HOME - Igiene e Prevenzione
 
 
11 Marzo 2019

Efficacia dei nuovi dentifrici al fluoro stannoso stabilizzato con fosfato di zinco

di Lara Figini


Come per la maggior parte delle malattie croniche, è possibile evitare l’insorgenza e l’avanzamento della parodontite tenendo sotto controllo i fattori causali.

Controllare il  biofilm dentale mediante spazzolamento meccanico è di cruciale importanza per il mantenimento della salute parodontale e, di conseguenza, anche della salute sistemica.

Il fluoruro stannoso (SnF2) è sia batteriostatico che battericida e può ridurre la crescita batterica e controllare il biofilm; tuttavia, una sua formulazione con massima efficacia deve consentire al SnF2 di rimanere in uno stato non ossidato.

Varie sono state le formulazioni presentate dalle case produttrici di dentifrici per evitare l’ossidazione, tra cui recentemente una in cui è stata proposta l'incorporazione di fosfato di zinco.

Tipologia di ricerca e modalità di analisi
In uno studio pubblicato su JADA di aprile 2019 gli autori hanno confrontato i risultati ottenuti mediante spazzolamento con un dentifricio al fluoro stannoso (SnF2) stabilizzato con fosfato di zinco a paragone con un dentifricio tradizionale al fluoruro di sodio sul controllo della placca e della gengivite con follow-up di 6 mesi.

Cento partecipanti adulti sono stati arruolati in questo studio condotto a Chengdu, in Cina. L’assegnazione a uno dei due gruppi (gruppo 1 o sperimentale: utilizzo di dentifricio con fluoruro stannoso stabilizzato con fosfato di zinco; gruppo 2 o gruppo controllo: utilizzo di dentifricio con fluoruro di sodio) è stata casuale e in doppio cieco per pazienti ed esaminatori. I partecipanti inclusi nello studio hanno ricevuto istruzioni circa l’utilizzo del dentifricio assegnato.

Nelle tre sedute (a tempo 0, a 3 e a 6 mesi) gli autori hanno misurato vari indici gengivali e di placca per determinare l’efficacia clinica del dentifricio SnF2 stabilizzato rispetto a quella del dentifricio al fluoro di controllo.

Risultati
Novantotto partecipanti hanno completato lo studio. Entrambi i gruppi (sperimentale e controllo) hanno mostrato riduzioni statisticamente significative dell’infiammazione gengivale e un miglioramento del controllo della placca a 3 e 6 mesi di follow-up.

In aggiunta, il dentifricio sperimentale ha mostrato riduzioni statisticamente significative per tutti gli indici valutati rispetto a quelle evidenziate per il dentifricio di controllo (P <.001).

Conclusioni
Dai dati emersi da questo studio sperimentale, che devono però trovare conferma con altri risultati di lavori analoghi, si può concludere che i dentifrici a base di fluoruro stannoso stabilizzato con fosfato di zinco garantiscono degli eccellenti risultati sul controllo della placca e della gengivite dopo sei mesi di utilizzo.

Implicazioni cliniche
Il dentifricio di nuova formulazione a base di fluoruro stannoso stabilizzato con fosfato di zinco migliora la salute gengivale e parodontale aiutando i pazienti a raggiungere una migliore salute orale.

Per approfondire

Deyu Hu, Xue Li, Hongchun Liu, Luis R. Mateo, Amarpreet Sabharwal, Guofeng Xu, Gregory Szewczyk, Maria Ryan, Yun-Po Zhang. Evaluation of a stabilized stannous fluoride dentifrice on dental plaque and gingivitis in a randomized controlled trial with 6-month follow-up. JADA aprile 2019:150(4 suppl):S32-7.

Articoli correlati

Caso clinico: utilizzo della linea Lunos® di Dürr durante una seduta di igiene dentale


La prof.ssa Nardi ricorda come il lavoro dell’igienista dentale non contribuisce, solamente, a tutelare la salute orale ma anche la fase emotiva ed emozionale del sorriso 

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


In uno studio investigativo, pubblicato sul The Journal of the American Dental Association, gli autori hanno valutato la portata dei cambiamenti sul mantenimento della salute orale e dentale nei...

di Lara Figini


Un recente studio ne valuta l’efficacia circa la rimozione delle macchie dentali a paragone con uno spazzolino elettrico tradizionale

di Lara Figini


In uno studio pubblicato su Clinical and Experimental Dental Research gli autori hanno esaminato l’influenza degli interventi trimestrali di igiene orale professionale sulla salute orale...

di Lara Figini


Altri Articoli

Uno studio vuole spiegare perché la professione odontoiatrica debba ridurre e gestire i propri rifiuti in modo appropriato e i vantaggi sociali e ambientali che ne deriverebbero...

di Arianna Bianchi


Un nuovo canadese studio fa chiarezza. Tre pazienti su quattro guariscono ad un anno dall’infezione


Il Ministro della Salute firma il decreto di ricostituzione della Commissione Nazionale ECM, per gli odontoiatri riconfermato Alessandro Nisio


AIDI incontra i cittadini in 14 piazze italiane da Nord a Sud, da Bolzano a Lecce nei weekend dell’8/9 e 15/16 ottobre. Bari, Bolzano, L’Aquila, Genova, Milano, Torino i capoluoghi coinvolti 


Il nuovo sistema CBCT VistaVox S Ceph offre la possibilità di scelta tra diverse dimensioni di volume, decidere la migliore dimensione in funzione delle necessità diagnostiche, cliniche e...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi