HOME - Approfondimenti
 
 
31 Marzo 2023

Indispensabile collaborare nella cura della salute generale dei loro pazienti

Documento EFP-WONCA Europe: necessaria una stretta collaborazione tra medici di famiglia, odontoiatri ed igienisti dentali per un'efficace prevenzione, diagnosi precoce e gestione delle condizioni di salute sistemica che colpiscono milioni di pazienti in tutto il mondo

di Lorena Origo


È questa è una delle principali conclusioni del nuovo documento scientifico intitolato “Association between periodontal diseases and cardiovascular diseases, diabetes and respiratory diseases” frutto del workshop congiunto EFP-WONCA Europe (tenutosi a Madrid la scorsa estate con la sponsorizzazione di Curasept) – acronimo di World Organization of National Colleges, Academies and Academic Associations of General Practitioners/Family Physicians – che è stato pubblicato sul Journal of Clinical Periodontology.

L'obiettivo del workshop era quello di redigere una serie di raccomandazioni per un nuovo approccio all'impatto sistemico della parodontite sulle condizioni di salute generali.

Il consensus report, scritto da 18 esperti mondiali di parodontologia e medicina di famiglia, aggiorna e migliora le prove scientifiche a sostegno del fatto che le malattie gengivali, in particolare la parodontite o la gengivite, sono correlabili a malattie cardiovascolari, diabete mellito e malattie respiratorie, come la broncopneumopatia cronica ostruttiva, l'apnea notturna o le complicanze del Covid-19.

Il documento si basa sui rapporti scientifici dei precedenti workshop organizzati dall'EFP con l'International Diabetes Federation sulla relazione tra malattie gengivali e diabete nel 2017 e con la World Heart Federation sulle associazioni tra malattie gengivali e malattie cardiovascolari (CVD) nel 2019.

Entrambi i rapporti hanno suggerito che i medici di famiglia hanno un ruolo fondamentale nelle implicazioni delle associazioni tra condizioni, dal momento che curano la maggior parte dei pazienti con diabete o CVD” commenta David Herrera, autore principale dell'articolo, presidente del workshop.

"Il nostro lavoro presenta un aggiornamento critico delle evidenze a sostegno delle rilevanti associazioni tra parodontite e condizioni sistemiche, ma il nostro obiettivo principale era quello di comprendere come queste informazioni vengono poi utilizzate dai medici di famiglia per migliorare la gestione della salute dei nostri pazienti" spiega il prof. Herrera.

Il documento suggerisce che i medici di famiglia e gli operatori sanitari dell’ambito dentale dovrebbero lavorare insieme per prevenire, rilevare e trattare questi importanti problemi di salute sistemica, scambiarsi informazioni e indirizzare reciprocamente i loro pazienti promuovendo altresì stili di vita sani.

Ampio il consenso nel considerare essenziali gli input relativi al mantenimento della salute delle gengive da parte dei medici di famiglia con l’obiettivo di uno stato di salute generale.

I medici generici sono incoraggiati a raccogliere informazioni sulla salute parodontale dei loro pazienti e, a loro volta, gli operatori della salute orale sui fattori di rischio cardiovascolari e metabolici.

Attualmente l'EFP sta preparando una campagna di sensibilizzazione basata sul documento, rivolta a gruppi specifici come i pazienti di cure primarie e odontoiatriche, i responsabili politici, i medici di famiglia, i dentisti, i parodontisti e gli igienisti dentali.  


Rischio più elevato di malattie cardiovascolari e diabete

Quando si trattano pazienti con parodontite, i professionisti della salute orale dovrebbero informarli che il loro rischio di malattie cardiovascolari è più elevato. Si suggerisce inoltre di raccogliere un'accurata anamnesi che informi sui fattori di rischio cardiovascolari tra cui diabete, obesità, ipertensione, fumo e di eseguire lo screening per altri fattori di rischio correlati alla patologia, come l'attività fisica, l'eccesso di peso, la pressione sanguigna o la gestione dei lipidi o del glucosio. Se il paziente presenta evidenti fattori di rischio dovrebbe essere indirizzato a un consulto presso il proprio medico di famiglia e all’adozione di modifiche del suo stile di vita come perdita di peso, cessazione del fumo e attività fisica", consiglia Lior Shapira, ex presidente EFP (2021-22), co-presidente del workshop e coautore del documento.

Nel caso di pazienti con diabete o prediabete, i medici di famiglia sono invitati a informarli di un rischio maggiore di soffrire di una malattia gengivale, consigliando loro di recarsi dal dentista per controllare la salute delle gengive. Inoltre, l'infiammazione delle gengive è un importante fattore di rischio per lo sviluppo di una malattia metabolica come il diabete. È importante sottolineare che nello studio dentistico possiamo esaminare i pazienti con parodontite e identificare quelli con diabete o prediabete che non sono stati precedentemente diagnosticati, il che potrebbe salvargli la vita”, aggiunge il prof. Shapira.

"L'attuale divisione tra i professionisti della salute dentale da un lato e i professionisti delle malattie sistemiche dall'altro non ha senso" spiega Shlomo Vinker, presidente di WONCA Europe, co-autore dell'articolo e presidente del workshop. “Una maggiore collaborazione su screening, prevenzione e controlli andrebbe chiaramente a vantaggio dei nostri pazienti e della salute pubblica”.

Articoli correlati

Per la prof.ssa Nardi, la prevenzione ha un valore fondamentale che deve essere espresso a livello globale, sia in ambito pubblico che privato, per permettere a tutte le persone assistite degli...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Il prof. Gagliani: si deve lavorare per rendere coscienti le popolazioni sul valore della prevenzione per farlo percepire come un investimento, ma non è semplice farlo

di Massimo Gagliani


La prof.ssa Nardi ricorda come il controllo delle patologie oro-dentali prima e durante la gravidanza migliori la qualità di vita della donna, diminuisce l’incidenza di patologie orali nel bambino...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Uno studio in vitro valuta l'effetto della configurazione della testina dello spazzolino da denti e dell’abrasività del dentifricio sullo sviluppo di lesioni cervicali non...

di Lara Figini


È vero che le sigarette elettroniche sono meno dannose di quelle tradizionali? La risposta da una ricerca italiana


Lo studio valuta le opzioni terapeutiche per la ricostruzione della papilla interdentale persa e la loro efficacia

di Lara Figini


Il libro (Edra) di Maria Giacinta Paolone e Roberto Kaitsas mette al centro il trattamento ortodontico del bambino, determinante in un processo di promozione precoce della salute...


Guarda e vota il Poster presentato al Congresso SIE da: F. Mattalia, M. Alovisi, Y. Jacot-Descombes, C. Bianchi, L. Pasinato, D. Pasqualini, E. Berutti


cronaca     17 Novembre 2023

Gengive sane per salvare il sorriso

Presentato alla Camera il progetto SIdP e CAO. Obiettivo: la sensibilizzazione di odontoiatri, medici di famiglia e igienisti dentali, ma anche delle istituzioni e dei cittadini ...


L'effetto di un nuovo dentifricio, contenente fluoruro stannoso con il 2,6% di acido etilendiammina tetra acetico (EDTA) come agente antitartaro, per ridurre l'indice di placca...

di Lara Figini


Altri Articoli

Andrea Piantoni

“Sono molto onorato e orgoglioso di poter assumere questo ruolo in IDI Evolution, che considero la mia famiglia, e di poter proseguire il percorso iniziato ormai diversi anni...


Attraverso il nuovo CCNL vengono definite formazione e mansoni. Per diventare CSO si dovrà frequentare un corso di 90 ore, potrà organizzarlo solo ANDI


Per la prof.ssa Nardi, la prevenzione ha un valore fondamentale che deve essere espresso a livello globale, sia in ambito pubblico che privato, per permettere a tutte le persone assistite degli...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Per la Società Italiana di Ortodonzia, alcune malocclusioni possono essere intercettate già a 5/6 anni, queste alcune indicazioni per i genitori


Pensato per persone con disabilità è una sorta di trackpad inserito in una mascherina trasparente posizionata nell’arcata superiore e realizzata con una stampante 3D 


47 gli odontoiatri denunciati, 5milioni di euro il valore dei beni sequestrati e 33 milioni di euro l’ammontare delle tasse non versate


Il dott. Migliano sulla sperimentazione in Lombardia del percorso di apprendistato per ASO e non solo


ANDI dettaglia gli aumenti salariali (indicativi) per i dipendenti degli studi odontoiatrici con l’entrata a regime del nuovo CCNL


L’applicazione si applica anche alle lavoratrici degli studi odontoiatrici con rapporti di lavoro dipendente a tempo indeterminato sia già instaurato che in via di instaurazione


Acquisire le conoscenze e le competenze idonee per riconoscere i segni e i sintomi caratteristici di tale condizione al fine di prevenire e/o attutirne le conseguenze


Immagine di repertorio

L’odontoiatra è titolare di studio, il padre lo “aiutava” curando i pazienti ma non aveva la laurea. Lo studio non era autorizzato, all’interno rivenuto un radiografico senza la...


Non si vive di sola burocrazia dicono i presidenti di AMOlp e  Andiamoinordine chiedendo alle Istituzioni di essere ascoltate e coinvolte su temi fondamentali per lo sviluppo e la sopravvivenza...


Diego Catania, Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP: “Siamo professioni intellettuali, la nostra autonomia non sia messa in dubbio”


Nella due giorni dei lavori a Catania focus sulla multidisciplinarietà dell’odontoiatria del domani e sull'odontoiatria di genere per aprire nuovi orizzonti di prevenzione e...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


12 Febbraio 2024
Vendo immobile adibito a studio odontoiatrico dal 1960

Vendita a Chiasso centro, in Svizzera, immobile adibito dal 1960 a studio odontoiatrico composto da quattro unità operative, con autorizzazione sanitaria. Per informazioni contattare Marzio Negrini: cell. whatsapp +393756589128

 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi