HOME - Interviste
 
 
09 Settembre 2014

L'odontoiatria del futuro. Costi ridotti e più attenzione agli anziani. Ci deve essere più attenzione per la deontologia secondo Vincenzo Bucci Sabatini


Vincenzo Bucci Sabatini, professore a contratto di Implantologia Avanzata presso l'Università di Pavia lavora come libero professionista a Magenta. Sarà uno dei protagonisti del Dental Forum 2014, evento che avrà luogo ad Asti Sabato 4 Ottobre  e tratterà di "Tecniche implantoprotesiche a confronto, indicazioni cliniche e scelte sociali".
Prima dell'evento gli abbiamo posto alcune domande per capire come vede il futuro della professione.

Vincenzo, come è cambiata l'odontoiatria negli ultimi decenni, cosa vedi nel suo futuro?

Sicuramente sia la crisi che la nuova situazione demografica impongono cambiamenti profondi. C'è maggior necessità di protesisti di protesi mobile che di ortodontisti, sono infatti più numerosi gli over sessanta che i bambini. La crisi morde tutti e in particolare gli anziani che non hanno più possibilità di tentare nuove strade di lavoro, che sono indifesi rispetto alle nuove imposizioni e ai rischi di una sanità sempre più onerosa per i cittadini e sempre meno garantita, proprio in un'età in cui le patologie sono un rischio concreto. Occorre quindi ripensare a un'odontoiatria "socialmente utile" ed eticamente orientata, e ciò sarà un bene anche per la professione.          
I costi della protesi, soprattutto della fissa, sono destinati a calare fino a un vero e proprio crollo in breve tempo.     
Viviamo un'epoca in cui gli artigiani sono destinati a sparire. Il tecnico con gesso,cera e spatola e' una figura ormai romantica e di nicchia. Oggi con le metodiche digitali e i centri di fresaggio possiamo avere ottima qualità a minor costo. L'evoluzione dell'odontotecnica è ormai legata a quella dei software e dei fresatori. Il risultato pratico sarà, in parte già è, che si richiederà e si richiede la massima precisione e attenzione al clinico (preparazioni e impronte) e un'importante organizzazione del laboratorio. Tutto questo fa crollare i costi del laboratorio e dei metalli, riduce i tempi di lavoro e dà anche una qualità media migliore ad un costo molto inferiore. Il risultato pratico è che si possono dare ai pazienti ottimi manufatti ceramici metal free a prezzi molto più bassi conservando un ragionevole margine per lo studio. Diverso è il problema della protesi mobile che conserva le sue difficoltà e richiede ancora mano e sensibilità, allo stato, insostituibili.       Paradossalmente, probabilmente costerà di più una buona dentiera che un bloccaggio in ceramica.

Le cliniche "low cost " e il turismo odontoiatrico cosa rappresentano?

Non credo che i centri low cost cambino molto la situazione del mercato. Così come credo che il turismo odontoiatrico tenderà a calare, fino a sparire come fu per il turismo in Olanda negli anni '80. I cittadini che hanno seri problemi economici si rivolgeranno a questi centri, come si sono sempre rivolti alla specialistica convenzionata, ma questo non sarà un problema di lunga durata, credo. Penso invece che sia un problema, anche deontologico, il proliferare di strutture impostate  sull'implantologia come terapia fondamentale. Spesso in queste, infatti, si imposta un tipo di terapia e si diffonde una mentalità nei pazienti, ma anche nei giovani colleghi, per cui a fronte di un premolare che dovrebbe essere trattato endodonticamente e coperto, si consiglia come "meglio"  eseguire l'estrazione e sostituirlo con un impianto. Per fare un esempio.
L'atteggiamento mentale e' quello che avrebbe un ortopedico che invece di operare sui legamenti del ginocchio, sostituisse tutta l'articolazione con un manufatto protesico, perché le protesi sono affidabili.
Molti, soprattutto giovani, si sono lanciati sull'implantologia, senza capire che essa è un punto di arrivo: bisogna prima capire e " maneggiare" l'anatomia del dente, e quale miglior palestra della conservativa. Bisogna proteggere e/ o ripristinare i tessuti di rivestimento, quindi sapere muoversi in parodontologia. Bisogna sapere che l'implantologia non è una branca chirurgica, ma un branca protesica chirurgicamente supportata, quindi, occorre saper progettare e costruire la protesi, tutto ciò prima di poter affrontare l'implantologia chirurgica.

A cura di: Davis Cussotto, odontoiatria libero professionista Twitter @DavisCussotto

Articoli correlati

Uno strumento nuovo per il settore dentale che consente di ricercare prodotti ed attrezzature e comparare i prezzi proposti dai vari siti di vendita online 


Aumentare le imposte sui tabacchi ne scoraggia l'acquisto, riduce cancro e malattie cardiache, promuove il benessere economico.E' questo l'appello inviato al governo da parte di società...


"Scegli il dentista e non la Catena". E' questo in estrema sintesi il consiglio che Altroconsumo dà ai suoi lettori dopo aver provato una serie di "Catene odontoiatriche".L'inchiesta è...


Egr Avv. Marco Pierani,apprendiamo con stupore da un articolo su Odontoiatria33, la sua contrarietà agli emendamenti presentati al Ddl concorrenza in sede di 10a Commissione presso il Senato,...


Il Consiglio di Stato, con la sentenza numero 238 del 22 gennaio 2015, entra nel merito del decoro professionale indicando che la tariffa particolarmente bassa non può essere un parametro...


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
 
 
chiudi