HOME - Approfondimenti
 
 
13 Settembre 2016

L'estetica "traina" anche il mercato ortodontico. Crescita a due cifre dei trattamenti con dispositivi biomimetici o allineatori trasparenti, secondo i dati Key-Stone


Sul numero di settembre di Dental Cadmos (attualmente disponibile anche sulla nostra piattaforma online LINK) un lavoro originale del team diretto dal prof. Farronato ha indagato le scelte dei pazienti in tema di trattamenti ortodontici estetici tra: allineatori trasparenti; apparecchiatura fissa vestibolare con attacchi in ceramica; apparecchiatura linguale personalizzata.

Dalla ricerca, condotta su un campione di 83 pazienti dai ricercatori dell'Università di Milano, emerge che la scelta cade prevalentemente sugli allineatori trasparenti. "Anche per motivi economici", commentano i ricercatori.

Una scelta, comunque, verso i trattamenti ortodontici estetici da parte dei pazienti adulti confermata anche dai dati di mercato come anticipato ad Odontoaitria33 da Roberto Rosso (nella foto) -presidente dell'istituto di ricerche Key-Stone- che sabato 17 settembre presenterà alcuni dati sull'argomento al 9° International Meeting dell'Accademia Il Chirone.

"Il grande trend dell'estetica, definibile come un fenomeno sociale -dice Roberto Rosso- sta senza dubbio favorendo nuova domanda tra i pazienti adulti, unico vero segmento nel quale è possibile incontrare la crescita complessiva del settore ortodontico".

L'analisi presentata da Rosso sulla base dei dati di mercato delle aziende che producono o distribuiscono prodotti ortodontici, evidenza come sia proprio "l'area estetica" a crescere.

Grazie ai dati ottenuti dalla ricerca UNIDI, sviluppata da Key-Stone e presentata durante l'ultimo EXPODENTAL di Rimini, è stato possibile valutare l'andamento dell'industria ortodontica in Italia e, nello specifico, valutare l'evoluzione nel corso degli anni del peso di allineatori e ortodonzia tradizionale, suddividendo il fatturato delle aziende (acquisti degli studi dentistici).

"Considerando che nello studio UNIDI, il mercato italiano ortodontico è stato calcolato in circa 78 milioni (esclusa IVA)", spiega Rosso, "il business degli allineatori ha ormai raggiunto i 30 milioni, escludendo i servizi artigianali proposti da laboratori ortodontici. Tale fatturato è sviluppato da una importante multinazionale, seguita da alcuni brand italiani e stranieri con alti tassi di crescita."

Secondo i dati che saranno presentati all'evento di sabato, il peso del mercato industriale degli allineatori ha raggiunto quasi il 40% a valore ma, ricorda Rosso, "non bisogna fare confusione con il numero di casi trattati, poiché mentre nell'ortodonzia tradizionale il costo a carico del dentista (ricavi dell'industria) si riferisce ai soli prodotti (brackets, bande, fili, archi, etc.), gli allineatori includono anche il servizio di produzione". Quindi, il valore complessivo è chiaramente più alto, con un rapporto di costo di circa 1 a 5 tra la scelta del dispositivo tradizionale rispetto all'allineatore su misura.

"Senza entrare nel merito dei costi dei materiali e/o dei servizi, come ha invece fatto la ricerca del prof. Farronato - continua il presidente Key-Stone - il ragionamento è funzionale a comprendere il numero di casi che si stanno attualmente sviluppando con allineatori, stimato intorno a 30.000 nel 2015, con una quota rilevante se contestualizzata nel mondo degli adulti e un tasso di crescita del business straordinario che sfiora il +20%, mentre l'ortodonzia tradizionale ha un andamento di crescita lenta (circa +1,5% nel 2015)".

Discorsi simili anche per quanto riguarda l'ortodonzia tradizionale, dove a crescere sono le vendite di brackets estetici (in particolare ceramici) rispetto ai metallici. "In Italia, le aziende non mettono ancora a disposizione dati specifici di dettaglio -ammette Rosso- ma in Spagna, tra i paesi simili al nostro, il peso dei casi trattati con brackets ceramici supera il 20% del totale, nonostante il prezzo di tali dispositivi sia mediamente più del doppio della versione metallica."

Pur con tecniche e materiali differenti, anche gli attacchi linguali si inseriscono in questo ambito, dove l'industria ha sviluppato prodotti sempre più orientati alla massima estetica per i pazienti.

Azzardando una stima, dice Rosso, si può affermare che in Italia circa la metà di tutti i nuovi casi trattati siano realizzati con dispositivi estetici e come si stia assistendo al maggior tasso di crescita in termini di volumi complessivi proprio in questo segmento.

"La ricerca dell'estetica -conclude Rosso- assume quindi, nell'ortodonzia, una doppia valenza riassumibile in due aree motivazionali: fasce sempre più ampie di popolazione inseguono un miglior aspetto estetico e, contemporaneamente, richiedono che le terapie siano il meno invasivo possibile dal punto di vista estetico. Sebbene questi due driver lavorino a livelli diversi, non possiamo non affermare che vi sia un legame, al punto che l'incremento della domanda da parte dei pazienti adulti è senza dubbio favorita dalla possibilità di sviluppare trattamenti attraverso modalità preferibilmente trasparenti. Sicuramente comunque si tratta di fattori che stanno influenzando, e in maniera positiva, la crescita del settore".

Articoli correlati

La prof.ssa Nardi evidenzia il valore della tecnologia delle piattaforme on-line e delle applicazioni mobili che da’ la possibilità di interagire con la persona assistita e...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


La Food and Drug Administration (FDA) pubblica indica i sintomi da considerare per diagnosticare e prevenire la sindrome dell’apnea ostruttiva notturna (OSAS)


Una revisione della letteratura esplora i principi dell’intelligenza artificiale, le sue applicazioni in ortodonzia e la sua implementazione nella pratica clinica

di Lara Figini


SIDO: “attenzione a offerte che possono compromettere la salute ed invita a rivolgersi ad uno specialista in ortodonzia


Presidente SUSO che sottolinea: “non è l’allineatore a mettere i denti dritti, ma l’ortodontista” e ricorda le responsabilità di fronte al paziente di chi prende l’impronta ed affida...


E' un dato di fatto che la Pedodonzia, che io preferisco definire Odontoiatria Infantile, stia sempre più suscitando l'interesse degli operatori odontoiatrici visto la grande domanda di cure...


La salute orale ha un impatto rilevanti sul benessere complessivo delle persone: se c'era bisogno di conferme, la più recente arriva dagli Usa, dove la American dental association (Ada) ha...


Il fluoro si trova nell’acqua che beviamo, nell’acqua in cui cuociamo la pasta, in alcuni alimenti e nei prodotti per l’igiene orale. Benché in alcune aree vulcaniche la sua concentrazione...


cronaca     03 Dicembre 2010

La sigillatura non ha età

Perché per prevenire la carie non si sigillano anche i molari degli adulti così come si fa con quelli dei bambini? E perché non viene utilizzata in modo più esteso una procedura che è...


Obiettivi. Descrivere il sistema Invisalign che consente il trattamento ortodontico, in pazienti adulti, di malocclusioni in cui sia richiesto il puro movimento dentale per mezzo di allineatori...


La seconda edizione di IDEA (International Dental Exhibition Africa), la fiera del dentale organizzata da UNIDI in Africa, si svolgerà dal 25 al 27 ottobre al Centro Congressi del King Fahd...


Altri Articoli

Padre, madre e figlio condannati, assolto il direttore sanitario. Nei giorni scorsi la sentenza della Corte di Appello di Torino


Ne parla Filippo Ghelma, responsabile del DAMA all’Ospedale San Paolo di Milano intervistato dal presidente SIOH Paolo Ottolina e dal dott. Marco Magi


Al IX Workshop di economia in odontoiatria dell’ANDI, l’analisi e le proposte di soluzioni per diffondere la prevenzione e allargare l’accesso alle cure 


Giunto ormai alla sua decima edizione, l’appuntamento ha dimostrato ancora una volta di essere non solo un evento scientifico di alto livello, ma anche un'opportunità di...


Il Ministro Bernini firma i decreti con le disponibilità per il nuovo anno accademico. 149 i posti in più per Odontoiatria, nascono 2 nuovi Atenei sede di corso di laurea


Molte le novità presentate da ACTEON in Expodental Meeting a cominciare dal pulsante wireless per poter azionare la CBCT X-MIND Prime a distanza ottimizzando il flusso di lavoro...


Magenga: abbiamo risolto il problema della mancanza di ASO, grazie all’accordo sindacale si potrà assumere un non abilitato e formarlo attraverso un corso accreditato per...


Millenovecentottantaquattro: un anno iconico e misterioso. Ci aveva pensato, trentasei anni prima, George Orwell; un romanzo così intitolato per prospettare un mondo distopico,...

di Massimo Gagliani


La prof.ssa Nardi evidenzia il valore della tecnologia delle piattaforme on-line e delle applicazioni mobili che da’ la possibilità di interagire con la persona assistita e...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Viene differita a data da destinarsi l’entrata in vigore del decreto che riattiva il redditometro. Servirà un nuovo decreto per cancellare il provvedimento


La vicenda riporta di attualità la questione dell’autonomia della CAO all’interno della FNOMCeO e della possibile applicazione della legge Lorenzin


Molte le novità presentate da CGM in Expodental Meeting legate al software per gli studi odontoiatrici XDENT, dell’integrazione con l’Intelligenza artificiale per rispondere...


Un evento per aggionrare sulle nuove tecniche ortodontiche e per festeggiare i 90 anni di Leone ed i 25 della tecnica STEP


L’appuntamento di Rimini si conferma come il più importante evento italiano del dentale e tra i più visitati in Europa


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi