HOME - Cronaca
 
 
04 Novembre 2016

Centro estetico effettuava sedute di sbancamento dentale. A Cosenza condannato il titolare, dovrà anche risarcire l'Ordine


A scoprire l'attività abusiva svolta all'interno di un centro estetico di Cosenza erano stati i Nas su segnalazione del locale Ordine dei medici chirurghi ed odontoiatri, ora il Tribunale ha condannato il titolare del centro per esercizio abusivo della professione sanitaria che dovrà anche risarcirle l'Ordine, che si era costituito parte civile, con la somma di 5mila euro.

Oltre alle pene inflitte, il giudice ha anche stabilito la distruzione delle attrezzature ed il materiale utilizzato per compiere o reato.

Soddisfatto per la sentenza Giuseppe Guarnieri (nella foto), presidente Albo Odontoiatri di Cosenza che ha sottolineato come la stessa "risulta di particolare importanza dal momento che, si legge nel dispositivo, il Giudice ha condannato l'imputato a corrispondere, a titolo di risarcimento del danno, in favore dell'Ordine dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Cosenza, la somma di 5 mila euro oltre le spese legali, la confisca e la distruzione delle attrezzature e dei prodotti utilizzati per la commissione del reato".

"La sentenza -ha dichiarato ad Odontoaitria33 il presidente Guarnieri- incoraggia la CAO ed il Consiglio tutto a continuare l'incessante battaglia intrapresa da tempo contro la piaga dell'esercizio abusivo della professione odontoiatrica nell'interesse della salute dei cittadini".

Articoli correlati

Lo indica la norma contenuta nel Decreto legge per l’attuazione del PNRR che modifica quanto previsto dal Decreto attuativo della Legge Gelli/Bianco


Dopo l’invio agli OMCeO da parte del Co.Ge.A.P.S. della situazione dei crediti ECM acquisiti dai propri iscritti, alcuni Ordini provinciali stanno inviando delle lettere a quelli...

di Norberto Maccagno


Iandolo ricorda il ruolo sussidiario dell’Istituto ordinistico e si dichiara pronto a supportare Governo e Ministro della Salute sui temi legati all’odontoiatria


Le Società Scientifiche affiliate ad ASSO condividono pienamente quanto espresso dalla CAO Nazionale e si impegnano a fasi promotori della necessità del rispetto di tali principi


Iandolo: l'odontoiatra può detenere gli apparecchi radiografici indispensabili all'esercizio delle prestazioni radiodiagnostiche complementari ed utilizzarle a fini diagnostici e terapeutici


Altri Articoli

Francesco Cairo, coordinatore scientifico del simposio SEPA-SIdP

A Barcellona si è svolto il Simposio della Società Spagnola di Parodontologia (SEPA) e della Società Italiana di Parodontologia (SIdP). Il resoconto dell'evento e la video...


Alcune considerazioni del prof. Gagliani ragionando sulla storia delle ricostruzioni monolitiche e stratificate e sulle cause dei successi ed insuccessi   

di Massimo Gagliani


L’Assemblea nazionale dell’ENPAM ha approvato all’unanimità il bilancio preconsuntivo per il 2022. Pe rora nessun Aumento della Quota A, si valuterà ad aprile


I fondi stanziati dovrebbero bastare per soddisfare tutte le richieste. 20mila quelle arrivate da medici e dentisti, 95mila dagli avvocati, 40 dai notai


Il presidente Brugiapaglia, commentando le modifiche ai controlli sugli apparecchi radiografici, ricorda il dott. Nicola Balduzzi prematuramente scomparso


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Ricostruzione implantologia a distanza attraverso il paziente virtuale

 
 
 
 
chiudi