per la tardiva emissione della fattura entro il termine di liquidazione dell’Iva e comunque non oltre i 10 giorni “o comunque le sanzioni saranno ridotte del 20% se la fattura, emessa tardivamente, partecipa alla liquidazione periodica del mese o trimestre successivo”.  

Sarà anche incentivato ed agevolato il ruolo degli intermediari (per esempio i commercialisti) ai quali si potrà affidare una serie di “servizi delegabili” come la consultazione e-fatture, la registrazione dell’indirizzo telematico e la generazione del Qr-code.  

Articoli correlati

Le indicazioni delle Entrate, passo dopo passo, per compilare la prima fattura elettronica utilizzando gratuitamente il servizio web messo a disposizione dall’Agenzia 


Quando si deve annotare il pagamento in fattura, quando invece non è necessario e quale data deve riportare il documento fiscale. Le indicazioni del commercialista


Dal primo luglio anche i forfettari dovranno adottare la fatturazione elettronica. Rimane il divieto di emettere fattura elettronica ai pazienti


Modificati alcuni articoli della 81/08, anche il datore di lavoro dovrà formarsi (anche se RSPP). Ok a proroga esenzione fatturazione elettronica e via libera dalla Camera alla copertura...


Lo prevede un emendamento alla Legge di bilancio appena approvata dal Senato. Da gennaio cambiano anche le scadenze per l’invio dei dati al Sistema tessera Sanitaria


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi