HOME - Approfondimenti
 
 
10 Settembre 2021

Vaccini a confronto, la risposta varia in base al farmaco somministrato e all'età

Su JAMA i ricercatori hanno confrontato le risposte anticorpali in una coorte di pazienti in cui sono stati somministrati Pfizer/Biontech e Moderna


In una lettera di ricerca pubblicata su Jama Network Open, gli esperti hanno rilevato che il vaccino Pfizer/Biontech (BNT162b2) ha sollecitato livelli anticorpali relativamente più bassi negli anziani rispetto ai giovani adulti, mentre non vi era alcuna differenza nei livelli anticorpali negli adulti più anziani rispetto ai giovani adulti che hanno ricevuto il vaccino Moderna (mRNA-1273).

"Sebbene i due vaccini condividano caratteristiche simili ed entrambi abbiano mostrato una forte efficacia negli studi clinici, esistono delle differenze tra loro, e c'è stata poca valutazione diretta delle risposte anticorpali" afferma Nathan Richards, dell'University of Virginia, Charlottesville, autore principale dello studio. 

Per meglio chiarire l'argomento i ricercatori hanno confrontato le risposte anticorpali in una coorte di dipendenti dell'università in cui sono stati somministrati Pfizer/Biontech e Moderna.

L'analisi ha incluso gli individui che hanno ricevuto due dosi di Pfizer/Biontech o Moderna, e gli esperti hanno prelevato a tutti un campione di sangue da sette a 31 giorni dopo la seconda dose, mentre ad alcuni anche entro sette giorni prima del primo vaccino o subito prima del secondo vaccino. L'età media dei 167 soggetti era di 42 anni, e 63 (38%) avevano un'età pari o superiore a 50 anni; 120 (72%) erano donne. Non c'erano differenze di età, sesso o razza tra coloro che hanno ricevuto Pfizer/Biontech (n=79) o Moderna (n=88). Solo sei (4%) dei partecipanti avevano prove sierologiche di aver contratto COVID-19 in precedenza. Ebbene, i livelli di IgG erano più bassi nei riceventi di Pfizer/Biontech rispetto a quelli di Moderna sia al prelievo di sangue prima della seconda dose che a quello successivo.

I soggetti di età pari o superiore a 50 anni che avevano ricevuto Pfizer/Biontech avevano livelli di IgG precedenti alla seconda dose inferiori ai livelli dei soggetti di età inferiore a 50 anni che avevano ricevuto lo stesso vaccino, e anche rispetto ai coetanei che avevano ricevuto Moderna. 

Le persone di età pari o superiore a 50 anni che avevano ricevuto Pfizer/Biontech avevano livelli di IgG dopo la seconda dose inferiori ai livelli dei destinatari più giovani di Pfizer/Biontech e dei coetanei di età simile che avevano ricevuto Moderna.

"Una spiegazione per la differenza nell'immunogenicità osservata negli anziani potrebbe riguardare la quantità di mRNA utilizzata nei rispettivi vaccini, con 30 ìg contenuti in Pfizer/Biontech e 100 ìg in Moderna", concludono gli autori. 

Per approfondire:

JAMA Network Open 2021. Doi: 10.1001/jamanetworkopen.2021.24331


Articoli correlati

“Tornare a una gestione ordinaria del rischio, lasciando agli Ordini le valutazioni deontologiche”. La quasi totalità dei medici e degli odontoiatri ha adempiuto all’obbligo vaccinale: meno...


In provincia di Vicenza denunciato per esercizio abusivo un dentista che nonostante fosse sospeso dall’Ordine continuava a lavorare. Sequestrato anche lo studio


In una lettera al Ministro della Salute le criticità verso l’ultima circolare sull’obbligo vaccinale per gli amministrativi e con le regole per chi è guarito


Carabinieri del Nas eseguono 10 misure cautelari: 25 gli indagati. Il medico/dentista si faceva pagare per ogni falsa attestazione


Dopo quasi 800 giorni, giovedì 31 marzo è stato dichiarato concluso lo stato di emergenza entrato in vigore il 31 gennaio del 2020 concedendo al Governo poteri per legiferare con...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi