HOME - Cronaca
 
 
09 Novembre 2021

Propone sconti ai pazienti con Green pass: Centro odontoiatrico “criticato” da no-vax ed Ordine

L’Ordine convoca direttore sanitario, i negazionisti li insultano via web. L’AD della Catena: iniziativa da premiare, incrementa la sicurezza di pazienti ed operatori


Non è certo passata inosservata, ma forse era anche quella l’intenzione, l’iniziativa di una Catena odontoiatrica con sede in varie città toscane che propone un “listino speciale per i titolari di Green pass”. Sconti del 30% sulle prestazioni: l’igiene dentale a 29 euro, l’otturazione a 70, un impianto a 1.100 euro alcune delle tariffe indicate. 

Secondo la stampa locale, il post con il volantino pubblicitario pubblicato sulla pagina Facebook della Catena che proponeva gli sconti dedicati ai possessori del Green pass, è stato pesantemente criticato dai negazionisti al punto che Facebook, informa il quotidiano Il Tirreno “dieci giorni fa ha oscurato la pagina perché il disprezzo suscitato era troppo anche per l’algoritmo, che invece di moderare la discussione ha preferito bloccarla sul nascere e in questo modo chiudere i rubinetti dell’odio”. Ora la pagina è nuovamente visibile ma del post non c’è più traccia.  

"Non si parla di sconti, ma di listino speciale. Nessuno è escluso dalle cure, le strutture sanitarie sono aperte a tutti. È solo un incentivo verso chi è vaccinato e crea minor rischio non solo ai pazienti, ma anche a medici e operatori, tra i più esposti al contagio. Così si ha più sicurezza", spiega l’Amministratore delegato del Gruppo a La Repubblica (pagina di Firenze).

Ma l’indignazione via social non è l’unico problema della Catena nato dall'iniziativa. 

Anche la CAO di Pistoia avrebbe convocato il Direttore sanitario che opera nell’ambulatorio attivo in città per chiarimenti. 
Quella pubblicità in qualche modo non è conforme alle norme deontologiche, in quanto esibire il green pass è obbligatorio (fatti salvi gli esentati) per tutti i lavoratori pubblici e privati nonché per tutto il personale sanitario (obbligato alla vaccinazione per la legge 44 dell’aprile 2021), ma non per i pazienti”, spiega il presidente CAO di Pistoia Stefano Briganti al quotidiano La Nazione.
Offrire quindi un listino prezzi scontato per i clienti dello studio discrimina gli stessi e li induce a scegliere un percorso sanitario piuttosto che un altro solo per ottenere un vantaggio economico. Ho avuto già modo di confrontarmi verbalmente con il direttore sanitario dell’azienda e ho chiesto, invano, di rimuovere quella pubblicità. Ora ci troviamo costretti a sollevare nella prossima riunione di Commissione il fatto. Quello che vorrei sottolineare è che le cure mediche, anche se erogate in uno studio privato, non dovrebbero mai costituire un prodotto a valenza commerciale". 

Direttore sanitario che dalle stesse colonne sottolinea che “la pubblicità non dipende da me”, chiarendo che "Noi abbiamo presentato un listino prezzi diverso per i possessori di green pass”.

Amministratore delegato della Catena che replicando sempre dalle colonne de La Nazione dice: "Sorprende che proprio i medici osteggino una iniziativa che ha come fine la maggiore sicurezza di pazienti e operatori. Dal momento che non si possono negare le cure a chi non si è vaccinato, offrire prezzi vantaggiosi per incrementare la sicurezza dovrebbe essere un’iniziata da premiare".


Photo Credit: La Nazione.it

Articoli correlati

Una circolare dissipare i dubbi in tema di informazione e pubblicità sanitaria con le azioni che per la CAO possono essere attivate e quelle che invece non sarebbero consentite


Le motivazioni della contestazione devono però essere dettagliate e l’indicazione del nominativo deve essere riportato solo sui messaggi pubblicitari


Per i trasgressori sanzioni da 2.600 a euro 15.600 euro. Per i dispositivi medici confermata la possibilità di pubblicizzarne, alcuni, ma previa autorizzazione del Ministero  


Rimane ancora in discussione quello che se approvato consentirebbe ai cittadini iscritti ai Fondi Sanitari di scegliere il medico o il dentista a cui rivolgersi


Approvata in via definitiva la Legge europea 2019-2020. Ecco come cambiano gli adempimenti per il direttore sanitario


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi