HOME - Cronaca
 
 
20 Febbraio 2006

Un ospite all’editoriale. I nervi scoperti della nostra “Scuola”

di Oreste Iocca


Caro Direttore,
sono uno studente iscritto al corso di laurea in Odontoiatria presso l'Università "Magna Graecia" di Catanzaro. Mi pongo delle domande sull'evoluzione della mia futura professione e, di conseguenza, sul mio avvenire personale. Ho avuto modo di documentarmi sulla figura dell'odontoiatra in vari Paesi, come Usa, Cina, Cile, Argentina, Inghilterra ed altri. Esaminando il percorso formativo e il ruolo del dentista in queste nazioni, è emersa tale situazione: ad una forte base teorica è associata un'intensa pratica clinica. Al termine del corso di studi si ha possibilità di scelta tra la pratica generale oppure un postgraduate training in varie specialità, come radiologia, chirurgia dento-maxillo-facciale, patologia e medicina orale, odontologia forense e via esemplificando. Beninteso, queste specializzazioni post-laurea non vengono considerate come una sorta di perfezionamento generico, ma vere e proprie specialità, che trovano una loro precisa collocazione in strutture pubbliche o private.
In confronto ai percorsi che i colleghi di altra nazionalità possono seguire, lo studente di odontoiatria italiano vive una realtà totalmente diversa. A parte la formazione di base, quel che mi lascia più perplesso è ciò che l'odontoiatra si trova di fronte dopo la laurea. Egli ha una sola scelta: conseguire esperienza in studi privati, corsi di perfezionamento o master. Pochi decidono di specializzarsi, nelle uniche possibilità offerte: chirurgia orale o ortognatodonzia (peraltro attualmente non retribuite).
Ma ciò che mi fa provare sincera invidia verso il collega argentino, statunitense o inglese è la specializzazione in chirurgia maxillo-facciale, quasi universalmente riconosciuta di pertinenza odontoiatrica. In Italia, come Lei ben sa, accade esattamente il contrario: la chirurgia maxillo-facciale è aperta solo ai medici-chirurghi, mentre i corsi specialistici per l'odontoiatra sono limitati alle due specialità di cui sopra. Forse il dentista non ha sufficienti nozioni di medicina generale? Chi frequenta il mio corso di studi è ben consapevole della preparazione fornita in materia di patologia generale, medicina interna, igiene e quant'altro.
Chiudo la missiva ponendoLe questi interrogativi: è mai possibile che l'Italia debba rimanere arretrata, come al solito in campo scientifico, non riconoscendo al professionista in campo dentale ciò che gli spetta? È possibile che uno studente come me debba progettare il proprio futuro pensando di emigrare per un tempo indefinito all'estero pur di specializzarsi ed essere valorizzato in quello per cui si sente più portato?
Oreste Iocca



Articoli correlati

In occasione della Giornata nazionale dell’Igienista dentale la prof.ssa Nardi riflette sul ruolo centrale dell’igienista dentale nella tutela della salute orale del paziente ...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Il rialzo di seno mascellare tramite un approccio laterale rappresenta un’opzione prevedibile e predicibile per l’aumento del volume osseo a livello del mascellare posteriore...

di Arianna Bianchi


Corso di Alta Formazione presso l’Università Sapienza di Roma. La domanda d’iscrizione entro il 26 maggio 2023. Direttore: prof.ssa Gianna Maria Nardi


Presso il Dipartimento di Scienze odontostomatologiche e maxillofacciali de Sapienza di Roma. Domanda di ammissione entro il 5 maggio, direttore scientifico prof.ssa Nardi 


Non sempre le nuove tecnologie hanno interfacce così intuitive da essere assimilabili in poco tempo. Da questa constatazione nata dalla lettura di un lavoro scientifico, le considerazioni del prof....


“Se ti insegnerò a giudicare con strumenti idonei, potrai interpretare per il giusto verso ogni presunta novità”. E’ questo il fine della formazione per il prof. Gagliani, ma oggi è così? 

di Massimo Gagliani


Confermata anche per il 2022 la possibilità, per i professionisti, di detrarre le spese sostenute per la formazione. Attenzione ai limiti per gli studi associati


Sulla pandemia, quanto tutto sarà passato e sedimentato, credo che un ragionamento sull’informazione la si dovrà fare. L’eccezionalità e drammaticità della situazione ha portato...

di Norberto Maccagno


agora-della-domenica     26 Luglio 2021

L’anno che verrà

Riflessioni del prof. Gagliani sul periodo trascorso e quello che verrà dal punto di vista dell’aggiornamento culturale e della professione


Video intervista al prof. Giovanni Zucchelli sui progetti IAO per la formazione e l’aggiornamento verso i soci, ma anche riflessioni sulle relazioni online e l’evoluzione dell’implantologia 


Dall’8 marzo 2020, l’inizio del primo lockdown, abbiamo deciso di continuare ad informare senza considerare feste e ponti. D'altronde tutti i giorni erano uguali. Se ricordo...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

Etica ed estetica nell’ambito odontoiatrico sono strettamente legate; entrambe sono cruciali per garantire cure efficaci e rispettose dei pazienti. E’ il tema affrontato in...

di Dino Re


A Napoli operativa la clinica mobile, obiettivo: offrire un servizio territoriale di prevenzione e prima cura alle categorie più fragili della società, garantendo loro il...


Lunedì 22 aprile alle ore 9:00 il ministero della Salute organizza, con il supporto di Edra S.p.A., un incontro interamente dedicato al tema della salute femminile, in occasione della Giornata...


UNIDI ha realizzato una collettiva con 23 aziende italiane per promuovere l’eccellenza italiana e presentare l’innovazione per il settore del Made in Italy


Gli attuali 10mila pensionati liberi professionisti prendono, in media, poco più di 16mila euro l’anno, ma il dato medio è falsato, spiegano da ENPAM indicando come fare a conoscere l’importo...


In vista della Giornata nazionale della salute della donna, la prof.ssa Nardi riflette sulla medicina personalizzata al genere applicata alla salute orale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


È stato nominato nel corso della recente Assemblea Generale dell'EFP. Espandere la leadership della Federazione, incentivare la formazione dei clinici,...


E’ possibile recuperare le ore mancanti e in attesa di recuperarle l’ASO può comunque essere assunto? Il parere di ANDI, IDEA e del SIASO 


La fotografia dall’indagine dell’Osservatorio Sanità di Unisalute: Un italiano su tre non fa una visita odontoiatrica o una seduta di igiene orale da oltre tre anni


Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution. Protagonisti di questa puntata, l’odontoiatra Gabriella Grassi e lo psicologo Feliciano Lizzadro. Il tema la medicina...


Immagine d'archivio

Dopo la sentenza del Tar era tornato il “concorsone”,  ma adesso i giudici del Consiglio di Stato hanno riabilitato il TolC test online. Cosa potrà cambiare?


Obiettivo: formare in real time i professionisti del dentale attraverso la realtà aumentata attraverso un'esperienza di apprendimento personalizzata con consulenze live a distanza


Intervista con Karim Boussebaa, Executive Vice President and Managing Director, iTero Scanner and Services Business di Align Technology


La norma contenuta nel Decreto PNRR non convince il Sindacato Italiano Medici di Medicina Ambulatoriale e del Territorio (SIMMAT)


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi