HOME - DiDomenica
 
 
05 Marzo 2023

Il “mo’ me lo segno” dell'abusivo a cui viene ricordato che per fare il dentista serve la laurea

di Norberto Maccagno


Nelle scorse settimane televisione e giornali hanno ricordato Massimo Troisi che il 19 febbraio avrebbe compiuto 70 anni. Tra le tante battute dei suoi spettacoli, dei suoi film quella in “Non ci resta che piangere” quando rispondendo al frate che insistentemente continuava a ripetergli “ricorda che devi morire” lo liquidava con un “mo’ me lo segno”. Potete rivedere lo spezzone qui.  

La scena mi è tornata in mente guardano il servizio di Striscia la Notizia in cui l’inviato Riccardo Trombetta smaschera un finto dentista.
La sceneggiatura del servizio è sempre quella: finto paziente che si reca con telecamera nascosta nello studio del finto dentista e lo riprende mentre prima prescrive farmaci ad un vero paziente e poi mentre visita l’attore.

In quel momento irrompe l’inviato, spesso la porta degli studi abusivi per Striscia sono aperte e non serve suonare, e comincia ad interrogare e redarguire l’attempato abusivo. Stando al filmato, il sedicente dentista sarebbe un quasi chirurgo maxillo facciale a cui mancherebbe solo la discussione della tesi e per dimostrarlo mostra all’inviato il libretto universitario con l’iscrizione, a quanto si intravede, molto datata. Ovviamente tralasciamo che se fosse un quasi chirurgo maxillo facciale avrebbe comunque dovuto essere già laureato in medicina. Come spesso ricordo, Striscia non è un programma giornalistico ma d'intrattenimento, anche se molte volte ha portato all’attenzione e denunciato situazioni importanti. 

A farmi tronare in mente la battuta di Troisi che liquidava con educazione il monaco insistente, è stato l’indifferenza del maxillo fuori corso alle parole di rimprovero dell’inviato di Striscia. Finto dentista che non ha problemi a mostrarsi in volto visto che a volte per questi servizi i "protagonisti" vengono “pixellati” per non farli riconoscere. 

Sono pienamente d’accordo con te”, risponde quando Trombetta gli fa notare che senza laurea non può fare il dentista e quando sempre il Trombetta gli ricorda che “non può farlo per legge”, lui gli risponde: “ma che pensi che non lo so”.

Infine, il Trombetta termina il servizio con un monito “mi promette che non lo farà più, mi raccomando noi la controlliamo”.  
Vai tranquillo” la risposta del quasi laureato con lo stesso atteggiamento di Troisi quando dalla finestra, con cortesia, liquida il monaco con: “mo’ me lo segno”. 

Magari se l’inviato di Striscia, invece di minacciare di tornare a controllare andava dai NAS a dargli l’indirizzo del finto dentista, il monito diventava certamente più convincente.  

A questo link il servizio completo di Striscia la Notizia

 

Articoli correlati

Un odontotecnico e due odontoiatri imputati per esercizio abusivo della professione chiedono la sospensione del processo con la messa alla prova 


Confermata dalla Corte di Appello la condanna per concorso in esercizio abusivo della professione. I due odontotecnici erano stati condannati ad un anno e 7 mesi di reclusione


Immagine di repertorio

Il presidente Ghirlanda alla stampa: oltre al falso dentista che lavora nell’ombra oggi ci sono società che dietro una maschera giuridica valida, nascondono in realtà situazioni di abusivismo


Nove mesi di reclusione e 20 mila euro al titolare della Srl, un odontotecnico, ed al figlio igienista dentale, sette mesi e 15 mila euro al direttore sanitario ed alla moglie del titolare che faceva...


Immagini di repertorio

L’operazione del NAS di Catania insospettiti dall’anomalo via vai di persone in un condomino nel centro di Acireale


Nella settimana del Festival di Sanremo, non potevamo che affrontare un argomento glamour: i grillz, i brillantini o altri “gingilli” applicati ai denti. Tra i più famosi il sorriso...

di Norberto Maccagno


Mentre Odontoiatria33 era in vacanza, la Ragioneria Generale dello Stato ha pubblicato un report sulla spesa sanitaria dal 2016 al 2022.Un lavoro corposo dal quale emerge, tra gli altri, il...

di Norberto Maccagno


Dal 2019 i professionisti sanitari non possono (vi è un divieto) emettere fatturazione elettronica per le prestazioni rese ai pazienti. Stessi sanitari che sono invece obbligati, come le...

di Norberto Maccagno


Dire che l’odontoiatra sia un professionista anomalo nel panorama dei professionisti italiani, e non solo in ambito sanitario, è oggi talmente vero da risultare una banalità. Così come ricordare...

di Norberto Maccagno


didomenica     05 Novembre 2023

ECM e la proroga lessicale

Oltre alla ripresa delle attività della Commissione ECM dopo oltre un anno, la vera novità sul tema è stato l’annuncio del Ministro della Salute Orazio Schillaci: “non ci...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

Andrea Piantoni

“Sono molto onorato e orgoglioso di poter assumere questo ruolo in IDI Evolution, che considero la mia famiglia, e di poter proseguire il percorso iniziato ormai diversi anni...


Attraverso il nuovo CCNL vengono definite formazione e mansoni. Per diventare CSO si dovrà frequentare un corso di 90 ore, potrà organizzarlo solo ANDI


Per la prof.ssa Nardi, la prevenzione ha un valore fondamentale che deve essere espresso a livello globale, sia in ambito pubblico che privato, per permettere a tutte le persone assistite degli...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Per la Società Italiana di Ortodonzia, alcune malocclusioni possono essere intercettate già a 5/6 anni, queste alcune indicazioni per i genitori


Pensato per persone con disabilità è una sorta di trackpad inserito in una mascherina trasparente posizionata nell’arcata superiore e realizzata con una stampante 3D 


47 gli odontoiatri denunciati, 5milioni di euro il valore dei beni sequestrati e 33 milioni di euro l’ammontare delle tasse non versate


Il dott. Migliano sulla sperimentazione in Lombardia del percorso di apprendistato per ASO e non solo


ANDI dettaglia gli aumenti salariali (indicativi) per i dipendenti degli studi odontoiatrici con l’entrata a regime del nuovo CCNL


L’applicazione si applica anche alle lavoratrici degli studi odontoiatrici con rapporti di lavoro dipendente a tempo indeterminato sia già instaurato che in via di instaurazione


Acquisire le conoscenze e le competenze idonee per riconoscere i segni e i sintomi caratteristici di tale condizione al fine di prevenire e/o attutirne le conseguenze


Immagine di repertorio

L’odontoiatra è titolare di studio, il padre lo “aiutava” curando i pazienti ma non aveva la laurea. Lo studio non era autorizzato, all’interno rivenuto un radiografico senza la...


Non si vive di sola burocrazia dicono i presidenti di AMOlp e  Andiamoinordine chiedendo alle Istituzioni di essere ascoltate e coinvolte su temi fondamentali per lo sviluppo e la sopravvivenza...


Diego Catania, Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP: “Siamo professioni intellettuali, la nostra autonomia non sia messa in dubbio”


Nella due giorni dei lavori a Catania focus sulla multidisciplinarietà dell’odontoiatria del domani e sull'odontoiatria di genere per aprire nuovi orizzonti di prevenzione e...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


12 Febbraio 2024
Vendo immobile adibito a studio odontoiatrico dal 1960

Vendita a Chiasso centro, in Svizzera, immobile adibito dal 1960 a studio odontoiatrico composto da quattro unità operative, con autorizzazione sanitaria. Per informazioni contattare Marzio Negrini: cell. whatsapp +393756589128

 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi