HOME - Cronaca
 
 
24 Giugno 2021

Emendamento su obbligo di STP: il sostegno della CAO Nazionale

Iandolo: provvedimento che tutela i pazienti. Non ci saranno perdite di posti di lavoro, la quasi totalità delle società attualmente attive potrà riconvertirsi in STP


Favorevole è il commento del presidente nazionale CAO Raffaele Iandolo all’emendamento che consentirebbe l’esercizio dell’attività odontoiatrica alle sole Società Tra Professionisti iscritte nell’apposito Albo tenuto dalle CAO provinciali.
Ci auspichiamo che l’emendamento venga approvato e inserito nel Disegno di Legge in modo che, finalmente, vengano tutelati i cittadini che si rivolgono a questi ambulatori”, dice ad Odontoiatria33 il presidente Raffaele Iandolo (nella foto).

Da anni, come CAO, sollecitiamo Parlamento ed Istituzioni al fine di chiarire che l’esercizio dell’attività odontoiatrica in forma societaria venga svolto solo da STP, come avviene per altre professioni protette”. 

E proprio perché l’odontoiatria è una attività professionale protetta che deve sottostare a quanto previsto dal Codice etico e deontologico”, dice Iandolo, “anche chi esercita questa attività in forma societaria deve rispettare le norme di decoro e dignità professionale in funzione della tutela della salute del paziente”. Un emendamento, continua il presidente Iandolo, “che va esclusivamente nella direzione di garantire al paziente cure secondo i principi deontologici dettati per la nostra professione”.  

Non è un provvedimento contro qualcuno, è un provvedimento a favore dei cittadini”, dice.  “Il capitale potrà continuare a investire in queste attività ma senza condizionare le scelte in quanto la maggioranza deve rimarne in capo ai professionisti”, dice Iandolo ricordando i casi recenti che hanno coinvolto società odontoiatriche, in Italia ed in Europa, che hanno creato pesanti problemi di salute ed economici ai pazienti. Sul rischio che il provvedimento possa penalizzare gli occupati nelle società odontoiatriche attualmente attive non come STP, Iandolo ritiene che i timori siano ingiustificati. 

Delle circa 5mila società odontoiatriche attualmente iscritte al Registro delle imprese –conclude Iandolo- la quasi totalità potranno trasformarsi senza problemi in STP, e comunque i livelli occupazionali si riconvertiranno. Come Ordine, insieme ai Sindacati di categoria, ci faremo comunque carico di creare percorsi di facilitazioni in tal senso per evitare che nessuno rimanga penalizzato”.  

Articoli correlati

Presentato il Manifesto con i 20 puti per “una nuova assistenza sanitaria”. Bondi (ANDI): non è accettabile che una persona non possa masticare perché non ha i soldi per curarsi


Tra i temi toccati nella video intervista la disponibilità a definire regole per evitare altri casi Dentix. Tra i primi confronti avuti quello con ANDI


Approvata in via definitiva la Legge europea 2019-2020. Ecco come cambiano gli adempimenti per il direttore sanitario


Principi e adempimenti normativi, vantaggi e rischi, le opportunità fiscali e le agevolazioni in tema di investimenti. Guarda la relazione tratta dal Congresso CAO di Catanzaro


Cambio al vertice di ANCOD, la scelta è di affidare la presidenza dell’Associazione ad un professionista esterno ai Marchi associati 


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi