HOME - Implantologia
 
 
15 Maggio 2007

Considerazioni in merito alla durata degli impianti

di M.S. Rini, *E. Sandrini, **D. Betti



Il sistema implantare ha fornito un apporto sostanziale al rimedio del danno dentario, particolarmente in soggetti di giovane età. Gli incoraggianti risultati iniziali hanno prodotto aspettative molto ottimistiche e stime di durata di esercizio degli impianti piuttosto ampie, nonostante si tratti di elementi comunque artificiali e “non vivi”, finalizzati a ripristinare una funzione perduta o ridotta in misura inevitabilmente solo parziale.
Nell’ambito della pratica odontoiatrica e dell’odontoiatria forense fanno spicco quesiti relativi alla valutazione della durata media (o “di esercizio”) delle riabilitazioni e dei ripristini, non solo protesici in senso tradizionale, ma anche implantari e all’eventuale possibilità di rinnovo, con particolare attenzione verso quella quota di danno economico che, correlato ai costi per l’applicazione di diversi sistemi protesici, emerge oltre che dalla necessità di una prima fornitura di manufatti, anche da quella di prevedere con certezza il loro rinnovo dopo un presumibile tempo medio di esercizio. La nostra analisi tenta di dare una risposta a tale quesito, partendo da considerazioni cliniche e biomeccaniche, riassumendo e rielaborando le precedenti posizioni in merito, nonché riconoscendo che in qualsiasi progetto è ammissibile una perdita, accettabile mediante analisi dei rischi. In conclusione allo stato attuale non è lecito pensare che un inserto presenti “un’aspettativa di vita” inferiore rispetto a quella ipotetica del dente naturale che sostituisce.

Implant survival and forensic dentistry
In forensic dentistry questions frequently arise about the average duration of implant based rehabilitation, especially in relation to their actual renewal possibility. Author’s analysis tries to answer those questions by reviewing previous opinions, clinical and bio-mechanical considerations. The Authors conclude that, as a general agreement, a correctly positioned implant will not have a shorter lifespan than the root of a natural tooth being substituted. In any treatment planning – anyhow – a failure is always to be considered, but it must be evaluated by a specific risk analysis.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Bologna
Dipartimento di Scienze
Odontostomatologiche
*Politecnico di Milano
Dipartimento di Chimica, Materiali
e Ingegneria Chimica “G. Natta”
**Università degli Studi di Padova
CLOPD
Corso di Perfezionamento
in Medicina Legale Odontoiatrica
Direttore: prof. D. Betti


Dental Cadmos 2007; 5: 69-81

Articoli correlati

Il test è un innovativo supporto per l’odontoiatra e l’igienista dentale per la prevenzione, l’individuazione precoce e il trattamento personalizzato di malattie correlate...


Offrono un altissimo grado di precisione perché sono progettati digitalmente su software, in base alle indicazioni derivanti dalla diagnosi del paziente


Una revisione sistematica ha analizzato l'effetto dell'uso della sigaretta elettronica sui parametri clinici parodontali (PI, PD, BOP), sui parametri perimplantari radiografici...

di Lara Figini


O33implantologia     08 Febbraio 2024

Ipertensione e impianti dentali

Gli effetti dell’ipertensione sul metabolismo osseo e sull’angiogenesi hanno sollevato interrogativi riguardo alla condizione che rappresenta un rischio...

di Lara Figini


Immagine di repertorio

Il presente studio valuta il tasso di fallimento implantare e la perdita di osso marginale (MBL) nei pazienti con bruxismo a paragone con i pazienti non bruxisti

di Lara Figini


A 4 anni dalla prima pandemia uno studio analizza la correlazione tra lo stress causato dalla pandemia e lo sviluppo di parafunzioni dell'articolazione temporo-mandibolare e dei...

di Lara Figini


Le fratture complesse di corona rappresentano dall’8,5% al 34,5% delle lesioni dentali traumatiche complessive e il trattamento delle esposizioni pulpari nei denti permanenti...

di Lara Figini


L’aumentata richiesta estetica, senza rinunciare alla preservazione delle strutture biologiche, ha portato allo sviluppo e all’utilizzo, negli ultimi anni, di nuove tipologie...

di Simona Chirico


Una ricerca ha indagato quale metodica aumenta il rischio

di Lara Figini, Massimo Gagliani


Sabato 22 ottobre 2016 si è tenuto a Orta San Giulio (NO) la 28 edizione dello storico congresso Piemontese organizzato da ANDI Novara. Durante la giornata, dedicata alla protesi fissa che ha...


Chi deve farsi carico di terminare le cure nel caso che il collaborare odontoiatra interrompa la collaborazione o la struttura odontoiatrica chiuda? Il parere della SIOF


Sempre più pazienti portano in causa il proprio dentista, anche penalmente. Le cause non sempre sono causate dalla qualità della prestazione. Ne abbiamo parlato con la prof.ssa Pinchi


Altri Articoli

A Napoli operativa la clinica mobile, obiettivo: offrire un servizio territoriale di prevenzione e prima cura alle categorie più fragili della società, garantendo loro il...


Lunedì 22 aprile alle ore 9:00 il ministero della Salute organizza, con il supporto di Edra S.p.A., un incontro interamente dedicato al tema della salute femminile, in occasione della Giornata...


UNIDI ha realizzato una collettiva con 23 aziende italiane per promuovere l’eccellenza italiana e presentare l’innovazione per il settore del Made in Italy


Gli attuali 10mila pensionati liberi professionisti prendono, in media, poco più di 16mila euro l’anno, ma il dato medio è falsato, spiegano da ENPAM indicando come fare a conoscere l’importo...


In vista della Giornata nazionale della salute della donna, la prof.ssa Nardi riflette sulla medicina personalizzata al genere applicata alla salute orale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


È stato nominato nel corso della recente Assemblea Generale dell'EFP. Espandere la leadership della Federazione, incentivare la formazione dei clinici,...


E’ possibile recuperare le ore mancanti e in attesa di recuperarle l’ASO può comunque essere assunto? Il parere di ANDI, IDEA e del SIASO 


La fotografia dall’indagine dell’Osservatorio Sanità di Unisalute: Un italiano su tre non fa una visita odontoiatrica o una seduta di igiene orale da oltre tre anni


Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution. Protagonisti di questa puntata, l’odontoiatra Gabriella Grassi e lo psicologo Feliciano Lizzadro. Il tema la medicina...


Immagine d'archivio

Dopo la sentenza del Tar era tornato il “concorsone”,  ma adesso i giudici del Consiglio di Stato hanno riabilitato il TolC test online. Cosa potrà cambiare?


Obiettivo: formare in real time i professionisti del dentale attraverso la realtà aumentata attraverso un'esperienza di apprendimento personalizzata con consulenze live a distanza


Tra abbuoni ed atre riduzioni, un odontoiatra che lo scorso triennio ha raccolgo almeno 120 crediti può assolvere l’obbligo formativo di questo triennio recuperando 46 crediti in tre anni, ecco...


La norma contenuta nel Decreto PNRR non convince il Sindacato Italiano Medici di Medicina Ambulatoriale e del Territorio (SIMMAT)


A poche settimane dalla scadenza per la re-iscrizione al Registro dei fabbricanti, una utile guida di ANTLO per capire e determinare la classe di rischio dei dispositivi fabbricati


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi