HOME - Gestione dello Studio
 
 
21 Dicembre 2018

Dentista imprenditore, comunicatore e clinico. I consigli per "poter gestire” tutti questi ruoli

Francesca Giani

Come fare a inquadrare l’attività professionale in un’ottica di impresa, integrando informazioni di business, competenze di coordinamento e gestione delle persone? Quali sono gli elementi chiave del set mentale del professionista e dell’imprenditore di successo?Quali e quanti sono i ruoli che si assumono e che vanno assunti all’interno dello studio odontoiatrico? In un momento in cui la gestione dello studio diventa via via più complessa, sono molte le domande che ci si pone nell’ottica di costruire un metodo organizzato di lavoro.  

Ne abbiamo parlato con Roberta Pegoraro (nella foto), esperta di Management e correlatrice, insieme a Gabriele Vassura, del corso “Il dentista Manager.  “Nella mia esperienza” spiega “sono venuta a contatto con diversi modelli di gestione: ho conosciuto odontoiatri troppo concentrati sulla clinica, a scapito della relazione con team e pazienti; leader focalizzati sul management che però hanno svalutato la stima del tempo nella qualità della prestazione, l’adozione delle precauzioni minime di sicurezza, l’innovazione tecnologica e dei materiali; imprenditori che hanno destinato grossi investimenti al marketing per poi trascurare formazione e innovazione. Credo che un elemento chiave dell’organizzazione, della comunicazione e della relazione con pazienti e team, sia proprio la consapevolezza del ruolo che momento, situazione e interlocutore richiedono e questo rappresenta un passaggio chiave di crescita personale e professionale”.  

D’altra parte, diversi sono “i ruoli che il dentista assume all’interno dello studio: di volta in volta, può essere medico-odontoiatria, imprenditore, datore di lavoro, leader, manager, oppure può ricoprire anche ruoli tecnici (RSPP, Titolare Privacy, solo per citare i principali). E lo stesso vale anche per gli operatori del team”.

Il punto è che “ogni ruolo richiede un set specifico di competenze e influisce in modo diverso sulla dinamica di comunicazione con l’interlocutore. La comunicazione, infatti, è un processo complesso, condizionato anche dalle aspettative, e per questo ogni dinamica prevede tecniche appropriate, che favoriscono la relazione. La comunicazione, non a caso, è un processo integrato nel risultato professionale e uno degli indicatori di misurazione delle performance”.


Ecco allora che diventa fondamentale “prestare la massima attenzione ai ruoli presenti all’interno di un team odontoiatrico e alle aspettative correlate, da cui discende una corretta costruzione delle relazioni”.  E, nel dettaglio, è necessario riuscire “mappare tutti i ruoli, associandovi le corrette modalità di comunicazione, e individuare gli indicatori di valutazione, illustrando il sistema che consente di supportare il processo di performance dell’intero team. Chi affronta, sulla base della forza del team, il futuro della professione odontoiatrica, deve allineare il percorso di crescita personale e professionale dell’intero team. Perché un team coeso e soddisfatto, che condivide valori e obiettivi, è un punto di forza per ottenere risultati qualitativi e performance interessanti”. 

Articoli correlati

Il prof. Antonio Pelliccia ed il prof. Vincenzo Russo ci sintetizzano di cosa si tratta ed i vantaggi per migliorare approccio e giudizio del paziente ma anche per rendere più efficiente il Team...


Una risorsa strategica per lo studio odontoiatrico. Ecco le tre leve, dirette o indirette per influenzarla

di Davis Cussotto


In uno studio, che verrà pubblicato sul Journal of Dentistry, gli autori hanno esaminato i tratti tipici della personalità dei dentisti e ne hanno discusso in modo critico la loro influenza...

di Lara Figini


Con la dott.ssa Polizzi cerchiamo di capire non solo come l’igienista dentale deve comunicare con il paziente, ma come capire se ha capito e come utilizzare i social per essere ancora più efficaci


Una circolare dissipare i dubbi in tema di informazione e pubblicità sanitaria con le azioni che per la CAO possono essere attivate e quelle che invece non sarebbero consentite


Altri Articoli

Cronaca     29 Settembre 2022

A Roma al via l'Assemblea CAO

ECM, pubblicità sanitaria, l’odontoiatria digitale saranno molti degli argomenti su cui discuteranno i 106 presidenti delle Commissioni Albo Odontoiatri degli Ordini.


Quest’anno, oltre a sensibilizzare i cittadini verso la prevenzione si punta a porre l’attenzione sull’importanza della relazione odontoiatra-paziente


Maggiore integrazione tra medico di base, pediatre e dentista ma anche un maggiore rapporto tra pubblico e privato tra i temi toccati durante la presentazione del Mese della Prevenzione, Il video...


Il MUR definisce le nuove regole per accedere ai test di ammissione. Prof. Di Lenarda: novità significativa che dovrà essere valutata nella pratica dopo la pubblicazione dei decreti attuativi 


Gli errori da non fare, gli strumenti da utilizzare e come utilizzarli nelle considerazioni della prof.ssa Nardi che si sofferma sui livelli di attenzione dedicati alla gestione del paziente in...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi