HOME - Cronaca
 
 
30 Marzo 2017

Quando la Clinica universitaria aiuta il sociale. L'esperienza degli studenti della Clinica Odontoiatrica G. Vogel


Che il mal di denti tenda a cominciare il venerdì sera è un noto postulato della legge di Murphy, aggiungiamoci un sabato mattina in un ospedale a sud di Milano, un gruppo di dentisti e studenti della Facoltà di Odontoiatria dell'Università degli studi di Milano, voglia di fare e il gioco è fatto. Il "Clinica Odontoiatrica G. Vogel", il sabato mattina si trasforma in un microcosmo unico in Italia: alle 8 e 30 si alza il sipario e ci si prepara ad accogliere i pazienti che, tramite il servizio sanitario nazionale, approdano ai riuniti. Le facce, e le bocche, che si susseguono nel corso della mattinata sono tra le più varie: Francesco, nonno a tempo pieno preoccupato per, coma la chiama lui, la sua "dentiera"; Debora, che ci ha messo quasi 40 anni a vincere la paura del dentista; Marco, ventenne in conflitto con il suo dente del giudizio; Geraldine, con una storia difficile alle spalle; Jessica, giovane mamma ospite dell'Asilo Mariuccia.

La realtà di cui stiamo parlando nasce nel novembre 2014 grazie all'impegno e alla determinazione della Azienda Ospedaliera ASST Santi Paolo e Carlo che, aderendo al progetto della Regione Lombardia "ambulatori aperti", ha messo a disposizione la struttura ospedaliera per rendersi, ancora una volta, pioniera di un nuovo livello di assistenzialismo. Per la realizzazione di questo progetto è stata fondamentale la partecipazione attiva di un'appassionata equipe di studenti guidati dal dott. Luigi Tagliatesta, odontoiatra specializzato in chirurgia orale formatosi proprio all'interno della clinica odontoiatrica dell'ospedale Santi Paolo e Carlo, mosso dalla voglia di mettersi in gioco per accompagnare i più giovani nel loro percorso professionale ed educativo.

In due anni sono state elargite quasi 400 prestazioni a beneficio di più di 180 pazienti. L'attività clinica ha spaziato a 360 gradi nel panorama delle terapie odontoiatriche così da poter offrire ai pazienti un approccio a tutto tondo al benessere del cavo orale: partendo dall'igiene orale e dalla prevenzione si sono poste, in ogni paziente, le basi per il mantenimento di un buono stato di salute e i presupposti per il successo nel tempo dei trattamenti proposti. Ci si è posti come obiettivo non solo la riabilitazione il cavo orale ma anche l'educazione del paziente stesso che diventa un consapevole promotore del suo benessere. Tra i molti pazienti è doveroso menzionare le 15 mamme provenienti della fondazione Asilo Mariuccia Onlus di Milano che, grazie alla convenzione stipulata con il comune di Milano, hanno avuto l'opportunità di accedere a cure gratuite.

Si apre, ancora una volta, una finestre su un'odontoiatria pubblica che promuove e favorisce la salute orale abbracciando contemporaneamente la didattica e la formazione. Ogni sabato diventa un'occasione di crescita e apprendimento per gli studenti che partecipano a questo progetto grazie alla possibilità di lavorare in team, confrontarsi tra loro, con igienisti dentali e con specialisti: l'organizzazione di dibattiti per la discussione dei piani di trattamento e la valutando le evidenze presenti in letteratura, nonché le lezioni tematiche con specialisti sono solo alcuni dei momenti fondamentali nei quali si struttura un approccio solido alla professione. Questi momenti si affiancano alle ore trascorse in reparto durante le quali, a seconda delle abilità e delle conoscenze, è possibile mettere in pratica ciò che si è appreso, collaborare alla finalizzazione dei piani di trattamento e veder crescere giorno dopo giorno le proprie capacità. Un'occasione unica per ogni studente di costruire il proprio bagaglio di conoscenze confrontandosi con la realtà clinica e avere un'anticipazione della futura vita professionale: non c'è da stupirsi, quindi, dell'entusiasmo con cui sia stata accolta l'idea di alzarsi presto anche il sabato mattina.

A cura di: Gli studenti del Corso di Laurea in Odontoiatria

Articoli correlati

Una gestione digitale della cartella clinica permettere di avere in qualsiasi momento una visione completa della storia medica e anche amministrativa di un paziente


Quali i rischi e quali le precauzioni che dovrebbero essere adottate nella pratica clinica per prevenire il rischio di osteonecrosi

di Arianna Bianchi


In una recentissima revisione sistematica, pubblicata sull’International Endodontic Journal, gli autori hanno valutato l'accuratezza dei rilevatori elettronici apicali nel determinare la...

di Lara Figini


In uno studio retrospettivo, pubblicato sul Journal of Oral Rehabilitation, gli autori hanno valutato, mediante esame videofluoroscopico, gli effetti della postura di flessione della...


Il concorso di conservativa diretta, rivolto agli studenti che frequentano il V e VI anno dei corsi di laurea in odontoiatria, è organizzato a livello internazionale da Dentsply...


Altri Articoli

Uno studio inglese indaga sulle priorità dei pazienti in tema di otturazione, il prof. Gagliani trae alcune interessanti considerazioni sul ruolo del dentista 

di Massimo Gagliani


La settimana appena conclusa ci ricorda quale sarà il tema che ci accompagnerà nei prossimi anni, quello della necessità o meno di regolamentare l’utilizzo delle tecnologie in ambito...

di Norberto Maccagno


Novità normative in tema di autorizzazioni sanitarie, tra cui la piena legittimazione delle Società tra Professionisti (StP) e ulteriori semplificazioni burocratiche


Ne ha parlato AIOP in una tavola rotonda durante il 41° Congresso Internazionale facendo anche il punto sui progetti AIOP Young e AIOP Educational


L’obiettivo aprire un tavolo di confronto con i cittadini su odontoiatria pubblica, odontoiatria sociale e tutela della salute 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Ricostruzione implantologia a distanza attraverso il paziente virtuale

 
 
 
 
chiudi