HOME - Interviste
 
 
27 Maggio 2022

EuroPerio10 rafforza il suo status di miglior congresso in parodontologia e implantologia

Intervista ad Andreas Stavropoulos, nuovo presidente della Federazione Europea di Parodontologia


La Federazione Europea di Parodontologia (EFP, www.efp.org) ha nominato il Prof. Andreas Stavropoulos, dalla Svezia, presidente in sostituzione del suo predecessore, il Prof. Lior Shapira, Israele.

L'EFP è un'organizzazione senza scopo di lucro che riunisce 37 società scientifiche nazionali di parodontologia e odontoiatria implantare di sei continenti ed è riconosciuta come l’organizzazione leader mondiale in ambito parodontale.


Quali sono, professor Stavropoulos, le priorità principali che ha stabilito per il suo mandato di presidente dell'EFP?

Penso che un compito importante sia rafforzare i legami tra l’EFP e le nostre 37 società membre in tutto il mondo. Probabilmente, molte delle società scientifiche nazionali esistevano prima della nascita della Federazione e, a un certo punto, hanno deciso volontariamente di diventarne membri poiché vedevano i vantaggi di unire le forze, mettere in comune risorse e visioni e lavorare insieme nelle aree di interesse comuni dato che, in fin dei conti, le sfide che tutti affrontiamo, la conoscenza e la metodologia con cui lavoriamo e gli obiettivi che perseguiamo sono abbastanza simili.
A causa della pandemia e dell'assenza di incontri fisici per quasi due anni, è in qualche modo naturale che ognuno si sia concentrato sui propri problemi, perdendo talvolta di vista il quadro generale.

La missione principale dell'EFP è promuovere la parodontologia e una maggiore consapevolezza in Europa e non solo: questo possiamo ottenerlo meglio quando siamo fortemente uniti.    


Come sta affrontando l'EFP lo scenario post-Covid-19 e quali misure dovrebbero essere adottate per rilanciare il settore dentale?

Questa è una domanda impegnativa, dal momento che la pandemia sembra aver avuto un impatto diverso sul settore dentale nei vari paesi. Mentre in alcuni i dentisti hanno registrato un calo dei loro pazienti, in altri erano estremamente occupati. Analogamente al settore, alcune aziende sono state colpite negativamente, mentre altre hanno registrato ricavi significativamente migliori.
Quindi, come accennato in precedenza, l'EFP è una federazione di società scientifiche nazionali, non un sindacato professionale di per sé. Penso che il cambiamento principale che il Covid ha portato nell'EFP sia che abbiamo capito che dobbiamo diventare più virtuali!    


EuroPerio10 si terrà dal 15 al 18 giugno a Copenaghen. È il primo grande evento organizzato in presenza dall’EFP dall'inizio della crisi pandemica. Quali sono le sue aspettative riguardo alla prossima edizione?

Puntiamo ad avere il miglior congresso EuroPerio di sempre. Il comitato organizzatore di EuroPerio10, guidato dal presidente Phoebus Madianos e dal presidente scientifico David Herrera, ha lavorato duramente per combinare il meglio delle precedenti edizioni con una serie di novità.
In termini scientifici, l'annuncio della nuova linea guida clinica di tipo S3 per il trattamento della parodontite in stadio IV rappresenterà una pietra miliare importante per i dentisti di tutto il mondo per quanto riguarda la loro pratica quotidiana.
In termini di conoscenza, il programma scientifico racchiude in meno di quattro giorni più di 80 sessioni con un mix di format originali e di successo caratterizzati da 135 relatori di alto livello provenienti da 30 paesi.
In termini di networking, EuroPerio10 sarà la prima occasione per incontrarci di nuovo con amici e colleghi, qualcosa di cui tutti abbiamo un disperato bisogno dopo la pandemia e dopo quattro anni dall'ultima edizione, EuroPerio9 ad Amsterdam.

Sono personalmente lieto che sede sarà la mia città natale, Copenaghen. Quindi non vedo l'ora di incontrare molti vecchi e nuovi amici!  


Attualmente, quali sono gli sforzi principali dell'EFP per la diagnosi precoce, il controllo e/o il trattamento delle malattie gengivali?

L'EFP ha lavorato duramente negli ultimi anni per creare linee guida basate sull'evidenza per la diagnosi precoce, il controllo e/o il trattamento delle malattie parodontali. La prima parte, relativa alla parodontite lieve e moderata, è già stata pubblicata al JCP, e all'EuroPerio10 di Copenaghen verranno presentate le raccomandazioni per la gestione della parodontite avanzata.
Attualmente, l'EFP si sta preparando per il Perio Workshop 2022, che sarà la base per linee guida simili per quanto riguarda la gestione delle malattie perimplantari.     


Quali sono le sue prospettive sulle nuove tecnologie in campo parodontologico e implantologico? Si aspetta nei prossimi anni grandi progressi per quanto riguarda i trattamenti in entrambi i casi?

È una questione di definizione… cos'è il “grande” e quanto dureranno i “prossimi anni”? I grandi progressi nei campi della parodontologia e dell'implantologia, sia in termini di diagnosi che di trattamento, dipendono in gran parte dai progressi tecnologici.
Quanto grande può essere una nuova tecnologia e quanto velocemente questa può arrivare al mercato e all'utente finale dipende anche da fattori pratici, finanziari e persino burocratici. In ogni caso, mi aspetto che il nuovo grande cambiamento nel nostro campo sia la diagnosi precoce.    


Nonostante gli sforzi della comunità dentale negli ultimi anni, la cura della salute orale rimane una “questione secondaria” in molti paesi in tutto il mondo. Quali sono i vostri consigli per invertire questo scenario in termini generali e cosa si può fare per rafforzare l'importanza della parodontologia?

Come accennato in precedenza, l'EFP mira a creare consapevolezza sull'importanza della salute parodontale non solo in termini di benessere personale, ma anche di benefici economici a livello sociale. E il denaro è qualcosa che i politici di tutto il mondo capiscono.
Per meglio comprendere di quanti soldi stiamo parlando, l'EFP ha commissionato a The Economist il rapporto “Time to take grave gum disease” sul costo finanziario e umano delle malattie gengivali in alcuni paesi, Italia inclusa. I risultati parlano da soli.    


La formazione a distanza, i servizi di formazione online e i webinar stanno assumendo un ruolo di primo piano. Come affronta queste nuove forme di diffusione della conoscenze sulla salute orale?

È vero, l'apprendimento virtuale è cresciuto esponenzialmente ovunque con la pandemia, e penso che anche in futuro sarà presente.
All'EFP siamo convinti che gli strumenti di apprendimento virtuale offrano una nuova ed entusiasmante opportunità per diffondere la conoscenza non solo tra gli oltre 16.000 professionisti dentali membri delle nostre 37 società, ma anche nel resto della comunità dentale a livello globale.
Ecco perché due anni fa abbiamo iniziato a sviluppare i nostri webinar Perio Sessions per diffondere la conoscenza all'intera comunità dentale. Come EFP abbiamo creato EuroPerio Series, una serie di webinar di prim'ordine con relatori di EuroPerio10, per offrire un “assaggio” di ciò che il congresso proporrà. L'EFP organizza anche le sessioni di Perio Talks, che di solito si svolgono sul nostro account Instagram: durano circa mezz'ora e consentono un alto grado di interattività con i nostri ospiti e follower.

Per esempio, il 19 maggio ho partecipato a un Perio Talks discutendo di come i partecipanti a EuroPerio10 potranno godersi la bella Copenaghen anche quando non partecipano al congresso. Siete tutti invitati a unirvi a noi su Instagram gratuitamente!    


Qual è il ruolo delle società aderenti all'EFP, in particolare della società italiana, per quanto riguarda la promozione dell'importanzadella prevenzione e del trattamento delle malattie gengivali?

Ovviamente cruciale. La società italiana perio è grande e importante, non solo per il gran numero di membri, ma anche per gli importanti contributi scientifici alla parodontologia che i suoi membri hanno dato negli ultimi 30 e più anni.
La Società Italiana di Parodontologia, come le altre società aderenti all'EFP, aderisce ogni anno al Gum Health Day e contribuisce così a creare una maggiore consapevolezza.
Quest'anno lo slogan della Gum Health Day 2022 era “Treat your gums (Tratta le tue gengive), con il doppio messaggio che da un lato vale la pena per tutti noi prendersi cura delle nostre gengive, poiché la loro salute è parte integrante di un benessere più generale e, d'altra parte, spesso è necessario un trattamento professionale presso lo studio dentistico e l'igiene quotidiana potrebbe non essere sufficiente.   


L'EFP ha tenuto la sua assemblea generale annuale il 25 marzo: quali risultati vorrebbe evidenziare?
Durante l'assemblea generale abbiamo lanciato la campagna di donazioni Aiuta l'Ucraina per raccogliere aiuti per il popolo ucraino fornendo assistenza sanitaria urgente alle persone nel paese e a coloro che fuggono nei paesi vicini a causa del conflitto armato.
Quindi abbiamo accolto la società perio azerbaigiana come membro a pieno titolo della nostra federazione, dopo essere stata membro associato dal 2017.
Internamente, il segretario generale Nicola West e la tesoriera Monique Danser sono stati, rispettivamente, confermati al loro incarico per un secondo mandato di tre anni.
Tra le altre nomine, a livello personale ho avuto l'onore di assumere la presidenza dell'EFP.

Articoli correlati

Un'igiene orale corretta e visite regolari dal dentista possono sostenere la salute cardiovascolare. Questo, in estrema sintesi, è ciò che odontoiatri e cardiologi hanno concordato durante il...


La Federazione Europea di Parodontologia (EFP) apre le sue porte agli International Association Member.“La parodontite è un problema globale, con forme gravi che...


approfondimenti     16 Luglio 2018

Parodontite e diabete

L’impegno della SIdP per combattere questa nuova epidemia


Al fine di richiamare l'attenzione sul crescente peso della carie e della parodontite, e gli interventi preventivi semplici ed economici disponibili per affrontare queste condizioni, la Federazione...


Graziani (EFP): obiettivo sensibilizzare sull’importanza salute orale per benessere della persona


Altri Articoli

Un dovere etico e morale per un SSN che si rispetti, dice il prof. Gagliani ammettendo che, però, oggi molto è basato sul volontariato e questo non è un bene, per i pazienti


Tra le novità il corso in lingua inglese a la Sapienza. Il numero di posti è però provvisorio in attesa delle decisioni della Stato e Regioni. Ecco i posti assegnati ai singoli atenei sede di...


Sono 77 i posti in più assegnati per il prossimo anno accademico. Ecco la distribuzione ateneo per ateneo. Riattivato il corso a Bari e Bolzano


Nuove prestazioni per la sanità integrativa di 85mila professionisti italiani. Per ANDI grazie a questo accordo si apre una nuova epoca nella sanità integrativa


A luglio dovrebbe arrivare in busta paga per i dipendenti e pensionati. Per gli autonomi se ne parlerà (forse) ad ottobre, ancora da emanare il decreto con le modalità operative


Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Ricostruzione estetica con faccette: un caso risolto con tecniche digitali senza dimenticare l’analogico

 
 
 
 
 
 
chiudi