HOME - Approfondimenti
 
 
22 Novembre 2017

L'odontoiatra nel team delle cure palliative. Novità assoluta per l'Italia al Policlinico di Palermo


L'equipe di cure palliative al fianco del malato oncologico terminale e della sua famiglia, a cui partecipano medici, infermieri, psicologi, assistenti sociali, volontari, si arricchisce di una ulteriore preziosa figura professionale, l'odontoiatra.
E' questo il nuovo concetto di team multidisciplinare palliativista - allargato all'odontoiatra - presentato dalla dottoressa Vera Panzarella (nella foto), borsista dell'unità operativa di medicina orale del Policlinico Giaccone coordinata dalla professoressa Giuseppina Campisi, al XXIV Congresso Nazionale della Società Italiana di Cure Palliative (SICP), appena conclusosi a Riccione.

La proposta progettuale prevede il ricorso all'odontoiatra anche attraverso una modalità innovativa di telemedicina odontostomatologica già sperimentata presso l'ospedale universitario, ed è stata accolta con entusiasmo dalla SICP, principale società scientifica di settore.

"L'odontoiatria palliativa è ancora una chimera nel nostro territorio nazionale - dichiara Vera Panzarella - serve uno sforzo collettivo da parte di tutti gli specialisti della salute orale per partecipare alla gestione multispecialistica del paziente terminale. In questa tipologia di pazienti, il cavo orale eÌ una delle prime zone del corpo in cui si manifestano dolore e perdita di funzionalità organica, condizioni che determinano un peggioramento della qualità di vita residua anche percheì compromettono drasticamente le capacità relazionali, valore fondamentale nel fine vita.

"Ancora una volta la nostra unità operativa di medicina orale si conferma una grande fucina di idee progettuali orientate alla centralità del paziente oncologico e dei suoi familiari - aggiunge il commissario del Policlinico Fabrizio De Nicola. Questa prima, e finora unica iniziativa in Italia, realizzata in collaborazione con l'Hospice dell'Azienda Villa Sofia-Cervello, affronta una problematica considerata estremamente importante da tutti i sanitari palliativisti e si sta rivelando utilissima per le Oncologie e gli Hospice di riferimento territoriale".

A cura di: Ufficio Stampa

Al link il Poster presentato dalla dott.ssa Vera Panzarella XXIV Congresso Nazionale della Società Italiana di Cure Palliative (SICP) in cui vengono evidenziati i vantaggi per il paziente.

Altri Articoli

Un dovere etico e morale per un SSN che si rispetti, dice il prof. Gagliani ammettendo che, però, oggi molto è basato sul volontariato e questo non è un bene, per i pazienti


Tra le novità il corso in lingua inglese a la Sapienza. Il numero di posti è però provvisorio in attesa delle decisioni della Stato e Regioni. Ecco i posti assegnati ai singoli atenei sede di...


Sono 77 i posti in più assegnati per il prossimo anno accademico. Ecco la distribuzione ateneo per ateneo. Riattivato il corso a Bari e Bolzano


Nuove prestazioni per la sanità integrativa di 85mila professionisti italiani. Per ANDI grazie a questo accordo si apre una nuova epoca nella sanità integrativa


A luglio dovrebbe arrivare in busta paga per i dipendenti e pensionati. Per gli autonomi se ne parlerà (forse) ad ottobre, ancora da emanare il decreto con le modalità operative


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Ricostruzione estetica con faccette: un caso risolto con tecniche digitali senza dimenticare l’analogico

 
 
 
 
chiudi