HOME - Gestione dello Studio
 
 
28 Luglio 2020

La gestione delle collaborazioni nello studio odontoiatrico dal punto di vista “umano”

Con il prof. Antonio Pelliccia approfondiamo il tema della gestione dei collaboratori non tanto dal punto di vista economico ma relazionale 


Nella precedente chiacchierata con il prof. Antonio Pelliccia coordinatore del Post Graduate Management & Marketing in Odontoiatria organizzato dall’Università Vita e Salute del San Raffaele di Milano, abbiamo approfondito i temi dei costi e delle tariffe, del rapporto di fiducia tra odontoiatra e paziente.  

Ora vogliamo parlare della gestione dei collaboratori e del personale non tanto dal punto di vista organizzativo ed economico ma motivazionale ed umano. “Le aziende, come lo studio odontoiatrico, sono fatte da persone ed oggi il collaboratore deve essere certamente competente dal punto di vista professionale ma deve anche avere capacità di relazione perché il titolare di studio gli affida i suoi pazienti, ovvero la sua vita”, spiega il prof. Pelliccia. 

Poi ci sono gli aspetti caratteriali del titolare di studio che certamente condizionano il rapporto e la scelta e le difficoltà di accettare il cambiamento.

Per questo, l’antidoto proposto dal prof. Pelliccia è quello dell’apprendimento, “spesso ci fa paura cambiare perché non conosciamo”, dice aggiungendo: “apprendere e cambiare sono le due facce della stessa medaglia”. 

Sotto il video della chiacchierata con il prof. Antino Pelliccia.


_______________________________________________________________________ 

Se hai trovato utile questo articolo e non sei ancora abbonato ad Odontoiatria33, sostieni la qualità della nostra informazione 

Articoli correlati

In uno studio, che verrà pubblicato sul Journal of Dentistry, gli autori hanno esaminato i tratti tipici della personalità dei dentisti e ne hanno discusso in modo critico la loro influenza...

di Lara Figini


Con la dott.ssa Polizzi cerchiamo di capire non solo come l’igienista dentale deve comunicare con il paziente, ma come capire se ha capito e come utilizzare i social per essere ancora più efficaci


Una circolare dissipare i dubbi in tema di informazione e pubblicità sanitaria con le azioni che per la CAO possono essere attivate e quelle che invece non sarebbero consentite


Il 53% dei dentisti ha un profilo dedicato allo studio. Perché un dentista (o uno studio) dovrebbe avere un account su questo social?

di Arianna Bianchi


Una scorretta comunicazione tra i membri del Team odontoiatrico può creare problemi ai pazienti. I consigli per una proficua comunicazione dalla dott.ssa Polizzi


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi