HOME - Cronaca
 
 
03 Novembre 2021

Bocciatura emendamento su StP odontoiatriche: i commenti di AIO, ANDI ed ANCOD

Ovviamente divisi tra soddisfazione (Catene) per aver tutelato il lavoro ed amarezza (Sindacati odontoiatrici) per l’ennesima bocciatura ad una proposta che vuole tutelare la salute del cittadino


All’indomani della bocciatura, in Aula del Senato, dell’emendamento che avrebbe consentito l’esercizio dell’attività odontoiatrica in forma societaria alle sole StP i commenti dei Sindacati odontoiatrici e dell’Associazione che rappresenta i principali marchi delle Catene odontoiatriche si dividono.

Ovviamente, positivi quelli di ANCOD per aver confermato la legittimità dell’odontoiatria organizzata ed evitato di penalizzare un settore che crea posti di lavoro, mentre critici verso la politica quelli di AIO ed ANDI che l’accusano di non aver voluto tutelare i cittadini privilegiando l’interesse economico sulla salute   


ANCOD: “grande soddisfazione, confermata la legittimità dell’odontoiatria organizzata 

Con l'ennesima bocciatura in Senato, stavolta in Aula dopo la Commissione, e l’invito del Governo al ritiro dell’emendamento, viene ribadita ancora una volta la volontà da parte del legislatore di non contrastare l'odontoiatria organizzata, confermandone la legittimità nel panorama sanitario italiano.  Grazie a questo risultato si è riusciti a salvare oltre 20mila posti di lavoro e un servizio di altissima qualità che fino ad oggi ha offerto grandi vantaggi a migliaia di pazienti, cittadini e consumatori. Nel nostro ambito, gli strumenti per contrastare gli operatori che non si comportano in maniera dignitosa già esistono, e la sentenza Antitrust sul caso Dentix lo dimostra”.
Questo il commento del presidente di ANCOD Mirko Puccio sulla bocciatura nell’Aula del Senato dell’emendamento Lorefice, presentato con l’intento di limitare l’attività odontoiatrica alle sole Società Tra Professionisti (STP) e già respinto in Commissione Bilancio lo scorso settembre.
Come Ancod siamo pronti a sederci al tavolo per aprire un dialogo con i soggetti in campo e soprattutto a fare proposte costruttive di cui possano beneficiare i pazienti e la categoria”, ha aggiunto il Direttore generale di ANCOD Raffaele Abbattista, “Nei centri odontoiatrici rappresentati dalla nostra Associazione prestano servizio odontoiatri professionisti e ASO di altissimo livello che hanno cura del paziente così come avviene negli studi individuali. Sarebbe stato gravissimo far tornare indietro il Paese rispetto al regime di liberalizzazione introdotto nel 2019”.


ANDI: il bene salute calpestato dall'interesse economico 

L’articolo 32 della Costituzione tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività. Queste sono le basi che dovrebbero orientare le scelte parlamentari in tema di salute – commenta sul sito dell’Associazione  Carlo Ghirlanda presidente nazionale ANDI- con il voto odierno, contrario, dell’aula del Senato nei confronti dell’emendamento Lorefice, si assiste invece al mantenimento di ciò che non è interesse collettivo ma solo del capitale economico.
Nessun rispetto per i cittadini truffati e per il bene salute, primario per la stessa costituzione italiana, che tanti episodi di cronaca hanno evidenziato essere calpestato dall’interesse economico degli investitori di capitale.
Continueremo a batterci perché la dignità di quell’assunto costituzionale sia pienamente rispettata e si riesca finalmente a capire che senza regole certe il cittadino continuerà ad essere preda di coloro che mirano solo ai propri interessi economici.
Noi continueremo a mantenere alta la tensione su questo argomento e ad agire per modificare una norma che mortifica questo Paese
”.    


AIO: ancora una volta la politica considera la nostra professione come una attività commerciale penalizzando i pazienti 

“Prendiamo atto con rammarico della bocciatura per soli otto voti dell’emendamento Lorefice 4.104”, dice Fausto Fiorile presidente nazionale AIO.
Con questo atto parlamentare, la professione odontoiatrica viene ancora una volta trattata dal legislatore al pari di una attività commerciale, ancora una volta non considerato l’aspetto peculiare di una professione medica che ha come primo obiettivo quello di curare le persone piuttosto che intraprendere attività di business per retribuire investitori di capitale.
Lo spauracchio dei licenziamenti utilizzato ad arte per influenzare le scelte politiche ha funzionato ancora una volta a danno dei cittadini pazienti.
Continueremo nel nostro percorso di sensibilizzazione politica finalizzato a far comprendere come la salute dei cittadini mal si concili con gli interessi meramente economici”.

Articoli correlati

Presentato il Manifesto con i 20 puti per “una nuova assistenza sanitaria”. Bondi (ANDI): non è accettabile che una persona non possa masticare perché non ha i soldi per curarsi


Tra i temi toccati nella video intervista la disponibilità a definire regole per evitare altri casi Dentix. Tra i primi confronti avuti quello con ANDI


Approvata in via definitiva la Legge europea 2019-2020. Ecco come cambiano gli adempimenti per il direttore sanitario


Principi e adempimenti normativi, vantaggi e rischi, le opportunità fiscali e le agevolazioni in tema di investimenti. Guarda la relazione tratta dal Congresso CAO di Catanzaro


Cambio al vertice di ANCOD, la scelta è di affidare la presidenza dell’Associazione ad un professionista esterno ai Marchi associati 


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi