HOME - Cronaca
 
 
11 Marzo 2022

CAO: indicare il fabbisogno formativo considerando i laureati all’estero

Iandolo (CAO): "L’Università non può diventare una fabbrica di disoccupati o sottoccupati”. Riproposta la necessità di un osservatorio territoriale sul fabbisogno


Uno su tre: dei 6.369 nuovi Odontoiatri che si sono iscritti agli Albi tra il 2016 e il 2020, il 33% si sono laureati all’estero. Tanto che la Commissione Albo Odontoiatri nazionale ha lanciato una proposta: contemplare, nella programmazione, anche i dentisti laureati all’estero. Come? Sottraendo dal fabbisogno a sei anni la media dei laureati all’estero nell’ultimo lustro. 

A ricordarlo, questa mattina, il Presidente della Commissione Albo Odontoiatri nazionale, aprendo, con la sua relazione, l’Assemblea nazionale dei 106 Presidenti CAO in corso a Treviso. 

Un fenomeno, quello delle lauree all’estero, relativamente recente, ma che è diventato ormai una costante: i nuovi iscritti con laurea estera sono stati quasi uno su quattro nel 2020, con un lieve calo dovuto al blocco degli spostamenti per la pandemia di Covid. Erano il 28,5% nel 2019, il 36,5% nel 2018, il 43% nel 2017, e il 40% nel 2016 (elaborazione su dati del Ced della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. 

I laureati all’estero sono il frutto della ‘migrazione’ di studenti che decidono, per vari motivi, di frequentare all’estero la facoltà di Odontoiatria – ha spiegato Raffaele Iandolo –. Un contingente non trascurabile di nuovi odontoiatri che sfugge alla programmazione italiana dei fabbisogni, più attenta forse a ‘saturare’ l’offerta formativa, in continua espansione, che a formare professionisti in quantità adeguata per rispondere alle necessità dei cittadini: sono stati lo scorso anno 37 i corsi di laurea in Odontoiatria, pubblici e privati, attivati in Italia. È uno spreco intollerabile e inutile di risorse. Non possiamo trasformare l’Università in una fabbrica di sottoccupati, se non di inoccupati. Il numero di accessi è calcolato in base al fabbisogno previsto a sei anni dall’immatricolazione. Tale fabbisogno deve tener conto anche della pletora di Odontoiatri che, tra sei anni, conseguiranno la laurea all’estero, ma torneranno a iscriversi in Italia, con difficoltà per tutti i nuovi colleghi a trovare un impiego adeguato”. 

E non è questo l’unico intervento della CAO sul fronte della Formazione e, nello specifico, della definizione del fabbisogno territoriale di odontoiatri, la cui valutazione a livello nazionale è sempre stata complessa per la difficoltà delle Regioni di elaborare un dato reale. 

Abbiamo nominato referenti regionali – ha aggiunto Iandolo - in modo da precisare quale sia l’effettiva necessità di introdurre nuovi odontoiatri.  Una novità straordinaria per determinare il fabbisogno reale a livello nazionale”. La relazione di Iandolo si era aperta, questa mattina, nel ricordo di Saverio Orazio, il Componente della CAO nazionale e del Comitato Centrale Fnomceo originario proprio della provincia di Treviso e scomparso nel 2010, cui la tre giorni è dedicata. Ieri si è svolta infatti una riunione della CAO nazionale, domani i lavori si concluderanno con il Convegno “Memorial Saverio Orazio”.“Questa foto che gli ho scattato io stesso – ha commentato, mostrando un ritratto di Orazio – lo rappresenta così com’era: pensoso mentre rifletteva, e subito se ne usciva con la giusta soluzione a un problema. Aveva un carattere unico, speciale. Ci ha insegnato tanto” 


Photo Credit: pagina Facebook Segretario nazionale CAO Alessandro Nisio

Articoli correlati

Nessun obbligo di nomina da parte del collaboratore odontoiatra di un proprio specifico personale esperto di radioprotezione


L’allarme parte dalla provincia di Bolzano dove i NAS hanno avviato controlli a tappeto per intercettare ASO che svolgono attività cliniche di prevenzione di competenza degli...


Una nota della FNOMCeO ricorda le competenze dell’Ordine territoriale e quello di iscrizione. Questi i compiti del Direttore sanitario e i suoi obblighi


cronaca     17 Novembre 2023

Gengive sane per salvare il sorriso

Presentato alla Camera il progetto SIdP e CAO. Obiettivo: la sensibilizzazione di odontoiatri, medici di famiglia e igienisti dentali, ma anche delle istituzioni e dei cittadini ...


Lo abbiamo chiesto al presidente CAO Raffaele Iandolo. Tra i temi toccati anche la necessità di tracciare tutti i passaggi della realizzazione dei dispositivi medici e le possibili nuove competenze...


Il dott. Marco Magi con alcuni partecipanti al Corso

L’odontoiatria speciale sarà una delle principali discipline del futuro: doveroso formarsi e aggiornarsi, a maggior ragione quando si parla di persone con disabilità e di...


“The doors are open” è il demagogico grido che si leva dalle sale del potere romano; non più numero chiuso a Medicina e, per conseguenza, a Odontoiatria. (vedi la notizia...

di Massimo Gagliani


Lo prevede il Decreto PNRR. L’assunzione sarà a discrezione delle Aziende e per fini didattici. Il contratto potrà essere prorogato fino alla acquisizione del titolo


Il Ministro Bernini firma il decreto per le prove ammissione. Due sessioni disponibili, a maggio e luglio, con la possibilità di partecipare ad entrambe. Ecco come si svolgeranno


Per il prof. Gagliani quello del numero chiuso è un finto problema quello vero: la trasformazione della docenza e del corso di laurea. E poi si chiede, può una disciplina medica reggersi sul...

di Massimo Gagliani


Immagine di repertorio

Secondo molti il test non selezionerebbe i migliori ma il prof. Gagliani fa notare che la metà di coloro che lo hanno tentato, non ha raggiunto neppure il minimo per entrare in graduatoria ovvero 20...

di Massimo Gagliani


Pubblicato il decreto con le modalità di svolgimento dei test di ammissione medicina ed odontoiatria. Rimodulato il numero dei quesiti per ciascuna materia


Altri Articoli

“L’estro” italico di trovare il sistema di interpretare a proprio favore le norme è oramai una caratteristica distintiva. E non sempre (quasi mai all’estero), questo...

di Norberto Maccagno


ANDI punta a convincere i giovani all’aggregazione e mette in campo un servizio di consulenza e sostegno per il passaggio generazionale


Da sinistra, Carlo Ghirlanda Presidente ANDI, On. Marcello Gemmato, Raffaele Iandolo Presidente CAO

Il Sottosegretario alla Salute visita l’Expodental Meeting: conferma il sostegno al settore e promuove l’aggregazione dei professionisti per garantire un modello...


Otto Climan porterà l’ecosistema di IDI Evolution all’interno dei suoi video, per spiegare come l’evoluzione tecnologica sia la strada per il progresso dell’odontoiatria...


Iandolo: il passaggio generazionale non si garantisce con l’aumento del numero di studenti ma favorendo aggregazione e l’accesso alle cure


Gianni Storni CEO Rhein83 presenta le novità portate in Expodental legate al prodotto di punta dell’azienda: l’Equator.


Focus sui principi cardine per il mantenimento del microbioma e per meglio comprendere come questo possa impattare sullo stato di salute prevenendo e/o...


Il dolore dentale si verifica solitamente a causa dell'infiammazione della polpa. Ciò è generalmente causato da batteri provenienti da denti cariati o da otturazioni dentali...


Cronaca     15 Maggio 2024

EDRA in Expodental Meeting

Incontri con gli Autori, con le redazioni e firma copie. Venite a trovarci allo stand EDRA per scoprire tutte le novità e darci indicazioni e suggerimenti


Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution si parla di contenzioso in odontoiatria e di odontologia forense. Protagonista di questa puntata, il dott. Marco Scarpelli ...


 La riabilitazione protesica non solo dal punto di vista puramente clinico/tecnico ma del paziente, è questo il filo conduttore delle relazioni al Congresso SIPRO. Ne abbiamo parlato con il...


Dalla valutazione preliminare del paziente alle lezioni di igiene e mantenimento della terapia fino al supporto per alleviare la paura del dentista


In programma a Rimini dal 16 al 18 maggio, la più importante manifestazione italiana del dentale e l’edizione del 2024 si annuncia con una crescita a doppia cifra. Ricordatevi...


I consigli su come rapportarsi al meglio ma anche quali accorgimenti devono essere presi durante la cura e per accoglierlo in studio. Ne parliamo con Mauro Dori


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi