HOME - Agorà della Domenica
 
 
12 Ottobre 2020

I Fondi e l’odontoiatria pubblica dal punto di vista clinico e non solo

Da clinico e da docente universitario il prof. Gagliani porta il suo punto di vista sulla questione nata dopo il servizio della Gabanelli sui Fondi integrativi

di Massimo Gagliani


Mi piace ritornare, da clinico, su alcune tematiche che molto bene ha tratteggiato Norberto Maccagno nel suo Di Domenica…sui Fondi; tranquilli, non ce la cantiamo e non ce la suoniamo.
E, facendo rapido stralcio, ripropongo quanto dice sulla Gabanelli “A stupirmi è il fatto che la Gabanelli, paladina della tutela dei cittadini, accetti come normale che un professionista che ha firmato un contratto accettando le condizioni indicate (tra cui il tariffario), per non rimetterci “truffi” l’assistito utilizzando materiali scadenti o difformi da quanto prescritto o perfino utilizzando materiali non certificati (quelli provenienti dalla Cina) e quindi illegali".

Purtroppo, questa è la punta dell’iceberg del problema costi; sappiamo che i materiali incidono in misura inferiore al 20% nel costo delle prestazioni. 

Chi usa materiali scadenti o contraffatti fa il suo male e quello dei pazienti in una lotta alla miseria che è contrassegnata in verità dal valore del tempo, unico vero valore che viene svilito non solo nell’odontoiatria, ma anche nella medicina in generale.  

La possibilità che si trovi qualcuno disposto a lavorare per un compenso orario inferiore a quello di un idraulico, con tutto il rispetto per quelli che in milanese chiamiamo i “trumbé”, dischiude le porte al mondo dei cosiddetti strozzini terzi paganti, ovvero le convenzioni che, in misura maggiore o minore, sono state avvallate anche dalle associazioni di categoria. A questo si aggiunge l’indole isolazionista che ha il dentista, vero male dell’evoluzione professionale. Fors’anche per un’educazione universitaria che colpevolmente tralascia questi fattori nei progetti di insegnamento.

Proprio quest’ultima, innestata spesso in sistemi sanitari nella quale viene considerata la Cenerentola, trasmette un messaggio di avvilente desolazione, non solo per le lungaggini burocratiche cui è soggetta, ma anche per la sciatteria con cui questo servizio viene preso in considerazioni dagli organi dirigenziali non odontoiatrici. 

Spostare i 4 miliardi dalla defiscalizzazione dei Fondi integrativi al rafforzamento del SSN …. molti dei problemi dell’odontoiatria nascono perchè manca una risposta del SSN” rappresentano, quindi, delle ipotesi chimeriche; le risposte vere sono quelle che, chi lavora nel pubblico, riceve quotidianamente, ovvero fondi scarsi e non designabili all’odontoiatria. Del resto, diciamocelo, se io avessi 100 euro in tasca li destinerei a un odontoiatra o a un rianimatore, soprattutto di questi tempi. La risposta emotiva, e pratica, d’ora in avanti, sarà questa; bisognerà quindi ripensare al vero ruolo che lo Stato controllore – indispensabile nei sistemi misti pubblico-privato – dovrebbe avere in campo odontoiatrico.

Due ruoli sarebbero già sanciti: prevenzione nei giovani e assistenza agli anziani in difficoltà. Il resto potrebbe essere odontoiatria essenziale e calmierata; l’OMS sancisce che con cinque coppie di denti funzionanti la masticazione è efficiente; il resto si potrà fare con sistemi di accesso al credito, se lo fanno per il telefonino, possono farlo anche per i denti. Con un’opera di controllo che lo Stato non è ancora capace di fare in prima persona e che potrebbe delegare, guarda caso, all’Università o ad alcune sue componenti, garante di protocolli e modalità di cura congrue. Ammesso, e non concesso, che si possa credere all’Università.

Io ci spero sempre.

Articoli correlati

Presentato al IX workshop di economia in odontoiatria ANDI il progetto FAS. Un nuovo modello di sanità integrativa basato sulla premialità e la libera scelta dell’odontoiatra curante 


Fondazione GIMBE in Commissione al Senato: deregulation e scarsa trasparenza li hanno resi strumenti di privatizzazione e sostitutivi della sanità pubblica


Nel dibattito politico estivo, la sanità pubblica ed i problemi del nostro Servizio Sanitario Nazionale hanno occupato in più occasioni le pagine dei maggiori quotidiani nazionali (Corriere,...

di Norberto Maccagno


Monaco: la sanità integrativa non deve entrare in concorrenza con quella pubblica. Servono nuove regole in modo che il cittadino possa scegliere il medico da cui farsi curare


A colloquio con il neo presidente dott. Alberto di Feo: serve una regolamentazione diversa per tutelare i cittadini ma anche gli studi odontoiatrici


Per la prima volta sono state effettuate procedure di terapie odontoiatriche invasive su una paziente affetta da "Deficit del Fattore XIII"


Tra le notizie che Odontoiatria33 propone a voi lettori, anche quelle dei concorsi pubblici che offrono la possibilità ad odontoiatri, igienisti dentali ed ora anche agli Aso, di lavorare negli...

di Norberto Maccagno


L’uscire da un modello centenario è cosa assai complicata, dice il prof. Gagliani aggiungendo che sarebbe ora di avanzare risposte adeguate, prima che un mercato furibondo abbia il sopravvento

di Massimo Gagliani


I 77 ambulatori pubblici afferiranno tutti alla rete e saranno divisi in strutture di primo livello, secondo e terzo livello a seconda del servizio erogato. 150 gli odontoiatri che lavorano nel SSR...


Il sindacato degli specialisti ambulatoriali UILFPL SAI scrive al presidente del Comitato di settore Regioni-Sanità per chiedere interventi e denuncia: “l’odontoiatria sociale è allo sbando”


“That’s all right?”, chiede il prof. Gagliani ai colleghi, tormentati, alle prese con la necessità di cambiare ma con la paura di sbagliare 

di Massimo Gagliani


Gli interventi del prof. Gagliani cambiano giorno ma non lo spirito: commentare l’evoluzione dell’odontoiatria con occhio interessato, entusiasta ma soprattutto: obiettivo

di Massimo Gagliani


Altri Articoli

La guida degli esperti sulla connessione tra salute orale e salute neurologica: ecco perché lavarsi i denti è un’abitudine essenziale


Corsi per ortodonzia estetica e tecniche chirurgiche avanzate, ma anche per la gestione aziendale, il marketing digitale e l’intelligenza artificiale applicata all’odontoiatria


Restituito il sorriso a 800 ragazzi attraverso 6000 prestazioni. Nove gli ospiti che hanno potuto frequentare la scuola di odontotecnica 


L’Ordine dei dentisti spagnoli indica alcuni semplici consigli che potrebbero essere utile trasferire ai pazienti prima delle vacanze estive


Presto in commercio il primo spray nasale di adrenalina in caso di shock anafilattico potenzialmente mortale nei soggetti allergici gravi


Prof.ssa Ottolenghi: una opportunità ed una sfida con l’obiettivo di consentire a tutti gli Atenei di arrivare alla scadenza del 2027/28 con lo stesso passo 


L'essiccatore a membrana ad alta efficienza per aria compressa di altissima qualità rappresenta un significativo passo avanti nell'affidabilità dei sistemi di compressori per...


Coinvolti gli igienisti dentali che hanno frequentato durante l’anno i corsi pratici presso l’Academy. Due i lavori eccellenti vincitori a pari merito


La giurisprudenza sottolinea l'importanza di una documentazione clinica completa e accurata non solo per il trattamento del paziente, ma anche per la tutela legale degli operatori sanitari


Ad Udine 4 posti a tempo indeterminato, le domande entro il 10 agosto. A Napoli 4 posti a tempo pieno ma per 12 mesi, domande entro il 24 luglio


lo studio del Dipartimento di Medicina e innovazione tecnologica dell’Insubria di Varese pubblicato su Frontiers in Immunology


Anche per i professionisti è possibile accedere alla proposta tramite RedditiOnline o tramite la dichiarazione precompilata


Perché conviene un archivio digitale, come risolvere il problema dei documenti cartacei, quali le soluzioni possibili


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi