HOME - Cronaca
 
 
19 Febbraio 2020

Critica anonimamente il dentista via web, Google dovrà fornire le reali generalità

Storica sentenza di un tribunale australiano nei confronti di un anonimo paziente che invitava a stare alla larga da uno studio dentistico. Google dovrà fornire le generalità


Se la “pratica” della recensione negativa via web comincia ad interessare anche gli studi dentistici italiani, la tutela del dentista criticato sembra essere considerata in modo differente da Paese a Paese, anche se ovviamente è difficile paragonare le singole questioni. 

Così se in Italia il paziente denigratore si è visto “graziato” dal giudice, nei giorni scorsi vi avevamo informato sulla vicenda, in Australia Google è stata obbligata ad identificare una persona che aveva pubblicato una recensione negativa in modo anonimo a riguardo di uno studio dentistico di Melbourne.

Secondo quanto riferito da The Guardian, il tribunale federale australiano avrebbe ordinato a Google di fornire i dati personali dell’utente “CBsm 23” che nella recessione avrebbe consigliato di stare lontani dallo studio che effettuava procedure imbarazzanti e poco confortevoli.

Commento non gradito dal titolare dello studio dentistico che, sempre stando a quanto riporta la stampa, dapprima avrebbe chiesto Google di rimuovere il post, e dopo aver avuto una risposta negativa si è rivolto al giudice. Giudice che ha dato ragione al dentista obbligando il colloso informatico californiano a comunicaretutte le informazioni sull'utente anonimo, come nome, numero di telefono, indirizzo IP e metadati della posizione. Inoltre, Google ha ricevuto l'ordine di fornire informazioni su altri account che potrebbero provenire dallo stesso indirizzo IP.


Anche nel caso delle recensioni negative sull’attività dello studio, la prevenzione è sempre la migliore arma, come consigliava Davis Cussotto in questo approfondimento.

Articoli correlati

Per i trasgressori sanzioni da 2.600 a euro 15.600 euro. Per i dispositivi medici confermata la possibilità di pubblicizzarne, alcuni, ma previa autorizzazione del Ministero  


Avrà ragione il prof. Gagliani affermando che l’odontoiatra moderno ha finito di fare molte cose abituali e deve avventurarsi in queste nuove strade, oppure è una considerazione ironica?

di Massimo Gagliani


Sono state l’ancora di salvezza nel periodo di lock-down ora rischiamo di essere fonte di stress o sono diventate una parte integrante del nostro presente?  Lo abbiamo chiesto ad Erika Leonardi


Partire da un foglio bianco per comporre il proprio Dental Business Model. Ecco come si può fare e perché è utile farlo


Oggi 20 marzo si celebra la Giornata Mondiale della Salute Orale, venerdì 18 si è celebrata quella del sonno, il 9 marzo la settimana mondiale del glaucoma, il 4 marzo la...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

L’odontoiatria del futuro per il prof. Gagliani sarà basata più su una eccellente riproducibilità quotidiana, piuttosto che su una estemporaneità di risultato

di Massimo Gagliani


Ai visitatori in regalo la copia di “Oxford Manuale di Odontoiatria Clinica” che consente di accedere gratuitamente a Edradent, la prima biblioteca digitale di odontoiatria


L’ENPAM ha dato il via libera al nuovo bando 2022 per i mutui immobiliari per gli iscritti con una età non superiore ai 40 anni. Ecco come fare a richiederlo


In Gazzetta Ufficiale il decreto con l’elenco delle attività escluse dall’obbligo e le deroghe per chi ha subito cali di fatturato causa Covid 


L’Antitrust comunica di aver aperto un nuovo provvedimento per eventuale irrogazione della sanzione pecuniaria nei confronti di RBM e Previmedical 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Profilo ASO: una guida alle scadenze in vista del 21 aprile

 
 
 
 
chiudi