HOME - Implantologia
 
 
30 Novembre 2009

Implantologia post-estrattiva in presenza di lesioni endodontiche

di S. Taschieri, A. Pigato, G. Rosano, T. Weinstein, M. Del Fabbro


Obiettivi: Prendere in esame l’inserimento di impianti post-estrattivi immediati, che rappresenta un protocollo chirurgico affidabile e universalmente accettato grazie alla buona preservazione dell’estetica tissutale che ne deriva, alla riduzione del tempo totale di trattamento e alla possibilità di un ottimale posizionamento implantare.
Materiali e metodi: Al contrario, il concetto di posizionamento immediato di impianti dopo l’estrazione di denti affetti da patologia periapicale e/o parodontale è, a oggi, oggetto di dibattito.
Il potenziale svantaggio di quest’ultima tecnica è correlato alla possibile contaminazione dell’impianto dentale durante il periodo iniziale di guarigione a causa dei residui dell’infezione preesistente. L’evidenza scientifica derivante dal trattamento di osteomieliti vertebrali in chirurgia ortopedica suggerisce, tuttavia, che evitare assolutamente il posizionamento di impianti in presenza di patologie periapicali e/o parodontali è da ritenersi un concetto equivoco.
Risultati: L’analisi della letteratura scientifica internazionale recente riporta, peraltro, che il posizionamento di un impianto immediatamente dopo l’estrazione di un dente con lesione periapicale può avere successo se vengono adottati degli accorgimenti pre- e postoperatori, come la somministrazione di antibiotici e una meticolosa “toilette” chirurgica del sito alveolare prima dell’intervento. Conclusioni: L’alta percentuale di successo implantare e il vantaggio estetico legato alla preservazione dei tessuti duri e molli unito alla soddisfazione generale del paziente in termini funzionali mostrano che la riabilitazione immediata di siti post-estrattivi infetti può essere considerata un’opzione terapeutica sicura e predicibile.



Articoli correlati

In uno studio retrospettivo, pubblicato su Clinical Implant Dentistry and Related Research, gli autori hanno voluto determinare se un aumento del rischio di fallimento dell’impianto...

di Lara Figini


In uno studio clinico, pubblicato su Oral surgery, Oral medicine, Oral pathology and Oral radiology, gli autori hanno cercato di stabilire perché alcuni impianti possono sembrare ben...

di Lara Figini


In uno studio clinico controllato randomizzato, pubblicato sul Journal of Dentistry gli autori hanno indagato l’effetto di un ascolto musicale personalizzato sulla percezione di “pesantezza”...

di Lara Figini


In uno studio, pubblicato su Oral Surgery Oral Medicine Oral Pathology Oral Radiology, gli autori hanno analizzato la relazione tra la frazione di volume osseo, come indicatore quantitativo della...

di Lara Figini


Uno studio italiano pone a confronto il comportamento dei tessuti molli intorno a impianti con platform switching e quelli tradizionali     

di Arianna Bianchi, Lara Figini


Altri Articoli

Nel primo articolo abbiamo approfondito i vantaggi di utilizzare una tecnologia specifica per effettuare le visite a distanza, in questo illustriamo una sua applicazione...


Il concorso di conservativa diretta, rivolto agli studenti che frequentano il V e VI anno dei corsi di laurea in odontoiatria, è organizzato a livello internazionale da Dentsply...


Sempre più dentisti decidono di continuare l'attività anche dopo la pensione. Ma è possibile farlo mantenendo la partita iva? Ecco come fare e cosa comporta 


Si è spento a 68 anni Bruno Noce, presidente CAO Rovigo. Ne dà notizia Raffaele Iandolo, presidente della Commissione Albo Odontoiatri nazionale


Bettina Dannewitz dà il benvenuto ai nostri lettori e li invita alla scoperta della pubblicazione dell'EFP JCP Digest. Albonetti (Edra): Una collaborazione in linea con la...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Profilo ASO: una guida alle scadenze in vista del 21 aprile

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi