HOME - Cronaca
 
 
11 Marzo 2022

Ucraina: nasce il problema del riconoscimento del diploma di laurea per i profughi odontoiatri

L’Associazione Andiamoinordine scrive al Ministro Speranza: colleghi ucraini vorrebbero poter lavorare in Italia, ma i tempi per il riconoscimento sono lunghi. Impossibilitati anche a lavorare come ASO


La guerra in Ucraina sta costringendo alla fuga milioni di cittadini che trovano ospitalità in tutti i Paesi europei, Italia compresa. Tra questi anche dentisti, soprattutto donne, che vorrebbero collaborare negli studi odontoiatrici italiani in modo da poter lavorare anche per non dover dipendere per il proprio sostentamento dalla beneficenza ed assistenza che gli Italiani stanno attivando. 

A porre il problema, la Presidente di una Associazione di Dentisti Ucraini, la dott.ssa Larisa Filippenkova, che ha coinvolto l’Associazione Culturale Andiamoinordine impegnata in azioni di solidarietà, chiedendo la disponibilità di poter impiegare i “colleghi odontoiatri rifugiati” costretti a lasciare l’Ucraina. Però c’è il problema del riconoscimento del titolo di studio necessario per poter esercitare in un altro Stato. In particolare sono i tempi previsti dalle procedure ad essere incompatibili con la possibilità di lavorare, subito, in Italia.

Se già il riconoscimento di un titolo conseguito in un paese UE non è immediato, mediamente ci vogliono 4 mesi, per quello di un paese extra UE è decisamente più lungo. 

Per questo motivo l’Associazione Andiamoinordine ha scritto al Ministro della Salute Roberto al fine “di mettere in atto quanto in suo potere perché gli uffici preposti diano risposte certe in tempi ragionevoli ai Colleghi Odontoiatri ucraini che richiedano il riconoscimento del titolo”, scrive il presidente dell’Associazione Nunzio Cirulli

Molti di loro –spiega- chiedono anche nelle more del riconoscimento, di poter lavorare come Assistenti alla poltrona di Studio odontoiatrico (A.S.O.) presso gli studi dentistici in Italia”. 

Ma anche questo non è possibile perché serve l’attestato di qualifica, anche se fino al 20 aprile 2022 lo studio odontoiatrico può ancora assumerne un ASO privo di attestato di qualifica.  

Per questo motivo Cirulli chiede al Ministro “di verificare la possibilità di esonerarli dal conseguimento dell’attestato di qualifica regionale prevista ai sensi della normativa vigente”. 

Articoli correlati

Prof.ssa Ottolenghi: una opportunità ed una sfida con l’obiettivo di consentire a tutti gli Atenei di arrivare alla scadenza del 2027/28 con lo stesso passo 


Anche per odontoiatria ai 27 stati membri della Comunità è stato chiesto di adeguare, entro il 2026, i requisiti minimi di formazione alle nuove competenze. Le riflessioni di AIO


Alla vigilia del Congresso dei Docenti abbiamo intervistato il presidente prof. Roberto Di Lenarda.Tra i temi toccati anche l’odontoiatria pubblica ed i test di ammissione ai corsi di laurea


Il Ministro Bernini firma i decreti con le disponibilità per il nuovo anno accademico. 149 i posti in più per Odontoiatria, nascono 2 nuovi Atenei sede di corso di laurea


Millenovecentottantaquattro: un anno iconico e misterioso. Ci aveva pensato, trentasei anni prima, George Orwell; un romanzo così intitolato per prospettare un mondo distopico,...

di Massimo Gagliani


Anche per i professionisti è possibile accedere alla proposta tramite RedditiOnline o tramite la dichiarazione precompilata


L’On. Dario Tamburrano, odontoiatra romano, è l’unico dentista italiano, e forse anche europeo, nel nuovo parlamentare europeo. Avevamo annunciato la sua elezione in questo...

di Norberto Maccagno


Sono esclusi i liberi professionisti e gli studi associati, possono goderne le Società odontoiatriche, sia Srl che Stp. Le indicazioni dei consulenti fiscali AIO


I consulenti fiscali AIO spiegano quanto convengono e chi può utilizzare gli incentivi per l’assunzione. Misura che, dicono, potrebbe rivelarsi non molto incisiva


Cosa deve fare il dentista che riceve la lettera di un avvocato per supposta malpratiche? Determinanti sono i primi passi da compiere, il consiglio dell’odontoiatra legale per non sbagliare.


Il Segretario AIO Danilo Savini ricorda che sei mesi fa l'Associazione aveva già inviato una proposta in tal senso al Ministro Speranza 


Il presidente Ferrazzano chiede interessamento ed interventi mirati per sostenere la salute orale messa ancora più in crisi dalla pandemia


Altri Articoli

La guida degli esperti sulla connessione tra salute orale e salute neurologica: ecco perché lavarsi i denti è un’abitudine essenziale


Corsi per ortodonzia estetica e tecniche chirurgiche avanzate, ma anche per la gestione aziendale, il marketing digitale e l’intelligenza artificiale applicata all’odontoiatria


Restituito il sorriso a 800 ragazzi attraverso 6000 prestazioni. Nove gli ospiti che hanno potuto frequentare la scuola di odontotecnica 


L’Ordine dei dentisti spagnoli indica alcuni semplici consigli che potrebbero essere utile trasferire ai pazienti prima delle vacanze estive


Presto in commercio il primo spray nasale di adrenalina in caso di shock anafilattico potenzialmente mortale nei soggetti allergici gravi


Prof.ssa Ottolenghi: una opportunità ed una sfida con l’obiettivo di consentire a tutti gli Atenei di arrivare alla scadenza del 2027/28 con lo stesso passo 


L'essiccatore a membrana ad alta efficienza per aria compressa di altissima qualità rappresenta un significativo passo avanti nell'affidabilità dei sistemi di compressori per...


Coinvolti gli igienisti dentali che hanno frequentato durante l’anno i corsi pratici presso l’Academy. Due i lavori eccellenti vincitori a pari merito


La giurisprudenza sottolinea l'importanza di una documentazione clinica completa e accurata non solo per il trattamento del paziente, ma anche per la tutela legale degli operatori sanitari


Ad Udine 4 posti a tempo indeterminato, le domande entro il 10 agosto. A Napoli 4 posti a tempo pieno ma per 12 mesi, domande entro il 24 luglio


lo studio del Dipartimento di Medicina e innovazione tecnologica dell’Insubria di Varese pubblicato su Frontiers in Immunology


Anche per i professionisti è possibile accedere alla proposta tramite RedditiOnline o tramite la dichiarazione precompilata


Perché conviene un archivio digitale, come risolvere il problema dei documenti cartacei, quali le soluzioni possibili


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi