HOME - Agorà della Domenica
 
 
25 Ottobre 2021

Il ruolo delle fondazioni private nel finanziare l’odontoiatria anche per la ricerca

Per il prof. Gagliani l’odontoiatria dovrà imparare a crescere in relazione a quelle che sono le mutate esigenze della popolazione puntando su di un sistema sinergico tra un privato finanziatore ed il pubblico

di Massimo Gagliani


Recentemente ho avuto il piacere di incontrare sul web il Prof. Daniele Cardaropoli, illustre parodontologo di livello internazionale, autore del libro “Chirurgia Parodontale Plastica e Rigenerativa”.  Nel leggere l’incipit, e conoscendo io la sua vicenda familiare, ho capito quanto profondo fosse il legame con il fratello Giuseppe, anch’egli eccellente collega, scomparso qualche anno fa. In memoria di Giuseppe, assieme ad altri, ha pensato di condividere il dolore in modo positivo: ha attivato una Fondazione per la ricerca in parodontologia

Un metodo che va diffondendosi per dare un senso a queste incommensurabili perdite e per alimentare il sapere in alcuni ambiti scientifici. Questa iniziativa, a cui plaudo, per quanto valga il mio pensiero, credo possa essere il patrimonio futuro dell’Odontoiatria nel nuovo millennio.

Quest’ultima dovrà imparare a crescere in relazione a quelle che sono le mutate esigenze della popolazione e non dell’edonismo di alcuni cosiddetti capiscuola; essendo le risorse statali asciutte o risicate, il ricorso a fondazioni private per esprimere quanto di buono, e non è poco, ci sia nelle stanze antiche delle nostre maggiori università diverrà una modalità di procedere sempre più interessante e fruttifera.  

Un sistema sinergico che incentivi il privato a investire, senza retropensierie una parte pubblica, fortemente e modernamente, riconvertita depurandola dai bizantinismi che la stanno imbrigliando in modo inesorabile. 

Questo sarà maggiormente vero per l’odontoiatria, cenerentola delle discipline mediche (dobbiamo ricordarci che di denti non si muore, solitamente), che non dovrà così attingere ai fondi che lo Stato erogherà per la salute pubblica, valore inalienabile di questa Repubblica, forse uno dei pochi a reggere nel trambusto che vediamo quotidianamente rappresentato da numeri, statistiche e proiezioni. 

Il cambio di pelle non dovrà tardare perché le innovazioni si susseguono a velocità vertiginose e rimanere indietro di tre anni oggi significherà essere assolutamente inadeguati nel giro di dieci anni. 

Articoli correlati

La guida degli esperti sulla connessione tra salute orale e salute neurologica: ecco perché lavarsi i denti è un’abitudine essenziale


Lo studio riassume le prove attuali provenienti da studi in vitro, animali e clinici, facendo così luce sul divario di conoscenze in questo campo ed evidenziando le future...

di Lara Figini


SIdP avverte: un intervento non ben programmato e gestito aumenta di 14 volte il rischio che le gengive entro poche settimane si ritraggano. Ogni 10 gradi di errore di posizionamento aumenta la...


Lo studio approfondisce gli effetti degli interventi per ottenere la cessazione dal fumare, compresa la consulenza e la farmacoterapia, sui parametri parodontali e gengivali nei...

di Lara Figini


Dall’evento SEPA le raccomandazioni sul ruolo di alcuni collutori nell'igiene orale, e nel trattamento della gengivite e nella prevenzione della parodontite


Nel dibattito politico estivo, la sanità pubblica ed i problemi del nostro Servizio Sanitario Nazionale hanno occupato in più occasioni le pagine dei maggiori quotidiani nazionali (Corriere,...

di Norberto Maccagno


Istituito il Tavolo tecnico che coordinerà e visionerà le varie iniziative attivate per assistere le persone socialmente deboli


Per i nostri video incontri domenicali abbiamo incontrato il prof. Francesco Longo, ricercatore presso il CERGAS Bocconi di cui è stato anche il direttore, per parlare di...

di Norberto Maccagno


La delibera proposta da AIO. Capuano, si interrompe i viaggi della speranza di questi pazienti fragili costretti a rivolgersi in altre regioni per avere assistenza


Una domanda di servizio odontoiatrico domiciliare esisterebbe, dice il prof. Gagliani che aggiunge: basterebbe un piccolo programma fatto seriamente e una nuova odontoiatria “accessibile” 

di Massimo Gagliani


Per la prima volta sono state effettuate procedure di terapie odontoiatriche invasive su una paziente affetta da "Deficit del Fattore XIII"


Tra le notizie che Odontoiatria33 propone a voi lettori, anche quelle dei concorsi pubblici che offrono la possibilità ad odontoiatri, igienisti dentali ed ora anche agli Aso, di lavorare negli...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

La guida degli esperti sulla connessione tra salute orale e salute neurologica: ecco perché lavarsi i denti è un’abitudine essenziale


Corsi per ortodonzia estetica e tecniche chirurgiche avanzate, ma anche per la gestione aziendale, il marketing digitale e l’intelligenza artificiale applicata all’odontoiatria


Restituito il sorriso a 800 ragazzi attraverso 6000 prestazioni. Nove gli ospiti che hanno potuto frequentare la scuola di odontotecnica 


L’Ordine dei dentisti spagnoli indica alcuni semplici consigli che potrebbero essere utile trasferire ai pazienti prima delle vacanze estive


Presto in commercio il primo spray nasale di adrenalina in caso di shock anafilattico potenzialmente mortale nei soggetti allergici gravi


Prof.ssa Ottolenghi: una opportunità ed una sfida con l’obiettivo di consentire a tutti gli Atenei di arrivare alla scadenza del 2027/28 con lo stesso passo 


L'essiccatore a membrana ad alta efficienza per aria compressa di altissima qualità rappresenta un significativo passo avanti nell'affidabilità dei sistemi di compressori per...


Coinvolti gli igienisti dentali che hanno frequentato durante l’anno i corsi pratici presso l’Academy. Due i lavori eccellenti vincitori a pari merito


La giurisprudenza sottolinea l'importanza di una documentazione clinica completa e accurata non solo per il trattamento del paziente, ma anche per la tutela legale degli operatori sanitari


Ad Udine 4 posti a tempo indeterminato, le domande entro il 10 agosto. A Napoli 4 posti a tempo pieno ma per 12 mesi, domande entro il 24 luglio


lo studio del Dipartimento di Medicina e innovazione tecnologica dell’Insubria di Varese pubblicato su Frontiers in Immunology


Anche per i professionisti è possibile accedere alla proposta tramite RedditiOnline o tramite la dichiarazione precompilata


Perché conviene un archivio digitale, come risolvere il problema dei documenti cartacei, quali le soluzioni possibili


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi