HOME - Normative
 
 
01 Marzo 2021

Il doppio iscritto può iscriversi a due Albi territoriali diversi

Precisazione della FNOMCeO. Ci si potrà iscrivere all’Albo dei medici in un Ordine provinciale e a quello degli odontoiatri in un'altra provincia


Dopo l’entrata in vigore (Legge n.145/2018, Art. 1, comma 536) dell’obbligo per gli iscritti all’Albo dei medici, o a quello degli odontoiatri, che vogliono assumere la direzione sanitario di una struttura sanitaria accreditata di iscriversi all’Albo di competenza dell’Ordine dove la struttura esercita, la FNOMCeO ha precisato le nuove modalità d’iscrizioni agli Ordini territoriali.  

“La normativa di riferimento –si legge in una circolare inviata ai presidenti OMCeO e CAO- di cui all’art.5, comma 1, del D. Lgs. C.P.S.n.233/1946e s.m.i. dispone:” ciascun Ordine ha uno o più albi permanenti, in cui sono iscritti i professionisti della rispettiva professione”. Il comma 3 “per l’iscrizione all’albo è necessario: ...avere la residenza o il domicilio o esercitare la professione nella circoscrizione dell’Ordine”.  “Pertanto -continua la circolare- detta norma prevede la possibilità per l’Ordine territoriale di tenere più albi e per i professionisti il vincolo della competenza professionale connessa a quella territoriale”.  

Nello specifico viene evidenziato come “il combinato disposto delle norme sopra enunciate con l’art.1, comma 536 della Legge n.145/2018 che obbliga i direttori sanitari  delle  strutture  sanitarie a iscriversi all’Albo dell’Ordine territoriale competente per il luogo nel quale hanno la loro sede, si  evince  chiaramente che il titolare del diritto alla doppia iscrizione può iscriversi a due albi tenuti da Ordini territoriali distinti non sussistendo alcun vincolo ulteriore rispetto a quelli sopra menzionati. Il sanitario, nella fattispecie di cui trattasi, godrà degli stessi diritti e avrà i medesimi  doveri rispetto agli Ordini territoriali tenutari degli albi dove si è iscritto”.  

“Un diverso orientamento –conclude la circolare a firma del presidente FNOMCeO Filippo Anelli e de presidente CAO Raffaele Iandolo-  violerebbe il diritto dei sanitari di poter esercitare  legittimamente le professioni sul territorio nazionale”.



Articoli correlati

Il ruolo, i doveri la legislazione nella relazione del vice presidente CAO nazionale Brunello Polifone al memorial Marco Austa ad Asti. Riguarda l’intervento


Da Unicamillus nasce un master universitario di 2° livello per fornire le conoscenze indispensabili per assumere con professionalità e consapevolezza l’incarico in ambito odontoiatrico


La CAO di Roma indica come comportarsi. Pollifrone: la nuova norma sarà anche l’occasione per meglio censire i direttori sanitari operanti sul territorio


Approvata in via definitiva la Legge europea 2019-2020. Ecco come cambiano gli adempimenti per il direttore sanitario


CAO Milano fornisce chiarimenti su compiti e responsabilità di verifica e sul ruolo del Direttore sanitario qualora venga a conoscenza che un collaboratore della struttura non è vaccinato


Altri Articoli

Come si valuta la credibilità delle pubblicazioni scientifiche? Ad interrogarsi è il prof. Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


A Torino si è tenuta a battesimo la SITIZIP, Società Italiana di Chirurgia Zigomatica e Pterigoidea. Obiettivo contribuire all’aggiornamento sulle tecniche implantari


Cesare Marian rassicura ANDI Piemonte sulle finalità e le modalità operative del progetto che punta ad agevolare le visite odontoiatriche dell’ASL attraverso le nuove tecnologie


Perché vanno all’estero, cosa apprezzano mentre quali sono gli aspetti che frenano gli italiani che non hanno intenzione di andarci. I dati dall’Osservatorio Compass


Tipologia di sensori e film ai fosfori influiscono sulla qualità dell’immagine e sulla definizione dei dettagli. Ecco cosa sapere per scegliere quelli più adatti alle proprie...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’esercizio dell’attività odontoiatrica sotto forma d’impresa

 
 
 
 
chiudi